terrorists Hospital

 alleanza militare islamica SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo perché tu ti devi fare uccidere da me, senza un valido motivo? [ non avere paura di rinunciare alla sharia, perché, con le sue autolesionistiche norme morali, Gesù di Betlemme è un antipatico odioso per gli abitanti di questo pianeta, quindi, i veri cristiani non potranno mai essere numerosi!  ECCO PERCHé, QUANDO IO ENTRO IN QUALCHE CLASSE, MI SEMBRA DI PARLARE AL MURO, NEL SENSO CHE GLI ALUNNI PARLANO TRA DI LORO COME SE IL DOCENTE NON ESISTESSE IN CLASSE, E POI, POTRANNO DIRE CHE IO NON HO DETTO NIENTE! perché da noi, già, a 17 anni, le ragazze danno: sia il lato B, che il lato A, e per loro GESù? è peggio di un terrorista islamico!
SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo [ Gesù di Betlemme ed il terrorismo psicologico! ] ovviamente, il CREATORE ONNIPOTENTE, ti ha creato per amore della tua felicità, e questo amare LUI e tutti, è il tuo scopo! e se, tu fallisci questo tuo scopo, tu andrai maledetto all'inferno, e questo è inevitabile, perché tutti sanno che c'è un giudizio! e non ha nessuna importanza quanta merda religiosa o ideologica tu puoi avere nella tua testa, perché, tutte le creature, senza eccezione, sono sottomesse alla legge naturale.
SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo [ Gesù di Betlemme ed il terrorismo psicologico! ] NESSUNO VIENE A ME, SE IL PADRE NON LO CHIAMA! [ Gesù di Betlemme: ha detto questa frase, SOLTANTO, in riferimento alla DIVINIZZAZIONE, circa, la partecipazione alla vita TRINITARIA in DIO, cioè, tu puoi ricevere la stessa NATURA DIVINA di DIO JHWH. In questo modo, come LUI è stato prima: VERO DIO, e poi, successivamente, vero uomo, così, per, te avviene l'ordine inverso: tu sei prima vero uomo, per diventare: successivamente, vero Dio! MA QUESTO è IMPOSSIBILE DA OTTENERE ATTRAVERSO LA RELIGIONE, PERCHé, è IL PADRE JHWH CHE TI DEVE CHIAMARE PERSONALMENTE! Al contrario anche se, ogni salvezza e redenzione vengono da Cristo, tuttavia, nella Sua Onniscienza, Dio ha voluto collegare questa salvezza circa la vita eterna alla LEGGE NATURALE, quindi, se la tua religione non ti spinge ad avere una amore universale, ma, fa di te un razzista, poi, in questo caso, la tua religione ti sta spingendo all'inferno! Perché la LEGGE NATURALE e la LEGGE UNIVERSALE, posti a fondamento della CREAZIONE dell'Universo, hanno la precedenza, su ogni religione, e su ogni teosofia, gnosi, che sono sempre il frutto della perversione e dell'egoismo dell'uomo!
SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo [ Gesù di Betlemme ed il terrorismo psicologico! ] è chiaro che il messaggio di Gesù è il nemico di questo ordine temporale. ][  CHI DESIDERA PIACERE A QUESTO MONDO, NON POTRà PIACERE A DIO! IN QUESTO MOMENTO, GESù HA RINUNCIATO AL SUO CALIFFATO MONDIALE! PERCHé, NON HA CONCESSO AL PENE SERPENTE CIOLA, UNA MINORENNE, E NEMMENO 4 MOGLI! ] le sue esigenze morali sono totalizzanti ed interiori, quindi non sarà una norma religiosa che li potrebbe soddisfare! Gesù non è una FATWA! è lo Spirito SANTO stesso che dichiara al tuo spirito che tu sei gradito a Dio! Tu puoi fare l'ARCIVESCOVO efficiente zelante, ma, la tua anima è già all'inferno con i demoni!
SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo perché tu ti devi fare uccidere da me, senza un valido motivo? [ credi che, il tuo esercito potrebbe essere PER TE, una protezione contro di me? SEI UN PRIMITIVO! I CAVERNICOLI ERANO INTELLETTIVAMENTE SUPERIORI A TE! i miei alunni mi ascoltano e mi comprendono meno, di come mi ascoltano i sacerdoti di satana della CIA, ecco perché https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion è la mia docenza cattedra universitaria! e non fa niente, che, youtube, mi abbia nascosto completamente, con i suoi filtri! perché, proprio loro: i sodomiti culto, e le bestie di satana,con tutti i servizi segreti del mondo? loro si, mi possono leggere sempre! .lol. e tu sai che divertimento!
SALMAN SAUDI ARABIA ] e vabbé, ma quando è troppo è troppo! [ e sai cosa ha detto, QUEL FALLITO di Gesù di Betlemme? HA DETTO: "TUTTI QUELLI CHE IO AMO? IO LI FLAGELLO!" ci sono molte citazioni, con parole diverse, E DIVERSE VARIANTI DISCORSIVE, e con la testimonianza dei mistici anche: TUTTI LORO che attestano tutta questa merda: IDEOLOGICA di Gesù di Betlemme ] POI, TU E NESSUNO, SI DOVREBBE MERAVIGLIARE, SE, come minimo: il 60% DEL GENERE UMANO intero, INSIEME A TE FINIRà dentro un INFERNO di disperazione: senza speranza!
SALMAN SAUDI ARABIA ] e vabbé, ma quando è troppo è troppo! [ lol. e poiché, io SONO stato molto flagellato da Gesù di Betlemme: perché io ero al Tempio con i cambia valute SpA Bildenberg, proprio perché lui mi ha molto amato? poi, LUI MI HA ANCHE FLAGELLATO MOLTO! ECCO, lol. COME IO HO CONOSCIUTO L'AMORE! poi, è normale, che, sulla scorta di tale esempio, poiché io amo molto tutte le bestie di satana, del pianeta come te? poi, è normale che io vi debba flagellare tutti quanti, attraverso 1000 tribolazioni! lol. dico SE, UNO può CONOSCE IL VERO AMORE, come lo hanno conosciuto i sacerdoti di satana cannibali della CIA? loro non se la prendono a male! ecco perché mi piacciono i satanisti, perché loro MI possono CAPIRE! insomma, IO FARò DI TUTTO AFFINCHé UN PEZZO DI MERDA COME TE NON DEBBA SCENDERE ALL'INFERNO INSIEME A ROTHSCHILD!
=========================
le SANZIONI ALLA RUSSIA E LA DISTRUZIONE DELLA EUROPA! di Manlio Di Stefano, portavoce M5S Camera ] [ In una fase di gravissima crisi economica e di dignità politica del nostro paese, il Movimento 5 Stelle si è sempre battuto in Parlamento contro le sanzioni imposte alla Russia dall'Unione Europea, misure alle quali ha dato il suo contributo anche il governo italiano e che ad oggi pesano fortemente sul nostro tessuto economico. Noi consideriamo la Russia un partner commerciale, economico, culturale e storico imprescindibile per l'Europa e per l'Italia, nonché un interlocutore internazionale fondamentale per la risoluzione delle gravi crisi internazionali. Per questo abbiamo deciso di recarci ad ottobre in visita a Mosca e in Crimea, per ribadire il nostro chiaro no alle sanzioni, come segnale di pace e distensione per la costruzione di nuovo mondo multipolare nel rispetto della sovranità, dell'autodeterminazione dei popoli e per un modello di globalizzazione più giusto e bilanciato. [ Una guerra commerciale per compiacere gli USA ] Nel tentativo goffo di compiacere Barack Obama, l’UE ha iniziato una dannosa guerra commerciale con la Russia a seguito della crisi ucraina, dove, dallo scorso aprile, è in atto una guerra civile tra esercito regolare e separatisti filorussi per il controllo del Donbass, (ex) capitale industriale del paese, oggi ridotta a non più che un cumulo di macerie. [ VIDEO I bambini del Donbass non vogliono la guerra ] Tra pochi giorni le contro-sanzioni varate da Putin su alcuni prodotti europei, in risposta alle azioni dell’UE, “compiranno” un anno. E’ dunque lecito domandarsi quanto ci sia costato tutto questo e quanto ci costerà in futuro. Nel 2014, secondo la Direzione Studi e Ricerche di Intesa San Paolo, che nel marzo scorso ha presentato i dati durante un incontro bilaterale dedicato alle relazioni commerciali tra Italia e Russia, l’interscambio commerciale tra Italia e Russia è calato del 17%, con una perdita di 5,3 miliardi di euro rispetto al 2013 e con una contrazione del nostro export dell’11,6%, che tradotto in euro fanno circa 1,2 miliardi. [ I danni al Made in Italy ] Diversi i settori del made in Italy che hanno subito danni. Si è visto un crollo nel settore del tessile e dell'abbigliamento (-16,4%), oltre che dei prodotti alimentari oggetto delle sanzioni (-38%). Un trend confermato anche all'inizio di quest’anno. A gennaio, infatti, le vendite italiane in Russia sono scese del 36,7%, mentre a febbraio si registra un -28,5%. «In poco tempo abbiamo bruciato anni di lavoro delle imprese italiane – ha sottolineato Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia - che aveva portato a un picco del +327% dal 2000 al 2013». Anche l’ICE, l’Agenzia per la promozione all’estero delle imprese italiane presieduto da Riccardo Monti, durante l’ultimo Forum di San Pietroburgo, ha provato a stimare i danni di questa accettazione passiva delle politiche sanzionatorie nei confronti di Mosca. Meccanica (-18%), Semilavorati (-19%), Moda e accessori (-22%), Alimentare (-45%), Arredamento ed edilizia (-22%), Mezzi di trasporto (-59%). "Questi settori costituiscono l’85% di quanto la Federazione Russa importi dall’Italia – ha spiegato Monti il mese scorso – e il nostro paese ha perso il 25% in termini di export nel primo trimestre 2015 rispetto al 2014". Dati che preoccupano anche in chiave futura, perché le prospettive non sono del tutto rosee se l’UE non invertirà immediatamente la rotta. [ VIDEO Sanzioni alla Russia: l’Italia deve dire di no! ] "L’agroalimentare è un settore particolarmente colpito dalle sanzioni russe”, ha ammesso tempo fa il Vice Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, parlando all’assemblea dell’Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi. «In generale – ha precisato - stiamo parlando di un rischio di perdite di esportazioni totali di circa 3 miliardi di euro su un totale di esportazioni di beni italiani di 400 miliardi". [ Oltre al danno la beffa ] Oltre il danno economico, per le aziende italiane c’è stata una doppia beffa. La prima consiste nel rischio di perdere ulteriori quote di mercato consistenti a vantaggio di altre economie. La Russia, infatti, non sta rimanendo con le mani in mano nella speranza che il duo Merkel-Juncker consenta ai suoi cittadini di ritornare a mangiare il nostro Parmigiano, ma sta sostituendo progressivamente tutti i prodotti europei con quelli dei mercati orientali, come Cina, Vietnam, India e Pakistan. Prodotti che comprendono ovviamente anche tarocchi made in Italy, che negli ultimi mesi hanno registrato un vero e proprio boom sugli scaffali dei supermercati russi. La seconda riguarda il blocco sul settore finanziario di Mosca, che impedisce alle banche russe di poter operare e garantire i pagamenti dei compratori russi nei confronti dei fornitori italiani, con risultati pressoché immaginabili. [ Con le sanzioni ci perde tutta l'Europa ] Non siamo soli a subire le conseguenze disastrose di tutto questo. Recentemente l’Istituto austriaco per la ricerca economica (WIFO) ha reso noto uno studio dove si sottolinea che la politica delle sanzioni potrebbe costare ai paesi UE circa 100 miliardi di euro e 2 milioni di posti di lavoro in una prospettiva di lungo termine. Entrando nel dettaglio i numeri sono spaventosi. La sola Germania, secondo il calcolo dell’Istituto austriaco, a lungo andare potrebbe perdere 27 miliardi di euro e qualcosa come mezzo milioni di posti di lavoro. Subito dietro c’è l’Italia. Nel breve periodo (ossia il primo trimestre di quest’anno) rischiamo di mandare in fumo 80.000 posti di lavoro e quattro miliardi e 140 milioni di euro in valore aggiunto creato dall’export, mentre nel lungo periodo si perderanno 200.000 posti di lavoro e un valore aggiunto della produzione di 11 miliardi e 815 milioni di euro. In questo quadro drammatico non se la passerebbe bene nemmeno la Francia, che salirebbe sul podio di questa “speciale” classifica. Il paese di Hollande rischia di dire addio a 150.000 posti di lavoro e allo 0,5% della propria produttività. [ La sudditanza della UE ] Oggi, l'Europa non è indipendente. Gli Stati Uniti stanno trascinando l'Ue in una crociata contro la Russia, che contraddice gli interessi storici del nostro continente. Il cieco allineamento alle politiche americane ha creato un danno incommensurabile dal punto di vista economico e una situazione di elevato rischio geopolitico per l’Europa. L’attivismo USA in Ucraina e la crescente militarizzazione dell’est Europeo, dove la NATO gioca alla guerra con il Cremlino, sono sempre più intensi e alimentano una guerra, per ora fredda, che presto potrebbe diventare molto calda e scottante per l’Europa intera. A tutto questo noi ci opponiamo e ci opporremo con forza. VIDEO Russia – Usa: prove di guerra mondiale. La nuova Banca di Sviluppo dei BRICS costituitasi con gli accordi di Fortaleza del luglio 2014 e formalizzata nell'ultimo vertice ad Ufa è un importante passaggio di emancipazione del mondo dal predominio del dollaro, che ha creato negli ultimi anni un mondo di guerre e instabilità finanziaria nonché il commissariamento delle democrazie e delle sovranità nazionali da parte del capitale internazionale. Osserviamo molto da vicini questi sviluppi epocali in corso, anche come possibili strumenti da utilizzare a sostegno del nostro obiettivo: spezzare le catene dell'euro e dell'austerità. Manlio Di Stefano PS: Oggi e domani è disponibile il download gratuito dell'e-book #MuriamoEquitalia! Scaricalo subito!
=================
INNO ALLA MASSONERIA NATO CIA BILDENBERG ROTHSCHILD SPA TRUFFA BANCHE CENTRALI: ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE! In morte di fratello Gelli. [ Un dì, s’io non andrò sempre fuggendo di gente in gente; mi vedrai seduto, su la tua pietra, o fratel mio, gemendo il fior de’ tuoi gentili anni caduto (*) "Ieri è morto Licio Gelli. ] [ Ieri è morto il gran maestro degli insabbiamenti e delle logge segrete, delle tangenti e delle stragi impunite, dei tentati golpe e dei fondi neri. Ieri è morto il manovratore dell'unità di crisi del sequestro Moro e il depistatore delle indagini sulla strage di Bologna. Ieri è morto un repubblichino travestito da partigiano senza mai rinnegare il fascismo. Ieri è morto il re dei criminali dal colletto bianco, il tessitore occulto che infiltrava governi e trattava con la mafia. Ieri è morto l'amico di Peron, il sodale di Sindona e Andreotti, il luogotenente italiano della Cia. Ieri è morto un grande mecenate e archivista, lodato in vita dalla prof.ssa Linda Giuva in D'Alema. Ieri è morto il capo di quella loggia segreta cui aderì, con tessera 1816, il giovane Berlusconi. Ieri è morto il teorico di quel Piano di Rinascita, puntualmente attuato dai suoi epigoni, fino alle leggi su misura di Berlusconi, fino alla controriforma costituzionale di Renzi. Fino allo svuotamento della democrazia per progressiva erosione dall'interno. Ieri è morto il custode degli inindagabili segreti di questa Repubblica fondata sul ricatto. Ieri è morto il teorico della manipolazione dei media, della corruzione dei partiti, dell'esautorazione del parlamento, dell'asservimento della giustizia. Ieri è morto il visionario di una democrazia senza popolo e senza regole, gestita da pochi e dall'alto. Ieri è morto un grande impunito, che non ha pagato in vita per i suoi molti torti. Ieri è morto una figura esemplare, lo spirito guida dell'italiano che sfrutta gli altri e si serve delle istituzioni per mai sazia avidità di denaro e di potere. Per la solita ipocrisia italiana non gli verranno concessi i funerali di Stato, come in quest'Italia, in gran parte fondata sul suo esempio, meriterebbe. Se fossero per una volta sinceri, i figlioli Berlusconi e D'Alema e il nipotino Renzi, andrebbero domani al suo funerale con grandi corone e discorsi commossi, per grazia ricevuta. Perché ieri è morto il padre della patria che loro amano e che hanno continuato a saccheggiare. Ma non lo faranno, per discrezione, per non dare nell'occhio, perché certi sentimenti è meglio coltivarli in privato: in fondo nemmeno Gelli - se potesse - andrebbe al suo funerale. Serenamente nel suo letto, ieri è morto il padre ignobile dell'Italia che abbiamo sempre combattuto. L'Italia che premia i furbi, i vigliacchi e i disonesti. Ma c'è un'altra Italia, lo sappiamo bene che c'è, e prima o poi prevarrà". Piero Ricca. (*) In morte del fratello Giovanni di Ugo Foscolo http://www.beppegrillo.it/2015/12/in_morte_di_fratello_gelli.html
Equitalia è un Mostro perché?  #muriamoequitalia: Storie di ordinaria persecuzione Formato Kindle. Perchè tratta i cittadini contribuenti come un numero senza cuore ne volto.
Perchè ha fallito nella sua missione originaria di aumentare gli introiti dalla riscossione dell'evasione. Perchè costruita da tanti pezzettini con diverse identità e modi di lavorare.
Perchè utilizza metodi che portano le persone dall'esasperazione e, purtroppo, anche al suicidio. Per questi motivi, da qui in poi sostituirò la parola Equitalia con la parola Mostro.
Ma per capire il Mostro sanguinario che spaventa, perseguita, sevizia, stritola e uccide bisogna fare qualche passo indietro e conoscere i passaggi che hanno portato alla sua genesi... -Carlo Sibilia (Deputato M5S) Un libro con storie di ordinaria persecuzione raccontate dal più famoso blog al mondo beppegrillo.it.
“Ho detto a un impiegato in Equitalia di avere già rate in corso e di posticipare la nuova cartella. L’impiegato mi ha detto di fare un secondo lavoro per fare fronte ad altre rate!” - M. F. 15.03.2015 Vai alla pagina "#muriamoequitalia: Storie di ordinaria persecuzione"
#muriamoequitalia: Storie di ordinaria persec… (Formato Kindle) di beppegrillo.it, Maurizio Di Bona (TheHand) Per capire perchè Equitalia oggi sia associata all’immagine di un Mostro sanguinario che spaventa, perseguita, sevizia, stritola e uccide bisogna fare qualche passo indietro e conoscere i passaggi che hanno portato alla sua genesi. Equitalia Servizi spa nasce con il nome di Consorzio nazionale obbligatorio tra gli esattori delle imposte dirette, previsto dalla legge 13 giugno 1952, n. 693, e dal dpr 2 agosto n. 1141, con il compito di svolgere l’attività di “meccanizzazione dei ruoli” per conto dell’amministrazione finanziaria. Dal momento che le cose semplici sono quelle più vicine all'intelligenza, cerchiamo di spiegare cosa significa il termine meccanizzazione. Meccanizzazione: sostituzione del lavoro manuale con una macchina in una o più fasi di un processo produttivo allo scopo di incrementare la produttività del lavoro (http://it.wiktionary.org/wiki/meccanizzazione). Quindi, già nella sua origine Equitalia ha come obiettivo quello di mutare in un processo meccanico un gesto molto umano ovvero quello di pagare le tasse che servono proprio a contribuire ai servizi per tutti i cittadini. Contribuzione sana se uno Stato si rifacesse ai principi dettati dalla Costituzione all’articolo 53 che sancisce chiaramente che tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva e che il sistema tributario è uniformato a criteri di progressività. In soldoni vuol dire che ognuno paga per quel che può e chi più ne ha più contribuisce. Certo è che, dopo il prelievo di Amato sui conti correnti e la tassa di Prodi sulle moto oltre i 350cc nel ’97, per non parlare dell'IMU sui terreni agricoli di Renzi, imposta nata per coprire gli ormai noti 80 euro in busta paga distribuiti evidentemente senza criteri di equità, è difficile pensare al governo italiano come quello rispettoso dell'articolo 53. Qualche sfrenato sostenitore parlerà delle misure appena descritte come straordinarie e necessarie ma poco eque, dico io, perché colpiscono il possesso di un bene senza alcuna relazione con la capacità contributiva del possessore. Tralasciando l'aspetto romantico del pagamento delle tasse, sembra che, dopo 15 anni circa di attività, Equitalia abbia fallito anche nell'altro aspetto della meccanizzazione ovvero nell'incremento della produttiva del lavoro. Ad Equitalia sono stati assegnati 894 miliardi di euro di carico di riscossione per il periodo 2000-2014, "il 7,7% è stato riscosso - per un valore di circa 60 miliardi - e il 7,8% è il carico residuo su cui lavorare, cioè altri 60 miliardi teoricamente riscuotibili". Parola di Benedetto Mineo AD dal 26 novembre 2012 . In pratica, un flop totale.
Equitalia, quindi, nasce per uno scopo che ad oggi non sembra in grado di giustificare la sua genesi. Un altro dei motivi per cui Equitalia è un Mostro è che si è “fisicamente costituita” come Frankenstein. Infatti, l'agenzia è nata grazie all'accorpamento di tante piccole equitalia in giro per lo Stivale. Capirne la nascita significa anche rispondere alla domanda: ma prima di Equitalia come si faceva? Oggi sembra che ogni struttura, ogni istituzione esistente sia sempre esistita e che, nonostante le evidenti mancanze, i conclamati problemi o gli indiscutibili danni che essa può causare, non sia mai possibile abolirla. E non viene mai neanche preso in considerazione un ritorno al sistema precedente perché ci viene detto di pensare che sarebbe come fermare il progresso. “Bisogna andare avanti”, ci ripetono. Certo è che, se qualcuno si prendesse il fastidio di spiegarci “avanti” o “indietro” rispetto a cosa, ci farebbe un grande piacere. La riscossione prima dell'avvento di Equitalia è sempre stata di natura territoriale, affidata ad una pluralità di soggetti privati che operavano in ambiti molto piccoli, a volte anche più di uno all'interno di un territorio provinciale. Si è pensato, circa a metà degli anni ’90 con l'entrata in vigore del dpr 43/88 di unificarli tutti. Guidati da un pensiero, oggi rivelatosi fallimentare, secondo il quale l'accentramento della riscossione avrebbe incrementato l'efficienza della stessa e l'efficacia contro l'evasione fiscale. Purtroppo è accaduto l'esatto contrario perché l'accentramento ha creato dei centri di potere senza controllo. Risorse recuperate mai distribuite in maniera proporzionale ed adeguata alle esigenze del territorio. Una preoccupante rete di clientele e favoritismi interni, ma soprattutto un intervento settoriale che ha finito per favorire i grandi evasori. E' noto che il fenomeno delle "sospensioni fittizie" e degli insabbiamenti dei ruoli ha interessato a vario titolo molte inchieste giudiziarie. Negli ambienti giusti si parla addirittura di un "Disco per l’estate", in gergo dei servizi, un file in cui ci sarebbero gli elenchi dei "graziati" dall’ente. Si tratterebbe di migliaia di nomi. Pare che il Mostro statale per la riscossione dei tributi abbia una lunga lista di miracolati a cui non si può e non si deve far nulla. Tutti schedati in una lista. Insomma con la scusa dell'"evasione fiscale", si toglie il pane di bocca alle vecchiette, l'appartamentino alle famiglie e i macchinari alle aziende, invece, di contraltare, esisterebbe una lista di soggetti intoccabili rispetto ai quali Equitalia è obbligata a disinteressarsi. L'elenco pare fosse nelle mani di un certo Paolo Oliverio, arrestato con l’accusa di aver riciclato soldi della ‘ndrangheta. Il suo archivio svela i rapporti riservati con alti prelati, funzionari dell’intelligence, militari della Guardia di Finanza, imprenditori e politici. Oliverio era il commercialista di fiducia di esponenti delle istituzioni e uomini d’affari ma anche il "riciclatore" dei soldi della malavita calabrese e di alcuni esponenti della criminalità romana. Nei suoi file, penne usb e hard disk ci sarebbero nomi eccellenti. Pare che al momento del sequestro del suo pc abbia detto: "Se li aprite viene giù l’Italia". Qualche nome trapelato? Paolo Berlusconi, Claudio Lotito, Marco Squatriti, Lorenzo Borgogni. Con gli ultimi due, Oliverio avrebbe tentato scalate finanziarie a suon di milioni di euro per ripulire soldi 'sporchi'. Legami anche con la Guardia di Finanza "tanto da poter orientare verifiche fiscali su imprenditori e grandi società. Ma anche poter influire sull’attività di ispettori di Equitalia". Il compito di Oliverio era spingere per sospendere la cartelle esattoriali dei soliti noti. Si chiamano "sospensioni fittizie" e si possono fare con una password che solo i dirigenti di Equitalia hanno: in pratica viene fermato il processo tributario e la lavorazione delle cartelle esattoriali che scaturiscono dall'accertamento. Questi fatti, più che semplici sospetti, rendono l'attività esattoriale non equa e fanno venir meno ai principi che l'ente ha nel suo stesso nome: “Equa Italia”. Avete già abbastanza elementi per dire giudicare da soli se sia così o meno. Equitalia è un Mostro perché? Perchè tratta i cittadini contribuenti come un numero senza cuore ne volto. Perchè ha fallito nella sua missione originaria di aumentare gli introiti dalla riscossione dell'evasione. Perchè costruita da tanti pezzettini con diverse identità e modi di lavorare. Perchè utilizza metodi che portano le persone dall'esasperazione e, purtroppo, anche al suicidio. Per questi motivi, da qui in poi sostituirò la parola Equitalia con la parola Mostro. I metodi meritano due parole a parte. Equitalia, il Mostro, colpisce gente che non evade, gente che dichiara tutto il debito tributario. E che per definizione, dunque, non nasconde (non evade appunto) la propria situazione allo Stato. Persone che dicono allo Stato: “Questo è ciò che ho. O scelgo di vivere o scelgo di pagare le cartelle esattoriali”. Quando interviene Equitalia la sanzione passa dal 10 al 30%, interessi per il ritardo del 4%, aggio del 8%, interessi di mora 5,14%, interesse per rateizzazione 4,5%. Voci che fanno crescere l'ammontare del debito in maniera insostenibile per chiunque. Ciò dimostra che non si può affidare la riscossione a una spa che punta, comunque, al proprio profitto. Quindi se, come abbiamo detto, le persone non pagano le tasse perché non riescono, con questi metodi, il Mostro dimostra di non avere intenzione di risolvere la situazione... ma di averti catturato. Ne uscirai mai? Sicuramente non lavorando onestamente. Il Mostro chiede sette milioni di euro dopo che sei in pensione già da otto anni, porta al suicidio decine di persone e poi chiude un occhio di fronte ai debiti erariali di imprenditori e professionisti disposti a fare regali e ad allungare mazzette.
Ad Olbia manda ad una bambina di soli sette anni, rimasta orfana, una cartella esattoriale di 170 euro. Al centro del procedimento, c'è il mancato pagamento delle tasse sulla liquidazione versata dall'azienda per cui lavorava il padre. L'uomo è deceduto in un incidente stradale nel mese di maggio 2008. Il Fisco, non potendo far affidamento sulla madre, si è diretto sulla bambina. Per non parlare invece di tutte quelle storie che influiscono direttamente sulla vita delle imprese e dei lavoratori. Ormai celebre una cartella Equitalia da 200 milioni di euro, poi annullata. Un gruppo nel frattempo fallito anche a causa di quel maxi debito contestato dal Fisco ma, a quanto pare, non dovuto. Infine, l’impugnazione che rischia di tramutarsi nella possibilità di una richiesta di risarcimento danni. Sono gli elementi di una vicenda paradossale che ha come protagonista il gruppo friulano di abbigliamento e intimo Bernardi, in amministrazione straordinaria dal gennaio 2014. La commissione tributaria di Napoli ha, infatti, ribaltato il verdetto di primo grado annullando la cartella milionaria recapitata alla Life collection, controllata di Bernardi che aveva sede legale nel capoluogo campano e fu poi trasferita a Barcellona. Lavoratori autonomi che raccontano che dall'entrata in "funzione" di Equitalia arrivano le cartelle più assurde. Tanto per fare un esempio riporto uno stralcio di una storia vera: “Mi hanno messo il fermo amministrativo sulla moto per una cartella Inps che non solo era pagata ma mi vedeva anche in credito... beh... quasi tre anni con la moto ferma, un sacco di giri e di tempo e soldi buttati e poi arrivederci e grazie... scusi per l'errore; per un errore di pagamento nel 2009 di nove euro su una rata di 6.000 euro di Irpef (quindi 6.000 euro pagati a fronte di 6.009) a fine 2010 mi è arrivata una cartella con sanzioni e varie da 1.360 euro... vi sembra normale? Vi assicuro che ce l'ho sempre messa tutta a pagare le tasse ma sta diventando veramente come avere uno strozzino alle calcagna, anzi peggio... è insostenibile... figuriamoci mantenere dei dipendenti”. Eh sì, perché poi, se arriva la “cartella pazza” dal Mostro, lo puoi sapere solo alla fine del tuo calvario. Sei sempre tu che devi prenderti la briga di verificare, controllare, calcolare. Impiegando tempo e soldi che si sottraggono alle già esigue finanze disponibili. Passano gli anni, tu soffri l'angoscia di un pagamento che vedi gonfiarsi giorno dopo giorno senza riuscire a fermarlo... Poi si scopre che è tutto sbagliato. Hai vinto sì, ma nessuno ti ripagherà dei farmaci e dei malanni psicofisici veri e propri causati dal Mostro. Il Mostro paga? Il Mostro risarcisce? No, il Mostro è sempre impunito e protetto. Questi metodi sono un motivo in più per cui abbatterlo. Questi metodi spingono a delinquere. E siccome non tutti ne siamo capaci, di delinquere intendo, qualcuno viene preso dall'esasperazione. Qualcuno finisce per aggredire qualche funzionario (disordine sociale), qualcuno finisce per volersi “costituire” e farsi tramutare il debito in anni di galera (disordine psicologico), qualcuno non ce la fa e si toglie la vita. Forse anche per questo l'ISTAT ha smesso di rilevare statistiche sui suicidi economici dal 2011. C'è invece chi, come Link Lab, il laboratorio di Ricerca Socio-Economica dell’Università degli Studi Link Campus University, ci fornisce dei dati allarmanti proprio sui suicidi per motivi economici che tra il 2012 ed il 2014 sono raddoppiati (+50%): in 439 si sono tolti la vita schiacciati da debiti, fallimenti, licenziamenti e disoccupazione, 201 nel 2014 in salita rispetto ai 149 del 2013 e agli 89 del 2012. E se il 45% sono imprenditori e titolari di aziende, il 42% sono disoccupati mentre aumenta il malessere giovanile che porta al 5,5% il numero di suicidi di chi ha tra i 25 e i 34 anni, il 4% solo nel 2014 e all'1,4% quelli di chi ha meno di 25 anni (era 0 nel 2012). Nei tre anni della crisi più profonda in Grecia la statistica faceva segnare un + 35%. Quando ci chiedono se “faremo la fine della Grecia” mi vengono in mente questi numeri. La parola d'ordine per i media pare sia quella di non parlarne. Nascondere le morti sotto il tappeto e andare avanti. Quindi perché nasce Equitalia? Forse perché questi metodi criminosi non avrebbe mai potuto utilizzarli un Ente come l'Agenzia delle Entrate direttamente? Forse perché serviva colpire i piccoli e lasciare indisturbati gli amici degli amici? Tutti interrogativi inevasi. Fine dell'estratto Kindle. © 2010-2015, Amazon.com, Inc. o società affiliate.
========================
MA, IL PROBLEMA CHE I DEPOSITI DEL GAS, che sono limitati, NO!! NON è UN PROBLEMA REALE PER ERDOGAN, PERCHé LA RUSSIA è UNA DELLE 8 NAZIONI, CHE SALMAN GLI HA DETTO, cioè, che ROTHSCHILD HA DETTO A SALMAN, CHE LUI, ERDOGAN DEVE CONQUISTARE RAPIDAMENTE!
my Israel ] nessuno dovrebbe dire che Unius REI è un ragazzo cattivo! e come potrebbe? [ come fanno quei morti di fame dei turchi, a conquistare il puttanato Madre Erdogan: cagna vagina pecora di nove anni Maometto, contro, quei morti di fame Europei, se SpA Banche Centrali, corporations Rothschild NWO e Bush Massone il Coglione ladro assassino, hanno rubato il Signoraggio Bancario a tutto il mondo? è chiaro a tutti, ogni guerra fa soltanto gli interessi dell'unico banchiere mondiale! Ecco perché SALMAN è l'uomo più stupido della storia del Genere umano! Perché, non fa niente che farà morire 5 miliardi di persone, ma, lui, tutto da solo, ha deciso che, il mio Santo ISLAM deve sparire dalla stora di questo pianeta, e questa è veramente, una grande ingiustizia contro tutti i miei fratelli musulmani!
==================
YOUTUBE 666 GOOGLE ] piccina mia [ MA, TU CREDI CHE POTREBBE RESISTERE LA TUA PICCOLA VAGINA PECORA DI NOVE ANNI AL MIO IMPETO VIRILE?
LA BESTIA DI SATANA NWO INIZIA A PIEGARSI SOTTO LE MIE SFERZATE! è la prima volta in 8 anni che, youtube ha INCOMINCIATO AD applicaRE contro di me una censura totale! se, io non posso accedere con un account youtube attivo, poi, il motore intelligenza artificiale, di google: la ENTITà Collettiva simbiotica: delle anime maledette all'inferno: CIA NATO, SpA FMI, A.I. Gmos Biologia sintetica: la piramide Torre di Babele, lui non mi può conoscere, ed io non posso vedere nessuno dei miei commenti, ECCO PERCHé, L'ATTUALE SISTEMA DI FILTRI "intelligenti" RENDE INVISIBILI A TUTTI I MIEI COMMENTI, se, non erano elencati in precedenza: come miei lettori abituali. infatti: su "COMMENTI PIù POPOLARI" non si vede nessun mio commento, e la pagina, "COMMENTTI RECENTI" è chiusa per me! in questo modo, se io non ricordo il mio ultimo canale con cui ho scritto gli articoli ultimi? io non ho più il modo di poterli recuperare! Ormai il nazismo bancario massonico: Baal JaBullOn il Gufo al Bohemian Grove: la piramide satanica con l'occhio di lucifero, regime Bildenberg soffoca sempre di più, giorno per giorno, ogni prerogativa costituzionale in un nazismo satanistico ideologia GENDER del Nuovo Ordine mondiale! e questo, è proprio quello che il mio Regno di Dio JHWH e delle 12 Tribù di ISRAELE, andava aspettando, per inasprire le ostilità contro tutte le bestie di Satana: in questo pianeta!
=========================
16/12/2015 ARABIA SAUDITA-ISLAM. Una coalizione islamica anti-terrorismo per “salvare la faccia” a Riyadh IL TERRORISTA. di Paul Dakiki. Vi partecipano 35 nazioni a maggioranza musulmana. Sono esclusi Siria, Iraq, Iran e Afghanistan. Dubbi che la lotta al terrorismo sia usata per soffocare i diritti umani delle popolazioni di questi Paesi. L’approvazione di Al-Azhar, che chiede da tempo un impegno a correggere le interpretazioni letteraliste del Corano. Le critiche di Hezbollah. Beirut (AsiaNews) –  L’alleanza militare lanciata dall’Arabia saudita contro il terrorismo jihadista sembra essere stata composta “troppo in fretta” e forse “per salvare la faccia dei sauditi” noti per aver sostenuto con l’ideologia e le armi gruppi fondamentalisti. È l’opinione dello studioso Farea al-Muslimi, del Carnegie Middle East Centre alla notizia diffusa ieri, secondo cui l’Arabia saudita ha raccolto una coalizione di 35 nazioni a maggioranza musulmane per combattere il terrorismo dal punto di vista militare e ideologico. Oltre a Riyadh, i Paesi che hanno aderito sono: Bahrain, Bangladesh, Benin, Ciad, Comore, Gibuti, Egitto, Gabon, Guinea, Costa d’Avorio, Giordania, Kuwait, Libano, Libia, Malaysia, Maldive, Mali, Marocco, Mauritania, Niger, Nigeria, Pakistan, Palestina, Qatar, Senegal, Sierra Leone, Somalia, Sudan, Togo, Tunisia, Turchia, Emirati arabi e Yemen. Balza subito all’occhio il fatto che da tale alleanza sono esclusi Paesi come l’Iran, l’Iraq e la Siria, oltre che l’Afghanistan. È forte il sospetto che tale alleanza sia in realtà una mossa anti-Teheran, per controllare e sottomettere il mondo islamico, sottraendolo all’influenza iraniana. Il ministro saudita della Difesa, Mohammed bin Salman, ha detto che la coalizione coordinerà gli sforzi per combattere gli estremisti in Iraq, Siria, Libia, Egitto e Afghanistan. Ma l’assenza di Siria e Iraq (e Afghanistan) pone domande su come tale alleanza potrà svolgere azioni militari contro i terroristi dell’Isis in questi territori senza il permesso dei relativi governi. Un’altra questione sollevata dagli analisti è su cosa Riyadh intenda per “terrorismo”. Dalla primavera araba in poi, l’Arabia saudita si è difesa da qualunque movimento di critica sociale e per la democrazia uccidendo e imprigionando attivisti sul suo suolo; è intervenuta militarmente nel Bahrain per sedare rivolte democratiche della maggioranza sciita contro la leadership sunnita; è impegnata in una guerra contro le minoranze Houthi nello Yemen. Secondo Amnesty International la nuova coalizione potrebbe essere per restringere ancora di più i diritti umani delle popolazioni di questi Stati a maggioranza islamica.
L’università di Al-Azhar, massima autorità nel mondo sunnita, ha invitato tutti i Paesi islamici ad aderire alla coalizione, definendo “storica” la decisione di combattere “i mali del terrorismo”. Mesi fa, proprio il grande imam di Al-Azhar, Ahmed al-Tayeb, in un incontro alla Mecca, aveva chiesto una nuova impostazione degli studi coranici per combattere il terrorismo ostacolando l’interpretazione letteralista del Corano. Per ora non sembra che la coalizione abbia questo scopo. Infine, è da notare che nella coalizione è presente il Libano, un Paese che non è musulmano, né cristiano, ma laico e che soffre però di una grande influenza finanziaria e politica dell’Arabia saudita. La decisione di aderire all’alleanza è stata presa dal premier Tammam Salam senza alcuna consultazione: perfino il ministero degli esteri di Beirut era all’oscuro, provocando le ire del partito di Hezbollah, formato da militanti sciiti, alleati di Bashar Assad in Siria. Il dubbio è che tale coalizione, invece che lottare contro il terrorismo, rischi di acuire ancora di più la lotta fra sunniti e sciiti.
======================
Netanyahu: Israel Will Respond to PA with 'Unilateral Moves' [ quale accordo con nazi sharia? di una LEGA ARABA senza reciprocità? islamici sono una truffa e non daranno mai garanzie reali guerra è inevitabile Erdogan e Arabia Saudita diffondono il terrorismo nel mondo con USA E UE che hanno tradito Israele! ] Prime Minister warns PA that their torpedoing talks will not go unanswered.
==========
a tutte la NAZIONI: i satanisti della CIA NSA hanno spiato e continueranno a spiare ed a predare il mondo, attraverso la loro superiore tecnologia. è NOSTRO DOVERE RESISTERE AL LORO BULLISMO! e noi cosa facciamo contro di loro? ] Former CIA Chief: Pollard Relase Only on Humanitarian Grounds. Michael Hayden: If Pollard is released it should be on humanitarian grounds not in a deal that has Israel freeing terrorists. By Uzi Baruch First Publish: 4/6/2014 Protest for Jonathan Pollard's release
===================
DOPO L'INVASIONE JIHADISTA DELLA SIRIA VOLUTA DA ONU CIA UE NATO USA LEGA ARABA? LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE TOTALE è SOLTANTO UN EVENTO TEMPORALE!  Ban Ki-moon è una bestia GENDER scimmia Darwin] [ la UE è una truffa ONU criminale internazionale assoluta! infatti, 50 nazioni naziste islamiche, senza nessun diritto umano, siedono in ONU Bildenberg tranquillamente! Ecco perché al diritto è stato sostituito l'uso della forza: ARMIAMOCI TUTTI, IL FARWEST è ARRIVATO! Putin firma legge anti-sentenze Corte Ue diritti umani - Europa
=========================
LE SANZIONI CONTRO LA RUSSIA, CHE NON è PARTE DEL CONFLITTO NEL DONBASS, ADDEBITANO LA RESPONSABILITà DELLA GUERRA MONDIALE NUCLEARE ALLA NATO! DATO CHE TURCHIA E ARABIA SAUDITA SONO PARTE ATTIVA DELLA DISTRUZIONE DI SIRIA ED IRAQ: E SONO RESPONSABILI DI TUTTI I DELITTI DI GENOCIDIO DEI LORO JIHADISTI! Mosca: UE incoraggia Kiev a far saltare gli accordi di Minsk. (16.12.2015) DOPO L'INVASIONE JIHADISTA DELLA SIRIA VOLUTA DA ONU CIA UE NATO USA LEGA ARABA? LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE TOTALE è SOLTANTO UN EVENTO TEMPORALE! IL PEGGIORE TERRORISMO ISLAMICO NAZISTA! il sharia Turchia avrà una base militare in Qatar e viceversa, tutti il sharia terrorismo internazionale galassia jihadista. Accordo cooperazione, 3.000 soldati più unità aeree e navali.
========================
NON C'è PIù UN POSTO PER GLI SCIITI NEL CALIFFATO MONDIALE! ] STRAGE PRETESTUOSA: QUESTI SUNNITI SONO ISIS BOKO HARAM SAUDITI [ 16.12.2015. L'accusa da parte di attivisti musulmani nella città di Zaria, considerata la roccaforte musulmana nel nord del Paese. L'esercito replica: reazione a tentativo di assassinare un generale. Attivisti nigeriani di fede musulmana accusano l'esercito regolare di aver compiuto nel corso dello scorso weekend una strage nella città di Zaria, considerata fulcro del Movimento Islamico della Nigeria, gruppo sorto nei primi anni ottanta su ispirazione della rivoluzione iraniana e appoggiato da Teheran.
Secondo quanto denunciato dal portavoce della comunità sciita, Ibrahim Musa, sarebbero centinaia i corpi lasciati senza vita nelle strade della città dall'operazione governativa che, come confermato dai vertici militari nigeriani, si sarebbe resa necessaria per la concreta minaccia di gruppi ribelli nei confronti di un generale dell'esercito. Irritazione da parte del governo iraniano, che ha sottolineato come sia responsabilità del governo nigeriano proteggere le popolazioni sciite presenti nel Paese: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1736615/Nigeria-raid-esercito-sciiti-uccisi.html#ixzz3uVbeZE4N
Iraq chiede il ritiro delle truppe turche E RESPINGE OGNI COALIZIONE MILITARE TERRESTRE SUL SUO TERRITORIO! MENTRE LA RUSSIA è IN ATTESA DEI CACCIA TURCHI! ] OGNI MALEDIZIONE DI GENOCIDIO SHARIA è SOPRA DI TE! 16.12.2015 PERCHé TU NON SEI UN SALAFITA! [ Convocata la Lega Araba su richiesta del governo iracheno, che denuncia i piani ambiziosi della Turchia sulle regioni settentrionali del suo territorio, in particolare sulla città di Mosul. Su richiesta del governo iracheno, la Lega Araba terrà una riunione straordinaria dei suoi ministri degli Esteri la prossima settimana per discutere dello schieramento in Iraq l'esercito turco, iniziativa fortemente condannata dal governo di Baghdad. Ankara ha inviato un contingente di soldati e carri armati il 4 dicembre scorso nella regione di Mosul, ufficialmente nell'ambito della missione di addestramento, presso la base Bashiqa, dei peshmerga curdi che combattono contro Daesh. Il premier iracheno, Hauder Abadi, ha chiesto ad Ankara il "ritiro completo" di tutte le sue forze dal nord dell'Iraq, non considerando soddisfacente lo spostamento di parte delle truppe e dei blindati di Ankara al Kurdistan iracheno: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1740191/iraq-turchia-ritiro-truppe.html#ixzz3uVcyruLk
Migranti, Turchia sotto accusa. 19:41 16.12.2015. Il piano stipulato con l’Ue non funziona. Entrano i fondi, ma Ankara continua a respingere o a trattenere i profughi in centri di detenzione. La denuncia di Amnesty International. Amnesty International accusa la Turchia di non rispettare il diritto internazionale nella tutela e nella gestione dei profughi. Il rapporto "Europe's gatekeep" documenta tre casi di violenza fisica nei centri di detenzione e denunce di maltrattamenti. La Turchia ha prima ammassato centinaia di profughi su autobus affinchè in un secondo momento venissero trasferiti a oltre mille chilometri di distanza nei centri di detenzione dove questi sarebbero stati trattenuti in isolamento, sottoposti a maltrattamenti e in catene per diversi giorni. In alcuni casi a molti profughi sarebbe perfino stato negato il diritto d'asilo e sarebbero stati rimandati nei paesi d'origine. Nell'ambito del 'Piano d'azione' firmato a novembre da Ue e Turchia, Bruxelles, "sempre più desiderosa di assicurarsi la cooperazione di Ankara allo scopo di ridurre l'immigrazione irregolare, sta consentendo l'uso dei suoi fondi per dotare di equipaggiamento e infrastrutture i centri dai quali i rifugiati e i richiedenti asilo vengono spinti a rientrare in Paesi come Siria e Iraq", recita il rapporto. Funzionari dell'Ue ad Ankara hanno confermato ad Amnesty che i sei centri di accoglienza descritti nella bozza del 'Piano d'azione' datata 6 ottobre funzionano di fatto come centri di detenzione. Amnesty chiede quindi a Ue e Turchia di sospendere l'accordo fino alla creazione di meccanismi efficaci e indipendenti di monitoraggio dell'attuazione del 'Piano d'azione': http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1741074/Amnesty-International-accusa-Turchia.html#ixzz3uVeQ2YW6
Opinione: Perché l'Arabia Saudita: LA MADRE DEI TERRORISTI, ha creato una coalizione di paesi musulmani? QUESTO è UN ATTO DI ALTO TRADIMENTO CONTRO ISRAELE! 16.12.2015. La Coalizione di paesi musulmani guidati dall'Arabia Saudita comprende 34 Stati. Essa può iniziare una lotta con tutti quelli che considera nemici, ha detto a Sputnik il capo dell’organizzazione non governativa siriana "Per la democrazia e la libertà", Ribal al-Assad. Il punto di vista del Pakistan è offerto da Masood Vadzhahat, noto politologo pakistano, professore ed editorialista del giornale "Jang": "Prima di tutto bisogna definire chiaramente il concetto di terrorismo. Quello che i terroristi rappresentano da noi, in Pakistan, è diverso dalla rappresentazione che ne hanno Arabia Saudita. Nella nostra comprensione, terrorista è colui che solleva un arma per costringere gli altri a sottomettersi alle proprie richieste politiche o religiose. Ma per i sauditi il concetto risulta essere diverso. Per loro, un terrorista è chiunque rappresenti una minaccia per l'ordinamento esistente in tale Stato. Pertanto, è prima necessario definire ciò che è considerato un gruppo terroristico. Personalmente, non credo che l'Arabia Saudita combatterà il terrorismo che intendiamo noi. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che nel corso degli ultimi trenta anni questo paese ha contribuito non poco a spargere per il mondo l'attuale ondata di terrore.  Per quanto riguarda la partecipazione del Pakistan in questa coalizione, non dobbiamo dimenticare, come il Pakistan è stato tirato insistentemente in una coalizione per combattere contro gli Huthi. E solo grazie all'opinione pubblica, e quindi alla decisione del parlamento, il mio paese ha resistito. Dopo tutto, il nostro governo è fortemente dipendente dagli aiuti stranieri, in gran parte sauditi, per risolvere i problemi interni, del bilancio ecc. Anche se il mondo non è convinto della potenza dell'inviolabilità del regime saudita, consentitemi di esprimere dubbi sulla sua stabilità. E forse l'attuale decisione della coalizione  un tentativo di evitare un tale sviluppo. Inoltre, c'è sullo sfondo l'intervento attivo della Russia in Siria. Io vedo questo come un passo verso la creazione di un ordine mondiale multipolare. Inoltre, va detto che i recenti sviluppi, tra cui la storia dell'aereo russo abbattuto, hanno convinto il mondo della superiorità morale ed etica della Russia": http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1738011/opinione-arabiasaudita-coalizione.html#ixzz3uVhSg6lH
Deputato turco accusato di tradimento per l'intervista con RT. 17:50 16.12.2015. Il deputato del Partito Repubblicano del Popolo della Turchia aveva raccontato ai giornalisti che nel 2013, su territorio turco, i militanti dell’ISIS si erano riforniti di gas nervino sarin, che viene utilizzato per la produzione di armi chimiche.  Il procuratore generale di Ankara ha avviato un'indagine contro il deputato del Partito Repubblicano del Popolo della Turchia Eren Erdem, dopo che questi aveva raccontato in un'intervista a RT, che i militanti del Daesh (gruppo vietato in Russia) si erano riforniti in Turchia di gas sarin, utilizzato per la produzione di armi chimiche. Secondo i media locali, la polizia sospetta Erdem di tradimento e può essere privato dell'immunità parlamentare. Erdem dice che, sia in Turchia che in Occidente, si conoscono gli autori degli attacchi chimici avvenuti in Siria nel 2013, per i quali è stato accusato Assad. Armi chimicHE.  La Turchia dietro l'attacco chimico dell'ISIS a Damasco. "Materiali per le armi chimiche sono stati importati in Turchia, e poi trasferiti in un capo del gruppo del Daesh in Siria, allora membri di Al-Qaeda in Iraq", aveva detto in un'intervista con RT Eren Erdem. Abbiamo le registrazioni che lo confermano. L'ufficio del procuratore ha avviato un'indagine, che ha portato agli arresti delle persone coinvolte. Tuttavia, una settimana dopo, il caso è stato trasferito in un altro pubblico ministero, e tutti sono stati rilasciati. Attraversarono il confine turco-siriano e sono fuggiti": http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1739762/turchia-deputato-tradimento-isis-sarin.html#ixzz3uViYMfkT
6/12/2015 INDIA. Karnataka: assolti otto cristiani, accusati di conversioni forzate. I giudici di Puttur hanno stabilito la loro innocenza. Erano detenuti dal 2007 perché incolpati di fare proselitismo tra gli indù. Leader cristiano: “I cristiani sono minacciati, insultati e molestati di continuo da estremisti indù di destra, che interrompono le preghiere anche nelle case private”. Bangalore (AsiaNews) – Un tribunale del Karnataka ha deciso di assolvere con formula piena otto cristiani accusati di conversioni forzate dall’induismo al cristianesimo. I giudici della corte di Puttur hanno stabilito che gli imputati sono innocenti e le accuse contro di loro sono false. Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), dice ad AsiaNews: “Questa è una vittoria non solo per gli otto cristiani innocenti, ma per l’intera comunità cristiana. Di continuo i cristiani vengono molestati, minacciati e imprigionati dalle autorità con false accuse di conversioni forzate”. Gli otto uomini erano detenuti dal settembre 2007. Alcune persone del villaggio di Balya li avevano accusati di andare di casa in casa e fare proselitismo. La polizia di Kadaba aveva accolto la denuncia e registrato il caso contro T Sebastian, K Varghese, M Thomas, S Babu, V Baby, T Joseph, T Alexander e T James. I giudici della quinta sezione distrettuale di Puttur invece hanno fatto cadere tutte le accuse e rimesso i cristiani in libertà. Il presidente del Gcic commenta: “La conversione è un diritto stabilito dalla Costituzione. Ma la conversione attuata con mezzi fraudolenti o attraverso la coercizione è illegale e illecita: essa non è conversione”. Il leader cristiano conclude: “I cristiani del Karnataka sono spesso minacciati, molestati e insultati dagli estremisti di destra indù, che interrompono le loro preghiere anche nelle case private e li incolpano di presunte conversioni estorte con la forza. Il Gcic accoglie con gioia l’assoluzione degli otto cristiani innocenti”.Queste persone appartengono alla comunità dalit e sono più aperte ad accogliere l'evangelizzazione. Per questo è ancora più importante che le persone votino per difendere e garantire la propria libertà di culto e di coscienza. le nostre famiglie hanno bisogno di libertà religiosa perché la fede le sostiene le nutre e le rafforza. Oltre a questo c'è urgente bisogno di posti di lavoro per permettere a queste famiglie di essere autosufficienti dal punto di vista economico. I bambini che sono il nostro futuro hanno bisogno di un'istruzione di qualità. In queste zone la Chiesa cattolica è la prima a occuparsi di educazione ma anche il governo deve occuparsene investendo in istituti qualificati per la nostra nuova generazione. I nostri giovani hanno il diritto di essere guidati per diventare leader di successo. Hanno bisogno di formazione scientifica per poter diventare bravi agricoltori e allevatori. Il futuro è nel grano non nelle pistole. Le persone non si nutrono con i proiettili. Di recente abbiamo organizzato un laboratorio per alcuni di loro ma questo dovrebbe essere fatto a livello nazionale. Qui nel nord del Karnataka anche la sanità è in condizioni di estrema gravità e causa grande indignazione tra la gente. È di assoluta importanza che le persone vivano godendo di piena dignità umana. Anche la condizione delle donne è critica e i nostri rappresentanti dovranno occuparsi di emancipazione e di fornire alle ragazze adeguati programmi di formazione per il loro sviluppo. È urgente per noi che siamo nella Chiesa migliorare la nostra funzione di guida anche nella società soprattutto in aree come la vita politica e lo sviluppo sociale. Ai giovani voglio dire di proclamare senza paura la loro amicizia con Gesù e di coltivare un senso della Chiesa mettendo a disposizione i loro talenti e le loro energie al servizio della Chiesa che è vostra madre.
===============
è VERO CHE: Arabia Saudita ha dato vita all'alleanza militare islamica, LA cui formale missione sarebbe quella di combattere il terrorismo. [ 16 dicembre 2015 ] ma, in realtà, il concetto di "TERRORISMO" per ARABIA SAUDITA è: esattamente un concetto: opposto del nostro! Per loro è terrorismo il nostro falso diritto di poterci opporre al loro dovere di islamizzazione!
================
e chi ha detto che i sacerdoti di satana: sistema massonico anticristo farisei: cioè, che anche loro non hanno i loro santi rothschild usurai martiri? anche Hitler aveva i suoi! ] ECCO PERCHé, PER IL BENE DELLA LORO ANIMA, IO STO PROGETTANDO DI SOMMERGERLI DI TRIBOLAZIONI INTERIORI ED ESTERIORI! OVVIAMENTE, ALLA CIA LO SANNO, IN TUTTO QUESTO, NON C'è NULLA DI PERSONALE PER ME! [ Rajoy aggredito in Galizia, prende schiaffo e perde occhiali. Colpito al volto questo pomeriggio si trovava in campagna elettorale a Pontevedra in Galizia da un 17enne che si è detto vicino al Movimento Marea, alleato con Podemos.
====================
16.12.2015 ] PERCHé NEL CONTROLLO SUL NUCLEARE SONO STATE INCLUSE LE AREEE COME: commercio, la tecnologia, la finanza e l'energia, che sono le più CARATTERISTICHE DELLA SOVRANITà DI UN PAESE? IO VOGLIO DISTRUGGERE L'IRAN A CAUSA DELLA SHARIA, QUESTO è VERO! PERò QUESTA VIOLAZIONE DI SOVRANITà è UN ABUSO! relative al programma nucleare iraniano, tra cui misure per garantire l'accesso a queste aree, come il commercio, la tecnologia, la finanza e l'energia: Gli Stati Uniti potrebbero imporre nuove sanzioni contro l'Iran, se le sue azioni nel settore nucleare si dimostreranno pericolose. Lo ha annunciato il portavoce della Casa Bianca Josh Ernest. Le regolari dichiarazioni della Casa Bianca sono arrivate dopo la prova che l'Iran ha lanciato un nuovo missile balistico. Il comitato di esperti dell'ONU ha riconosciuto che il lancio del missile a lungo raggio dell'Iran, nel mese di ottobre, è una violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. In relazione all'introduzione di nuove sanzioni degli Stati Uniti contro l'Iran, il portavoce della Casa Bianca ha detto: "Io certamente non escludo misure aggiuntive, se i nostri rappresentanti in materia di sicurezza nazionale decideranno che le nuove sanzioni sarebbero utili per contrastare questa attività." Come si comporterà l'Iran di fronte al timore dell'introduzione di nuove misure restrittive dopo il lancio del piano d'azione comune globale (SVPD) sul suo programma nucleare? La posizione ufficiale di Teheran sulla questione è stata espressa in un'intervista con Sputnik Persian dal consigliere del presidente del consiglio dell'IRI per gli affari internazionali Hossein Sheikholeslam: "L'Iran non considera onesta la diplomazia degli Stati Uniti, che fermamente adempiere gli obblighi di trattati e accordi. Tuttavia, l'Iran ha adempiuto a tutti i suoi obblighi e rigorosamente aderisce agli accordi raggiunti con l'Occidente e gli Stati Uniti. Questo vale soprattutto per l'accordo globale su INP e SVPD. Tuttavia, non siamo abbastanza certi che gli Stati Uniti adempiano ai loro obblighi. Vediamo che gli Stati Uniti stanno agendo seguendo solo le condizioni più favorevoli per i loro interessi, non come dovrebbero nel quadro dell'accordo. Pertanto, siamo pronti a tutto. E 'difficile dire se, in pratica, si arriverà al punto che gli Stati Uniti imporranno nuove sanzioni, ma posso sicuramente dire che se ciò accade, da parte dell'Iran seguirà una risposta altrettanto dura". Ricordiamo che i sei mediatori internazionali (USA, Gran Bretagna, Francia, Germania, Russia, Cina) e l'Iran, il 14 luglio di quest'anno, hanno raggiunto un accordo storico sul programma nucleare iraniano. È stato firmato un piano comune globale d'azione (SVPD), che mira a garantire il carattere esclusivamente pacifico del programma nucleare iraniano e la rimozione completa di tutte le sanzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, così come le sanzioni internazionali e nazionali relative al programma nucleare iraniano, tra cui misure per garantire l'accesso a queste aree, come il commercio, la tecnologia, la finanza e l'energia: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1741641/iran-usa-sanzioni-nucleare.html#ixzz3uYt0ZRnn
Gianfranco Menotti · Anzano del Parco
Questo accordo è sostenuto dagli USA con l'intento di innervosire sempre più gli Israeliani in modo che si decidano,una buona volta, ad attaccare l'Iran ,a scopo preventivo del riarmo nucleare,e dare inizio ad un'altra guerra.
==================
i vertici del Governo Turco, IN PIù OCCASIONI, si sono AUTO-riconosciuti la responsabilità materiale, ideologica, economica (nEGAZIONE RISARCIMENTO): di questo atto: premeditato: di terrorismo immorale, di questo delitto internazionale, contro il genere umano. ORA IO PRETENDO CHE LA TURCHIA VENGA DISTRUTTA! Il bombardiere russo Su-24 è stato abbattuto da un F-16 turco sul territorio siriano ed è caduto a quattro chilometri dal confine con la Turchia. Lo Stato Maggiore russo ha detto che il jet non ha attraversato il confine con la Turchia, e questo è confermato sia dai dati della difesa aerea siriana, così come dal Pentagono. La Turchia sostiene che l'aereo russo è entrato nel suo spazio aereo. Il pilota del Su-24 Oleg Peshkov è stato ucciso dopo l'espulsione dal velivolo dai militanti presenti nel territorio controllato dai turkmen siriani. Illeso il co-pilota Konstantin Murahtin che ha riferito che il velivolo non ha attraversato il confine e di non aver ricevuto nessun avvertimento dal caccia turco: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1742596/turchia-russia-relazioni-trucco-ripristino.html#ixzz3uYvHzS47
I media turchi hanno riportato il fermo di 27 navi mercantili russe. ] la presunzione abusiva, pretestuosa, arbitraria: svincolata dal diritto, i turchi rovinerà, perché la NATO è una struttura difensiva! [ 16.12.2015. L'ambasciata russa ad Ankara ha ricevuto denunce per la detenzione illegale di navi russe nei porti della Turchia, ha detto il portavoce dell'ambasciata Igor Mityakov. "Dal momento dell'incidente del jet russo Su-24 del 24 novembre scorso e l'introduzione di misure economiche contro la Turchia, Sono stati segnalati appelli all'ambasciata da armatori russi e dagli equipaggi delle navi russe sui fatti di detenzione illegale nei porti turchi " — ha detto Mityakov rispondendo alla richiesta di commentare le informazioni per il fermo di 27 navi russe nei porti turchi. In precedenza, i media turchi avevano riferito che il paese ha fermato un totale di 27 navi mercantili russe a causa della mancanza di adeguata documentazione in risposta al fermo delle navi turche nel Mar Nero. Secondo i media, le autorità turche hanno preso queste azioni come risposta al presunto dlocco di otto navi turche mercantili da parte dei russi. Questi incidenti hanno avuto luogo presumibilmente nel periodo dal 24 novembre, quando la Turchia ha abbattuto un bombardiere russo Su-24 sulla Siria, e il 15 dicembre: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1741935/navi-russia-porti-turchia-blocco.html#ixzz3uYwfzfqM


 tutta la civiltà, #Alnusra #ISIL #Qaeda, che, satanisti, farisei, Illuminati, salafiti, USA, Arabia Saudita, Onu, Lega ARABA, stanno portando in Siria: la loro democrazia: lol. in Irak, ed in Kosovo con tutti i serbi uccisi, e tutte le chiese cimiteri deliti!! attaccare una nazione sovrana, attraverso, il terrorismo?, è il frutto, legittimo, coerente, del loro auto-attacco dello 11-09. ] L'Esercito Arabo Siriano Elimina Terroristi non-Siriani e Sventa Infiltrazione di Umini Armati dal Libano. L'esercito siriano, in collaborazione con il personale della guardia di frontiera, questa domenica ha sventato il tentativo di mercenari-terroristi stranieri di infiltrarsi dal Libano in Tal al-Na'imat, campagna meridionale di al-Qusseir, uccidendo 6 terroristi, tra i quali il terrorista libanese Mohammad Abdel-Razaq al-Daher. Le Unità dell'Esercito Siriano hanno anche distrutto i nascondigli dei terroristi nel villaggio di al-Zara, campagna di Homs, uccidendo decine di mercenari-terroristi, tra i quali i sauditi Mohammad al-Mashhadani e Alaa al-Mashhadani, i libanesi Ali Jarbou, Duraid Safwan e Waled al-Owishat, ed il giordano Khalifa Hamdan al-Naser.
SFP - http://wp.me/p1P9ia-7nM
Questi sono gli assediati a Homs vecchia che la cosiddetta coalizione dell'opposizione vorrebbe garantire loro corridoi sicuri ….
Questi chiedono l'istituzione dei califfati, ma quale califfati??? …
Forse vogliono i califfati che screditano le fedi altrui, quelli di sgozzare e squarciare i ventri delle donne gravide, oppure i califfati dello stupro delle donne e jihad il sesso, forse quelli di tagliare le teste e sfigurare i cadaveri, o ancora i califfati del furto, della distruzione e rovinare tutto secondo una legislazione wahabita satanica sionista americana???? … Che la maledizione vi copra e con voi rimanga sempre fino al giorno del giudizio. Chiediamo ai nostri Dirigenti di eliminarli tutti perché a Homs vecchia non ci sono altri che traditori terroristi mercenari collaborazionisti dei sauditi, del Qatar, di Erdogan, della Francia, della G. Britannia, di Israele e degli USA.
Il terrorista criminale Adnan Bakkur responsabile del massacro contro la fanteria a Aleppo, oggi è stato ucciso insieme ad altri 12 terroristi.
Inizio della risoluzione...
La risoluzione militare è già decisa su tutto il territorio della Siria. ..
Tra due settimane dalla presente data l'Esercito Arabo Siriano purificherà tutta la Siria dalla presenza dei terroristi armati e da tutte le bande armate ....
Le buone nuove sono in arrivo dai campi delle battaglie, aspettate altre presto ....

[ tutta la civiltà, #Alnusra #ISIL #Qaeda, che, satanisti, farisei, Illuminati, salafiti, USA, Arabia Saudita, Onu, Lega ARABA, stanno portando in Siria: la loro democrazia: lol. in Irak, ed in Kosovo con tutti i serbi uccisi, e tutte le chiese cimiteri deliti!! attaccare una nazione sovrana, attraverso, il terrorismo?, è il frutto, legittimo, coerente, del loro auto-attacco dello 11-09. ]Siria, Carro armato dell'esercito protegge un pullman di civili dopo essere stato attaccato da terroristi sull'autostrada Damasco-Homs, in zona Qaboun. http://youtu.be/yLFhH60IMxI
LIBANO: AUTO-BOMBA SUICIDA A HERMEL, 4 MORTI, 20 FERITI
L'attentato é stato compiuto contro la stazione di servizio per rifornimenti di gas/benzina di al-Aytam, nell'area detta degli "Orfani" nella cittadina di Hermel (Beirut) da parte di fanatico pazzo suicida a bordo di una grossa auto, un Suv 4x4 Grand Cherokee.
Il bilancio ancora provvisorio è di quattro morti e oltre venti feriti.
Il gruppo terroristico di al-Nusra ha rivendicato l'attentato via Twitter, adducendo come causale la "Vendetta Contro l'Invasione".
La Polizia Militare Libanese sta conducendo indagini che portino agli organizzatori.
SFP da Al-Manar
Al-Muallem: abbiamo rifiutato proposta americana di dialogo diretto finche nn presentano delle scuse per il discorso irresponsabile di Kerry

Siria, #ISIL ai cristiani della città Raqqa: convertiti all'Islam o pagate Al-Jizya (il pizzo o l'imposta di "compensazione") Lo stato Islamico nell'Iraq e nel Levante, ha rilasciato un comunicato sulle loro account di social network in cui convocano i cristiani che si trovano sotto il loro assedio nella città Raqqa, per discutere il loro destino e salvarsi, obbligandoli di scegliere tra convertirsi all'Islam o pagare Al-Jizya. [ tutta la civiltà, #Alnusra #ISIL #Qaeda, che, satanisti, farisei, Illuminati, salafiti, USA, Arabia Saudita, Onu, Lega ARABA, stanno portando in Siria: la loro democrazia: lol. in Irak, ed in Kosovo con tutti i serbi uccisi, e tutte le chiese cimiteri deliti!! attaccare una nazione sovrana, attraverso, il terrorismo?, è il frutto, legittimo, coerente, del loro auto-attacco dello 11-09. ] è vero, dalla cupola di una Chiesa, è stata abbattuta la croce, e il 50% delle chiese in Siria è stato demolito, al Kosovo è andato peggio, non una sola chiesa, è rimasta al suo posto! [grazie a banda criminale di satanisti anticristi: #ONU, #UE, #USA, tutto il sistema massonico, #Lega #ARABA, #Herman #Van #Rompuy, #Obama, #Hollande, #Merkel e #Cameron, alto tradimento, di lucertole sataniche, 666, figli di farisei anglo-americani, per rubare la vita, e la sovranità monetaria ai popoli.] !

Forze speciali dell'Esercito Arabo Siriano attacca con successo il nord della Città di Yabroud nella periferia di Damasco; e l'uccisione di uno dei comandanti da poco tempo nei pressi di una zona circondata nella zona. L'Esercito Arabo Siriano controlla il punto più alto del Monte di Al Tharda nei dintorni dell'aeroporto di Dei Ez Zor dopo violenti combattimenti con gli esponenti armati di quello che chiamano esercito dell'islam con l'uccisione e il ferimento di numerosi terroristi armati oltre alla distruzione dei loro veicoli armati di mitragliatrici pesanti, i cadaveri di numerosi terroristi sono ancora sparsi nella zona dei combattimenti. Il Generale Fahd El Frej afferma che siamo nella fase di liberare Aleppo da tutte le bande dei terroristi armati. che inizi la rasatura delle barbe dei barbari. Gruppo terroristico massacra sette cittadini in in periferia di Talkalakh in Homs. Un gruppo terroristico armato infiltrato dal Libano ha commesso un nuovo massacro contro sette cittadini del villaggio di al-Ghayta in campagna di Talkalakh.
Una fonte ha detto a SANA che decine di terroristi si sono infiltrati da Khurbet al-romano in Libano in villaggio al-Ghayta e hanno aperto il fuoco sui cittadini, provocando la morte di 7 cittadini.
La fonte ha aggiunto che un'unità dell'esercito si è scontrata con i terroristi, uccidendo e ferendo un certo numero di loro, mentre gli altri sono fuggiti in territorio libanese.

Fonte privata a Sham-FM: L'esercito siriano nella zona Qadam, sud della capitale combatte contro 5 brigate di milizie radicali che sono: Ahrar Al-Sham, Ahfad Al-Rasoul, Brigata Dajana, il fronte Nusra e brigate Al-Izz, di maggioranza stranieri negli ultimi 6 ore la lista mercenari uccisi: Dalla Tunisi ( Sharif Ben Ali, Dawood Bin Omar, Adib bin Abdul Qader), dall'Arabia saudita (Baker jaidi, Omar Al Ka'abi e Saed Al-Kahtani). Mentre Brahimi annuncia zero realizzi a Ginevra2, il governo va avanti con il processo di riconciliazione nazionale.
Dopo il quartiere Barzeh a Damasco e la città Muaddamieh nella periferia, oggi sono stati aderiti al processo le località Babbilah e Bait Sahem in periferia est di Damasco (Ghouta), dove 29 uomini armati si sono arresi consegnando le armi e permettendo l'evacuazione di 120 civili.
L'iniziativa di riconciliazione nazionale prevede l'arresa dei terroristi, la consegna delle armi e il concedendo l'ingresso dell'esercito nelle aree attualmente occupate da terroristi, oltre all'evacuazione di civili e l'arrivo di aiuti umanitari.
In corso anche una simile iniziativa nella città vecchia di Homs.
La foto è dal quartiere Barzeh, mentre le autorità ripuliscono le strade dalle barricate che erano state create dai terroristi, preparando ai lavori di riabilitazione delle case e le infrastrutture per il rientro degli abitanti che sono stati costretti ad abbandonare le loro abitazione per causa del terrorismo. Siria, Le forze armate riprendono il controllo sul monte sud di Almrieih e parte della strada Al-Mayadeen a Deir al-Zour, dopo aver neutralizzato 25 terroristi distruggendo certo numero di loro veicoli.

Siriani a Ginevra per la Siria, Presidente,Esercito e delagazione (31 foto)
Al-Jaafari: La delegazione della cosiddetta coalizione di opposizione non possiede alcuna risposta, arriva tutto pronto su ritagli di carta, e quando escono dal contenuto si disorientano. Al-Jafari ai siriani riuniti davanti alla sede delle Nazioni Unite a Ginevra: Abbiamo portato la vostra voce dentro l'aula della conferenza e abbiamo detto a loro: chi vuole sapere ciò che vuole il popolo siriano, bastasse guardare fuori al quartier generale delle Nazioni Unite riunite.
Stamattina centinaia di siriani sono riuniti davanti sede delle Nazioni Unite a Ginevra per esprimere sostegno alla madrepatria, Siria, all'esercito e la delegazione ufficiale siriana.
http://youtu.be/QWb6zQ7HKfU
Centinaia di siriani riuniti davanti sede UN a Ginevra per esprimere sostegno alla madrepatria, Siria, l'esercito e la delegazione ufficiale
Il Ministro John Kerry, a margine della riunione fatta a Montreux ha confessato, in una conferenza stampa che "il terrorismo che sta imbattendosi contro la Siria è superiore ad ogni possibilità di resistenza di qualunque paese".
Questo significa che la Siria insieme ai suoi alleati, sono riusciti a fare fallire il progetto americano - saudita - sionista, attraverso la cacciata dei terroristi da oltre il 70% del territorio siriano, e l'assedio di quanto rimasto delle loro fila in determinate zone a nord e nord est, e all'estremità dei sud, nella periferia di Daraa e nei Monti di Al Qalamoun, con i combattimenti in corso per bonificare l'intero territorio siriano dalla presenza del terrorismo e dei terroristi anche se tra poco tempo.

[ Rothschild satana, allontanati dalla Siria! king Saudi Arabia, leggi e impara! ] Il Piano proposto dalla delegazione della Repubblica Araba Siriana a Ginevra 2, rifiutato da parte dei terroristi venuti in veste di delegazione dell'opposizione siriana guidata da Robert Ford ex Ambasciatore USA a Damasco.
Il testo: ELEMENTI FONDAMENTALI PER
UNA DICHIARAZIONE POLITICA
1-) Il rispetto della sovranità della Repubblica Araba Siriana, della sua integrità territoriale rifiutando la cessione di qualunque parte di esso, di operare per la liberazione di tutti i territori sotto occupazione straniera;
2-) Il rifiuto di ogni tipo e forma di ingerenza o dettati esterni in questioni interni siriani siano essi direttamente o indirettamente, e laddove soltanto i siriani in proprio sono titolari esclusivi di decidere il futuro del proprio paese con strumenti democratici attraverso le urne, nonché soltanto il Popolo siriano è il titolare esclusivo nella scelta del sistema politico lontano da ogni modello imposto non accettato dal Popolo siriano;
3-) La Repubblica Araba Siriana è uno Stato democratico fondato sul pluralismo politico, sulla sovranità della legge, sull'indipendenza della Magistratura e del cittadino siriano, sulla protezione e difesa dell'unità nazionale, sul pluralismo culturale dei componenti la società siriana e della tutela della libertà in generale;
4-) Il rifiuto del terrorismo, combatterlo e ripudiare ogni forma e tipo di discriminazione, di estremismo, dell'ideologia wahabita screditante delle fedi altrui, e chiedendo agli Stati di cessare la fornitura di armi, l'addestramento, l'accoglienza, la fornitura di informazioni o di garantire ambiente sicuri ai gruppi terroristici, nonché il rifiuto delle istigazioni mediatiche a compiere atti terroristici in ottemperanza alle Direttive Internazionali riguardanti l'antiterrorismo;
5-) Preservare tutte le Istituzioni e gli enti statali, le infrastrutture, i beni pubblici, privati e la loro protezione.
Russia: accusare il governo siriano di impedire l'arrivo di aiuti umanitari alla città di Homs è una distorsione della verità.

Russia: accusare il governo siriano di impedire l'arrivo di aiuti umanitari alla città di Homs è una distorsione della verità. Siria, il ferimento di 4 cittadini a seguito dell'attacco terroristico con colpi di mortaio sul quartiere Midan a Damasco. Due giorni fa era stata pubblicata una foto del sionista Jhon Mccai mentre premia uno dei rivoluzionari sauditi ed americani in Siria, ma qualche ipocrita aveva sostenuto che la foto è una mistificazione. Allora a voi la nuova foto in una riunione di Jhon Mccain con i terroristi mujahidin nel nome dell'America e dell'Arabia Saudita. Periferia di Homs: Tal Kalakh: l'Esercito Arabo siriano, con la collaborazione della difesa nazionale prende il controllo su (Tel Samih - il versante orientale della cittadina al Qamairi) contestualmente con il cannoneggiamento di (al Zara - Al Hasrijie - al Shaqahid) provocando l'uccisione di decine di esponenti armati nelle fila dei terroristi sicari e mercenari oltre alla completa distruzione degli armamenti in loro possesso. l'esercito turco disposto lungo il confine in corrispondenza della cittadina di "Al Raei" nella periferia orientale e procede allo scavo di una trincea di profondità di 4 metri lungo il confine. [ il teatrino miserabile dello Ottomano Erdogan, l'amico della Europa di massoni anticristi van rompuy ]
Accade questo fatto in concomitanza del tentativo di impedire qualunque operazione di infiltrazione verso il territorio turco da parte dell'organizzazione terroristica chiamata S.I.I.S. (lo stato Islamico in Iraq e Siria) che sta cercando, da questa mattina di prendere il controllo sulla cittadina Al Raei uno dei centri di raggruppamento del cosiddetto "Brigata del Tawhid" (dell'unificazione) che opera agli ordini del Governo di Erdogan.

Sergej Lavrov: Nessuno potrà rispondere alla domanda sulla garanzia dell'integrità territoriale della Siria se dovesse, un domani, andare via Al Assad. Sana – Roma
La Comunità Araba Siriana in Italia continua la sua mobilitazione contro la guerra planetaria che sta subendo la Siria.
Uno degli ultimi attività svolte è quella dell'invio di Ambulanze attrezzate con le più moderne tecnologie mediche in Siria.
Durante un incontro del dottor Jamal Abou Abbas, Presidente della Comunità in Italia, ha affermato che questa campagna umanitaria comprende decine di ambulanze attrezzate con strumenti tecnici medicali da inviare in Siria al momento del completamento del numero previsto nella campagna.
Il dottor Jamal Abou Abbas ha anche affermato che la Comunità Araba Siriana in Italia, sin dall'inizio degli avvenimenti si è mobilitata in difesa della Siria illustrando la verità di quanto avviene in Siria all'opinione pubblica italiana svelando la mistificazione e la propaganda mediatica delle emittenti nemiche che ha svolto e svolge una alterazione voluta della realtà e dei fatti che accadono in Siria.
Sulle attività svolte dalla comunità, lo stesso Abou Abbas, asserisce che l'attività è stata diretta a mettere i giovani italiani delle scuole superiore in grado di conoscere la verità dello svolgimento degli avvenimenti e quanto sta subendo la Siria come conseguenza, oltre ovviamente ad aver coinvolto anche gli ambiti universitari per portare la vera immagine delle situazioni in atto in Siria, nonché sono stati fatti diversi incontri con le forze politiche desiderose do conoscere la verità su quanto sta accadendo in Siria di terrorismo, sottolineando che numerose delegazioni italiane hanno visitato la Siria proprio per conoscere da vicino la realtà dei fatti l'ultima di queste delegazioni è stato in contemporanea con le minacce americane dell'aggressione militare contro la Siria;
La Comunità Araba Siriana aveva anche organizzato in occasione della conferenza di Ginevra 2, precisamente davanti al Palazzo della conferenza a Montreux in Svizzera anche con la partecipazione della persona del Vescovo del Quds (Gerusalemme) in esilio, Hilarion Caputcci. Al-Mikdad: Sfido chiunque a provare che sia stata strappata anche solo un'unghia ai bambini siriani, come è stato pubblicizzato dai mass media partner nello spargimento del sangue siriano. Ultim'ora, Cacce turche bombardano centro di comando dello stato islamico all'interno del territorio siriano. #Siria

[tutta la civiltà, #Alnusra #ISIL #Qaeda, che, satanisti, farisei, Illuminati, salafiti, USA, Arabia Saudita, Onu, Lega ARABA, stanno portando in Siria! attaccare una nazione sovrana, attraverso, il terrorismo?, è il frutto, legittimo, coerente, del loro auto-attacco dello 11-09. ] Ginevra 2, La Siria era, lo è e sarà governata da uomini di Stato, non da dilettanti o semi-uomini, lo ha detto la delegazione ufficiale siriana alla cosiddetta coalizione: Ginevra, La delegazione ufficiale della Siria alla conferenza di Ginevra 2 ha affermato, Venerdì, di aver fatto del suo meglio per usufruire della conferenza, ma la mancata risposta della delegazione della cosiddetta "coalizione d'opposizione" a ciò che la delegazione ufficiale siriana ha presentato, sia al livello politico che sulla lotta contro il terrorismo ha sventato i suoi sforzi per fermare lo spargimento di sangue in Siria. La delegazione ufficiale ha detto alla delegazione della cosiddetta "coalizione d'opposizione" che la Siria era ed è ancora governata da uomini di Stato, non da dilettanti o semi-uomini.
La delegazione ufficiale ha aggiunto che ha mostrato disponibilità a discutere l'attuazione del comunicato di Ginevra 1, ma questo è impossibile con membri che non rappresentano alcun lato tranne se stessi, altrimenti questo deve essere fatto con tutti gli spettri dell'opposizione nazionale.
La delegazione ufficiale ha detto che il coinvolgimento di Israele nella crisi in Siria è evidente come cristallina e questo richiede condanna da ogni cittadino siriano onesto, la cosa che era assente nelle dichiarazioni della delegazione della cosiddetta "opposizione" sia all'interno che al di fuori delle riunioni.
Siria, Guardie di frontiera dell'esercito siriano sventano tentativo terroristico d'infiltrazione dal libano elimina un certo numero di loro tra cui il libanese Mohamed Abdel-Razzaq Al-Daher, nepote di un parlamentare del movimento filo Usa-Saudita (Mustakbal o 14 Marzo) e sequestrate armi e munizioni
Attenzione: +21, video molto forte, Cannibali dell'ISIL decapitano un cittadino siriano, in periferia di Homs perché lealista.
جبهة النصرة في ريف حمص تقتل مواطن سوري "ذبحاً"..
#سوريا #حمص #داعش #القاعدة
#فيديو يظهر قيام مجموعة من الأشخاص يعتقد أنها تنتمي لـ #جبهة_النصرة بقتل شخص "ذبحاً" في أحد المناطق بريف مدينة حمص، وذكر ناشطون أن حكم القتل صدر بحق الرجل بسبب مولاته للحكومة السورية ومشاركته بالأعمال القتالية إضافة لأسباب طائفية.
#تحذير: الفيديو يحتوى على مشاهد قاسية.
#ٍSyria #Homs #Alnusra #ISIL #Qaeda #Video
A video shows a group of gunmen, which believed to belong to al-Nusra Front, has slaughtered a citizen in Homs countryside, as activists tell that the death sentence was issued for his loyalty to Syrian government and participating in combating actions besides sectarian reasons.
#Warning: the videotape contains cruel scenes.

cazzo [#Netanyahu, #Israele,] non agire? significa lasciare la iniziativa ai farisei anglo-americani sauditi salafiti, che, vogliono la tua morte.. per sopravvivere, tu devi avere una politica, aggressiva ed autonoma! ] tutte le comunità, ebraice del mondo non faranno mancare a te l'aiuto necessario! io ho dato disposizioni per questo! [ Terrorist Confesses to Taking Part in Two Terrorist Bombings Which Claimed over 100 Citizens' Lives. 30 Saturday Nov 2013. Posted by nevaehwest in Al-Wesi, Damascus, ISIL, ISIS, Jaramana, SANA, Syria, Terrorists, Terrorists confessions, Terrorists Gangs
Al Qaeda, al-Wesi, Damascus, Islamic State of Iraq, Jaramana, Syria, Syrian Arab News Agency, Terrorism. Damascus, (SANA) – The authorities arrested terrorist Khaled Ismail al-Wesi who admitted to taking part in the two terrorist bombings which took place in Jarmana on November 28th, 2012, claiming the lives of over 100 citizens.
In confessions broadcast by the Syrian TV on Friday, 23 year-old al-Wesi said that when the events in Syria began, his cousins and some of his friends tried to talk him into participating in protests, and at first he refused but agreed to do so after they threatened him. He was tasked by a man called Hussein al-Mubarak with recording protests, and he did so using a camera provided by al-Mubarak who later introduced him to Anas and Ahmad al-Mashtuli who manufacture explosive devices and told him to work with them. Al-Wesi said he delivered two IEDs made from small gas cylinders to Sayyedeh Zeinab area, and the devices were detonated while he was on his way back from delivering them.
Two days after this, he and his cohorts rigged explosive devices, with al-Wesi himself rigging 30 devices, and 15 days later they met Anas al-Mashtuli who showed them videos of terrorist attacks carried out by the Islamic State of Iraq and Syria (ISIS) and told them that they should prepare to do similar attacks against "those who oppose them, don't follow Islam and stand against jihad."
Al-Wesi and the three other terrorists took weapons and rode in two cars rigged with explsoves, then they headed from Hejjeira to Aqraba then to the Airport road before using a dirt road to reach Jaramana, then Anas drove the first car alone into Jaramana, then came back and detonated it remotely.
The terrorist said that they waited until people flocked to the site of the bombings and ambulances and fire trucks arrived, then they drove the second car into Jaramana where Anas instructed him to steal a getaway car, and he broke into a car and hotwired it and picked up his cohorts and drove away, and then once they passed a certain distance Anas detonated the second car bomb remotely.
Al-Wesi concluded by saying that afterwards, they hid in Anas's house, and the latter put Al Qaeda flags on a car and drove around in it, boasting about the crime they committed using loudspeakers. SANA
#ONU, #UE, #USA, tutto il sistema massonico, #Lega #ARABA, #Herman #Van #Rompuy, #Obama, #Hollande, #Merkel e #Cameron, alto tradimento, di lucertole fottute, 666, figli di farisei anglo-americani per rubare la vita, e la sovranità monetaria ai popoli.. è inutile, che, voi andate a nascondere, voi stessi, io vi schiaccerò, sotto i miei piedi, e non un solo osso rimarrà intatto: nel nome di Gesù! infatti, voi non potrete sottrarre, voi stessi, dalla mia ira!

tutta la criminalità, di una religione corrotta salafita, wahhabita, saudita, fiacheggiata da: anticristi, ONU, UE, USA, tutto il sistema massonico, Herman Van Rompuy, #Obama, #Hollande, #Merkel e #Cameron, che, ha rubato il sinoraggio bancario, per rovinare definitivamente, tutto il genere umano! ] A Hermel in Libano, città caposaldo di Hezbollah, durante l'esplosione di un'autobomba sono morte almeno tre persone, altre 15 sono rimaste ferite. L'attentato è stato rivendicato nella città, situata al confine con la Siria, dal gruppo Il Fronte Al-Nusra in Libano.
Per le esplosioni nelle città libanesi negli ultimi mesi sono morte decine di persone.
La responsabilità degli attacchi ricade sia sugli estremisti sunniti che sciiti.

lorenzoALLAH

02 febbraio, 15:23, #MOSCA, [ #Obama, #Hollande, #Merkel e #Cameron, finalmente, noi abbiamo capito, quale è: la vera anima satanica, nel #Nuovo #Ordine #Mondiale: di #JaBullOn ] #Enrico #Letta sarà alla cerimonia inaugurale dei Giochi di Sochi, il 7 febbraio. Lo ha detto all'ANSA il portavoce di Putin, Dmitri Peskov, aggiungendo che il premier sarà uno degli oltre 50 capi di Stato e governo presenti. Alla domanda, se, il #Cremlino, attribuisce un particolare significato alla presenza di Letta, uno dei pochi leader europei di primo piano a partecipare all'apertura dopo il forfait di: #Obama, #Hollande, #Merkel e #Cameron, Peskov ha risposto:'Siamo lieti di dare il benvenuto a tutti' [ e perché, non hanno inserito, anche, #Herman #Van #Rompuy? forse lui va a #Sochi? forse, i #satanisti del #FMI, devono rimanere invisibili? ]
 alleluia,
lorenzoALLAH
6 alleluia,

#Mo: #Enrico #Letta, #Bildenberg sosteniamo iniziativa: 322, massone, #Kerry. e, Roma è "amica di entrambi, di #Israele e #Palestinesi", cazzo, ma, se, tu avesti visto, ogni giorno, i 300 innocenti, dhimmi, martiri, cristiani, che, muoiono nel silenzio generale, dei vostri media, del sistema massonico? poi, non oseresti mettere, sullo stesso piano, Israele (come se non esistessero israeliani) e palestinesi nazi sharia, per il califfato mondiale!
 alleluia,
lorenzoALLAH
16 alleluia,

#Nucleare: Kerry a Iran, rispettare impegni [ ma, quale impegni, voi, assassini, nazisti, ONU, USA, UE, Spa, FMI, Lega Araba, voi avete fatto il genocidio dei Serbi in Kosovo, siete dei criminali internazionali, voi avete riempito, la Siria ed il mondo, di Jihadisti terroristi, il vostro: è alto tradimento, e: io giuro sul Trono di Dio, nel none di Gesù Cristo, nato a Betlemme, tale sarà la vostra condanna! il numero, la lista, dei vostri delitti, per conservare il signoraggio bancario, e portare, tutti i popoli alla disperazione, è una lista, che, non può essere fatta! ] Segretario Stato Usa, incontra, ministro Esteri Teheran a Monaco. #Mo: #Letta, sosteniamo iniziativa #Kerry. Premier, Roma è "amica di entrambi, di #Israele e #Palestinesi" [ tutto il bullismo e le stronzate dei massoni bildenberg, gli sciaquini di rothschild il fariseo satanista, io vi ho visti, nella mia fede, già tutti morti! nessuno di voi, può attraversare, il fuoco della giustizia di Dio, disgraziati, ]
 alleluia,
lorenzoALLAH
27 alleluia,

#Israele, quel criminale internazionale, terrorista islamista, di poveri martiri cristiani innocenti, re #Mohammed VI? io non lo voglio perdonare!
 alleluia,
lorenzoALLAH
35 alleluia,

#Netanyahu, non voglio lavorare di fantasia, ma, tu non puoi escludere, che, tutte le armi, che, i satanisti americani, hanno dato per il mondo, possano, anche, essere disattivate a distanza.

Il Vaticano declassificherà il suo archivio risalente ai tempi dell'Olocausto, [ certamente, così quei satanisti del talmud kabbalah, la smetteranno di dire: "christian nazi, christian nazi, christian nazi", per continuare ad alimentare un odio artificiale tra ebrei e cristiani e così, loro possono continuare a rubare il signoraggio bancario in eterno!  ] State ascoltando "La Voce della Russia".
Alla vigilia della Giornata Internazionale della commemorazione delle vittime dell'Olocausto io rabbino Abraham Skorka, amico di Papa Francesco, ha rilasciato al quotidiano britannico "The Sunday Times" un'intervista in cui ha dichiarato con senso di responsabilità che il Pontefice ha l'intenzione di sollevare il velo sul mistero di uno dei periodi suscettibili di interpretazioni più contrastanti e contraddittorie nella storia della Santa Sede. Il riferimento è innanzitutto agli archivi segreti riguardanti il pontificato di Papa Pio XII che sedette sul soglio pontificio negli anni della Seconda Guerra Mondiale.
Andrea Tornielli, vaticanista di gran lustro, autore di una serie di libri tra cui quelli dedicati a Papa Pio XII, ha commentato questa rivelazione nella sua intervista esclusiva a "La Voce della Russia".
Corrispondente: La notizia che ha formulato il rabbino Skorka, ha provocato un'accesa discussione negli ambienti più svariati. È stata una sorpresa in assoluto anche per Lei?
Corrispondente: Come giudica Lei personalmente la figura contraddittoria di Papa Pio XII? È vero che egli, come dicono alcune fonti, salvava gli ebrei, facendo rilasciargli passaporti falsi, o, al contrario, quello che fece non fu sufficiente per ridurre notevolmente il numero delle vittime umane ai tempi dell'Olocausto?

Quale strana malattia sta uccidendo i giovani?
Tags: Societá, Malattia, Commenti, Nel mondo, Psichiatria, Suicidio, Giovani
Alyona Rakitina, Redazione Online
  
30.01.2014,
Sempre più giovani tendono a contrarre questa malattia quasi incurabile. Nella fase iniziale, quando possono ancora essere aiutati, anche un medico esperto riesce difficilmente a individuare i segnali di pericolo della malattia emergente. Ma di che malattia si tratta? E come proteggere se stessi e la propria famiglia?
Oggi parliamo di una malattia che può cogliere assolutamente chiunque. Questa dismorfofobia è un disturbo mentale, espressa in una percezione distorta del proprio corpo, e di conseguenza nell'ipertrofico disgusto di sé. Questa malattia è accompagnata da un elevato rischio di suicidio, soprattutto tra i giovani sotto i 25-30 anni.
La "Voce della Russia" ha deciso, insieme alla psicologa Irina Lukjanova, di capire come fare a individuare in tempo l'inizio della dismorfofobia in se stessi e nei propri amici, che cosa fare se si fosse a rischio, e come iniziare il trattamento.
Nella maggior parte dei casi, i gruppi più a rischio sono persone che sono molto critiche con se stesse, perfezioniste per temperamento, e che soffrono del "complesso del secchione". Particolarmente a rischio di questa malattia sono i ragazzi tra i 14 e 15 anni. In genere, dopo la trentina il numero dei "malati" diminuisce, e alla fine si riduce a zero.

Irina Lukjanova spiega come riconoscere i sintomi della dismorfofobia:
Se notate che una certa caratteristica del vostro aspetto attira costantemente i vostri pensieri, vi guardate continuamente allo specchio, cercando di determinare come gli altri possano vedere la vostra "mancanza", e che cosa potreste fare per nasconderla, se cercate di non essere fotografati, sentite una costante apatia e mancanza di volontà di fare qualsiasi cosa, allora è probabile che siate caduti tra le vittime di questa insidiosa malattia. Se pensate che la vostra "particolarità" esterna vi causa un insopportabile fastidio, e che senza di essa vivreste una vita completamente diversa: sareste socialmente più attivi, avreste successo e felicità, e se il vostro unico desiderio è quello di fare la chirurgia plastica o addirittura pensate al suicidio, allora dovreste rivolgervi al più presto ad uno psicoterapeuta altamente qualificato.

Un ruolo importante nella propensione umana a questa malattia ce l'ha anche ciò che circonda l'individuo più da vicino. Secondo le statistiche, oltre il 60% dei pazienti riferisce di essere stato un bambino sottoposto a critiche costanti per il loro aspetto da parte dei genitori o dei coetanei. Il desiderio di ottenere l'approvazione universale e l'amore, nel futuro spinge le persone ad apportare cambiamenti radicali al proprio aspetto, con uno stravagante stile di abbigliamento, un tatuaggio, così come anche con vari interventi di chirurgia plastica. Altri cercheranno il meno possibile il contatto con il mondo esterno, e cominceranno ad essere solitari, cercando di non uscire di casa di giorno, così che gli altri non possano vedere la loro "bruttezza".
Tra le altre cose, anche i mass media hanno un ruolo importante nello sviluppo di questa malattia, e in questo concorda anche Irina Lukjanova:
Gli adolescenti percepiscono il mondo in modo idealistico. Non si rendono conto le fotografie ritoccate delle persone nelle riviste patinate hanno poco a che fare con la vita reale. Le celebrità che ci guardano dalle copertine, infatti, sono persone come noi, con i loro difetti e le loro carenze, ma i giovani non lo capiscono.

Loro credono sinceramente che le persone non abbiano imperfezioni della pelle, né rughe; che siano tutti alti, slanciati e sempre giovani. Per questo molti si creano un'immagine distorta della realtà a cui il corpo umano dovrebbe essere simile. Questo aspetto standard, che viene imposto dalle riviste, è di fatto irraggiungibile, ma, purtroppo, i giovani raramente lo capiscono. Incapaci di arrivare agli standard fissi, dettati dalla moda moderna, si deprimono, perdono la fiducia e, a volte, anche la voglia di vivere.

Allora cosa bisogna fare per vincere la dismorfofobia, e prevenirne la sua manifestazione più estrema? I dati a riguardo sono deludenti: guarire è quasi impossibile. Questo richiede un approccio integrato, iniziando dalla psicoterapia e i farmaci antidepressivi, fino all'ospedale. Senza un adeguato trattamento, la malattia può diventare cronica, con periodi di ricadute acute e remissioni. L'importante è capire che né il dermatologo, né il centro estetico o i chirurghi plastici sono in grado di aiutare le persone affette da questo disturbo, perché, di norma, non stiamo parlando di veri difetti nell'aspetto, ma di difetti inventati.

La negazione della percezione del proprio corpo per quello che è, non scomparirà dopo l'intervento chirurgico. Questa è puramente psicologica. Nei casi molto avanzati, durante le recidive della malattia, i pazienti possono arrivare ad automutilarsi, cercando di realizzare autonomamente un intervento per eliminare "la loro bruttezza". Ci sono stati casi in cui i malati hanno cercato di asportare da soli il loro grasso dall'addome o dalle cosce, e di tagliarsi una porzione della cartilagine nasale. Oppure hanno scelto di suicidarsi, perché del tutto incapaci di accettare se stessi.

Questa tendenza spaventosa sta guadagnando spazio sempre più velocemente, prendendo le vite di molti giovani. Quindi state attenti! Non prendete seriamente qualsiasi critica alle peculiarità del vostro o dell'altrui aspetto esteriore. Cercate di non fare commenti riguardo l'aspetto esteriore di chi vi circonda, anche se si è guidati, a proprio parere, dalla più nobile delle intenzioni... Dopo tutto, chi sa cosa questo potrebbe causare nell'anima di un'altra persona... Potrebbe scatenare una bufera interiore, capace di sconvolgere tutta la sua vita.
La "pietra vagante" marziana ha reso perplessi gli scienziati
Tags: Scienza e tecnica, Attualita', Notizie, Nel mondo, Marte, Scienza, Spazio. 19.01.2014, Il capo della squadra scientifica del rover Opportunity Steve Squyres ha ammesso che la cosiddetta "pietra vagante", scoperta sulla superficie di Marte, è un fenomeno che non possono spiegare gli scienziati. Lo ha dichiarato Squyres alla conferenza stampa dedicata al 10° anniversario del lavoro del veicolo marziano. "La pietra vagante" è stata scoperta a gennaio 2014, sulle foto scattate da Opportunity. La pietra manca sulle foto del 3536° giorno marziano, ma già è presente nel giorno 3537 ° .
Il cittadino statunitense Rhawn Joseph ha citato la NASA in tribunale chiedendo che si indaghi immediatamente e accuratamente sulla "pietra vagante" di Marte.
Uno strano minerale è stato osservato dal rover Opportunity quattro settimane fa. In precedenza le immagini non avevano mostrato nessuna pietra nello stesso punto del pianeta. Ciò che dà più da pensare è che l'analisi chimica ha dimostrato che la pietra ha una struttura particolare.
Gli scienziati hanno suggerito che il minerale sia fuoriuscito dalla ruota del rover, ma il neuropsicologo Rhawn Joseph ne è sicuro: essa non è una pietra ma un corpo fruttifero del fungo .
Joseph si è rivolto molte volte alla NASA con la richiesta di studiare il "fungo ", ma non ha ricevuto alcuna risposta. Così ha inviato una querela al tribunale della California contro l'agenzia spaziale e i suoi dirigenti.

Un velivolo spaziale in grado di arrivare su Marte potrebbe essere disponibile entro il 2025, lo ha detto un portavoce dell'agenzia spaziale russa Energiya. La stazione sarà costruita sul principio dei moduli della stazione spaziale internazionale. Intanto è già stata avviata la produzione dei moduli.
Il luogo selezionato in cui assemblare la stazione marziana è il punto di librazione L2, sul lato posteriore della Luna, in cui a causa della interazione con la gravità della Terra la navicella spaziale può rimanere in posizione stabile.
Mentre  ancora non si sa se tutta la stazione sarà predisposta per volare su Marte o se diventerà una base per il lancio di veicoli spaziali con equipaggio.

my JHWH, dal chiasso, che, io sento, nelle mie orecchie?, qui, è pieno zeppo di ebrei di tutto il mondo!

[nel Paese più terrorista del mondo? Arabia Saudita, entra in vigore la legge antiterroristica] già non ride sempre la moglie dell'assassino. In Arabia Saudita è entrata in vigore la legge di contrapposizione al terrorismo. Da oggi nel Paese qualsiasi azione che direttamente o indirettamente mina l'ordine pubblico, sicurezza e stabilità dello Stato o crea pericolo all'unità nazionale viene definita come terrorismo.
Le forze di sicurezza ora hanno i poteri di arrestare e tenere il sospettato di terrorismo in reclusione per sei mesi con la possibile proroga per altri sei mesi.
Il Ministero degli Interni rilascia il mandato per l'arresto. ]Oramai è alla luce del sole il coinvolgimento, il finanziamento ed il sostegno militare, che l'Arabia Saoudita, fornisce ai gruppi terroristi che combattono in Siria, così come in Libano, Iraq ed Egitto, sotto la bandiera dell'Islam takfirista a guida Qaedista.  Questo paese, l'Arabia Saoudita, che tutti corteggiano per spillargli soldi, è nato dalla volontà delle potenze colonialiste,  governato impunemente ed in modo totalitario da una famiglia di bedouini posti sul trono del paese dagli Americani ,che di fatto controllano la penisola Arabica e le sue fonti del petrolio. Una "dinastia" dal pensiero Islamico, a dir poco estremista ed integralista come lo é il Wahabismo. I governanti  di questo regno delle sabbie, assieme ai piccoli statarelli della penisola arabica, con un ruolo di sudditanza (leggasi Qatar, Bahrein, Kuwait, UAE ed altri),  continuano ad usare i ricchi proventi del petrolio per finanziare l'intero progetto di destabilizazzione del Medio Oriente, fino a giungere a voler colpire la Russia di Putin, usando quello che è oramai tristemente conosciuta come Al Qaeda. Questo era il sapore delle minacce del capo dell'intelligence Saoudita all'indirizzo del Presidente Putin durante la sua ultima visita a Mosca per cercare di dissuadere i Russi a continuare a sostenere il Presidente Siriano Al Assad.
Ma quale é stata la reazione del Presidente Russo all'ultima provocazione fatta dai bedouini Saouditi  alla Russia, quando gli ultimi rapporti sui recenti attentati a Volgograd, che hanno causato la morte ed il ferimento di centinaia di persone, hanno provato che tutte le "piste portavano allo stesso paese che gestisce le cellule terrorische" che stanno insanguinando la Syria ed il Medioriente: leggasi l'Arabia Saoudita?
E di ieri la notizia che circola sui media Arabi, circa il clima di aspettazione che regna in Arabia Saoudita, dopo aver preso visione della missiva che una delegazione inviata dal Presidente Putin ha rimesso al sovrano Saoudita, e che sostanzialmente precisava che gli ultimi attentati esplosivi avvenuti sul territorio della Federazione Russa, hanno superato, per i Russi, una ligna rossa di demarcazione che non doveva essere superata. La lettera specificava che la Russia di oggi NON è la Russia di Eltsin o l'Unione Sovietica di Gorbacev. (Ricordiamo i due leader che contribuirono negli anni 90 a smantellare la potenza Sovietica e a svenderla all'Occidente. NdA)
La lettera continua dicendo : dovete sapere che il sangue versato dei nostri cittadini, vi farà annegare assieme al vostro regno, e nessuna nave potrà essere utile a salvarvi, se non ottempererete  alle nostre richieste. Oggi la richiesta di dimissioni del Presidente Assad è strettamente subordinata alla fine del regno Saoudita. (fine citazione)
Terminato l'incontro durato 15 minuti, e già i governanti Saouditi cominciavano ad esaminare gli avvertimenti dei Russi, perché una minaccia dal tono cosi alto ed esplicito, non estata mai udita da nessun sovrano Séoudita, prima d'ora. Una minaccia che esce dalle consuete schermaglie e minacce mediatiche, o attraverso terze parti come è usanza politicamente parlando.
Un diplomatico di alto livello, accreditato presso la delegazione Russa, ha riferito agli organi di stampa, che ciò che i governanti della famiglia Saoud hanno udito, gli ha fatti prendere sentore del pericolo che regna sulla continuità del loro regno, vista la loro responsabilità nelle varie crisi che sobbillano la regione ultimamente.
Ad incrementare il  timore della famiglia regnante degli Saoud, arrivano anche gli ammonimenti  dal tono molto duro dell'Iran, paese che i Saouditi considerano acerrimi nemici.  Gli ammonimenti  Iraniani, avvertono chiaramenti i Séouditi a non essere tentati nell'intervenire militarmente contro il governo Iraqeno nella regione di Falluja ed Al Anbar, considerando una tale azione una dichaiarzione di guerra contro Teheran, precisando che "le vostre regioni non saranno al riparo dalla rappresaglia Iraniana, ad eccezione della Mecca, di Medina, e della zona di Al Bouqai", ritenute luoghi sacri dell'Islam. (Attualmente il governo Iraqeno, alla stregua del governo Siriano, conduce una offensiva militare contro Al Qaeda e le sue varie diramazioni, nelle zone sopra citate, e parzialmente sotto controllo delle fazioni Salafite e Jihadiste, le stesse che combattono in Siria, e apertamente sostenute e finanziate dal regno Wahabita delle sabbie…
Le carte del gioco sono state mescolate molto bene, e l'intera regione è in aspettazione della soluzione positiva di molte crisi esistenziali, senza più la possibilità di imposizione di dettami Occidentali attraverso l'operato dei Saouditi.
Noi Siriani, non possiamo che essere grati al Presidente Putin per la sua posizione avverso i spregevoli mandatari Saouditi, al servizio degli interessi dei sionisti, degli Americani e dell'ipocrita e vigliacco Occidente, con l'Europa in primis. E come i Russi noi non dimenticheremo, e a suo tempo, dopo aver ripulito la Siria dalla feccia, gliela faremo pagare a quei quattro bevitori di urina di cammello travestiti da "emiri", e tutto il loro oro non li potrà salvare.

Syria Cements Cooperation with China and South Africa. [ cacciate, a calci nel culo, tutti i satanisti massoni sauditi salafiti, dalla Siria! tutti quelli del genocidio, per, il califfato mondiale lega araba ] 02 Sunday Feb 2014. Posted by nevaehwest in China, Rebuilding Syria, South Africa, Syria, Syria citizens, Syria Natural resources, Syrian Business. Apaema Tire Factory, China, Christof Lehmann, Hussein Arnous, Mahmoud Ibrahim, nsnbc international, rebuilding, South Africa, Syria, Syria's Minister of Public Works, Syria's Minister of Transportation, Syrian homes
Christof Lehmann (nsnbc) Reports: Syria is cementing its cooperation with China and South Africa with focus on rebuilding the war torn country. Meetings focused on rebuilding housing, industry and a modernization of Syria's Mediterranean ports, which could boost the Syrian economy after the completion of the Iran – Iraq – Syria gas pipeline that prompted Qatar, in 2007, to begin preparing the attempted subversion of Syria. SYRIA_CHINA_RELATIONS, Rapid Reconstruction of Syrian Buildings.
The Syrian news agency SANA reports, that Syria's Minister of Public Works, Hussein Arnous, stressed the importance of the rapid rebuilding of Syrian homes and structures through cooperation and partnerships between the two countries construction companies.
At a meeting with representatives of the Chinese Kansai  Co., Arnous underlined the necessity of making use of the company's expertise, modern technologies and the potential to take part in the rapid construction of building projects in Syria.
The Minister underlined the necessity to cover fundamental needs with regard to equipment and machinery to launch building projects. He emphasized that Syria has suffered from systematic sabotage and destruction of such equipment on one hand, while much of the country's machinery, including entire factories have been looted.
The Chinese delegation, for their part, expressed their readiness to offer help and expertise, and to contribute to a rapid reconstruction within suitable standards.
Besides suffering from combat related destruction and sabotage, the Syrian industries have suffered considerably due to the fact that foreign-backed mercenaries have looted and shipped entire factories abroad, especially to Turkey.
The Syrian government has repeatedly addressed the situation with the Turkish government, the office of the UN Secretary General, and the UN Security Council without tangible response.
Apaema Tire Factory in Hama to be rebuilt in Cooperation with Chinese Partners.
Chinese cooperation also extends to the Apaema Tire Factory. The company has signed a memo of mutual understanding with the Chinese CAMC to rehabilitate the tire plant's machinery and equipment and about the installation of new equipment. The memorandum was signed on Saturday at the Ministry of Industry in Damascus, reports SANA.
The agreement stipulates a continuous cooperation about the rehabilitation and maintenance of the plant and its equipment, with CAMA providing a loan that covers 85 percent of the project costs.
Included in the agreement is also the establishment of two new production lines for new tire sizes at a capacity of 18,000 tons per year in addition to 9,000 tons of tires for light and heavy trucks and agricultural equipment. The cooperation aims also at CAMC's participation in related projects for the processing of recycled rubber and the training of Syrian workers.
Syrian – South African Cooperation in the Transport Sector.
Syria's Minister of Transportation, Mahmoud Ibrahim Said has met with the Ambassador of the Republic of South Africa, Shaune Byneveldt, and discussed means of boosting and developing the two country's cooperation with regard to the area of transportation.
Reported By SANA and nsnbc international
Christof Lehmann
Christof Lehmann is the founder and senior editor of nsnbc. Christof Lehmann is a political writer, psychologist, and independent political consultant on a wide range of issues, including conflict and conflict resolution, negotiations, security management, crisis management. His articles are published widely in international print and online media and he is a frequent contributor to radio and TV programs. He is a lifelong advocate for human rights, peace and international justice and the prosecution of war crimes – also those committed by privileged nation. In September 2011 Christof Lehmann started the blog nsnbc in response to what he perceived as an embargo on truth about the conflict in Libya and Syria. In 2013, he plans to transform nsnbc into an independent, daily, international online newspaper.

#Netanyahu, #Israele, sorry, ma, #Bashar #al-Assad, potrebbe accettare, il lavoro dei tuoi droni, in cambio del #GOLAN? tu poi sempre dire, che, il #Golan lo voglio io! e realisticamente, lui sa, di non poter più ottenere il Golan, comunque! Questo, sarebbe il preludio, per schierarsi, dalla parte dello #IRAN, visto che, i satanisti americani, #Kerry, 322, #Bush, hanno concesso a loro, di fare tutte le atomiche, che, vogliono! Quindi, sono stati gli ameri-cani, a tradire, per primi!

Syrian Army units carried out large-scale military operations against terrorists' from Saudi ARABIA, dens and gatherings. Syrian Army units on Thursday carried out large-scale military operations against terrorists' dens and gatherings, where many armed terrorist groups were eliminated and their weapons were destroyed in several areas nationwide. More terrorists killed in Damascus Countryside. Army units killed numbers of terrorists and injured others in a series of operations that resulted in destroying scores of terrorists' dens in various areas in Damascus Countryside.
Sources told SANA reporter that a number of terrorists were killed and others were injured, with their weapons destroyed, in the farms of al-Hijjariyeh and Alieyh and near Hassibeh Mosque in Douma city. An army unit, the sources added, clashed with a terrorist group in Joubar neighborhood, killing 4 terrorists.
Other units of the armed forces razed several terrorists' dens in the areas of Drousha, Skeik, Tall Abo Shieyh and Khan al-Shie', killing the terrorists and destroying the weapons and ammunition inside. Army units also clashed with terrorist groups in Daraya city. The clashes ended in killing and injuring numbers of terrorists and destroying their weapons. Army units kill large number of terrorists in Homs
In Homs, army units confronted armed terrorist groups that tried to infiltrate from the neighborhoods of al-Qusour, al-Qarabis and Jouret al-Shayah into al-Matahen area in the city, a military source said. SANA reporter quoted the source as saying that 37 terrorists were killed in the confrontations. Units of the armed forces killed a number of terrorists in Bab Hood neighborhood and near the old garage in the city and on al-Za'faraneh-Deirfoul road and in Burj Qaei village in al-Houleh area in the countryside, according to a military source.
Terrorists Ahmad Saeed Sattam Hamdan and Qassem Hamdan were identified among the dead, the source told SANA. A number of armed terrorist groups were eliminated in the neighborhoods of al-Qarabis and Jouret al-Shayah and al-Dar al-Kabira village, while army units destroyed a gathering for terrorists in al-Ghasbiyeh village who had been firing rocket shells towards residential neighborhoods in the city.
Terrorists eliminated, their criminal tools destroyed in Deir Ezzor
A source told SANA reporter that army units destroyed two pick-up cars equipped with anti-aircraft machineguns in al-Arfi, al-Sina'a, al-Jbaileh neighborhoods and Hassan al-Taha street in Deir Ezzor. The source added that the army killed a number of terrorists, among them Wesam al-Ali from the so-called al-Katiba al-Khadraa and terrorists Mohammad al-Izzawi and Hasem al-Attalah.
In Hasaka, an army unit destroyed terrorists' gathering in Tal Barak, killing and injuring all the terrorists inside it. Army eliminates terrorists, destroys their hideouts in Aleppo
Army units killed and injured all members of armed terrorist groups in the villages of al-Jadideh, Kwairis and surrounding Aleppo central prison, destroying their weapons and ammunition, a military source told SANA. The source added that terrorists' cars loaded with weapons and ammunition were destroyed surrounding Rasem al-Abboud airport, the village of Abu Taltal, the industrial city, to the east of Kbasin village, killing and injuring a number of terrorists.
An army unit ambushed an armed terrorist group which tried to infiltrate into al-Azamiyeh area, killing all its members.
Meanwhile, an army unit destroyed armed terrorist group's hideout near Ba'idin roundabout, killing and injuring all its members. Military Reports by Local Syrian Arab News Agencies. Syrian Patriots reloaded

Syrian Army repels terrorists' attacks. 09 Thursday Jan 2014. posted by nevaehwest in Syrian Arab Army, Syrian Army, Syrian Resistance, takfiri, Takfiri movements, Terrorisme, Terrorist killed, Terrorists ] [ Al Qaeda, al-Nusra Front, Daraa, foreign mercenaries, foreign-backed insurgency, foreign-backed terrorists, ISIL, ISIS, Jabhat al-Nusra, Jihadists, Syrian Arab Army, Syrian Army, Syrian Resistance, takfiri, Takfiri movements, Terrorism By Proxy, Terrorisme, Terrorist attack, Terrorist killed, Terrorists, Terrorists Gangs, Terrorists surrender, Wahhabi, Wahhabi terrorists, War Against Terrorism, War by Proxy, War Criminals, War on Syria ] Syrian Army repels terrorists' attacks, kills many of them in continued operations. Provinces, (SANA) – Army units on Wednesday carried out accurate operations against terrorists' dens and gatherings, where many armed terrorist groups were eliminated and their weapons were destroyed in several areas nationwide. Terrorist attack claims the life of one citizen, injures 8 others in Idleb. A military source told SANA that terrorist attack claimed the life of a woman and injured 8 others in Idleb province.
The source said that terrorists fired 3 mortar shells landed in a public park near al-Rawda Mosque, near  the Second Faculty of Law and Hanano Square in Idleb city, causing material adamage in the site. Army units kill terrorists, destroy their weapons in Damascus Countryside. Units of the armed forces carried out operations against terrorists' dens and gatherings in Damascus Countryside, killing and injuring scores of them, in addition to destroying their equipment.
A source told SANA that an army unit killed and injured all members of an armed terrorist group in al-Qaboun neighborhood, while another army unit destroyed a terrorists' den in Alyaa farms in Douma area.
The source added that the army units clashed with terrorists in Adra al-Balad area and killed a number of them, while other army units targeted terrorists' gatherings in Adra city and Zebdeen town, inflicting heavy losses upon them.
The source pointed out that the army units killed a number of terrorists in Yalda and Babila towns and discovered a tunnel at the north entrance of Yarmouk Camp which was used for moving and storing weapons.
Meanwhile, an army unit repelled terrorists' attempt to sneak from Khan al-Sheeh farms to the military checkpoints in Drousha, killing and injuring scores of them, in addition to destroying two cars equipped with heavy machineguns.
Another army unit discovered a advanced communication-sets and ammunition  to the west of al-ayyda Sukaina Shrine in Darayaa city.
In Yabroud city, an army unit discovered a mortar launchers, shells, explosive devices abd stolen medicine in the western farms of Qara town.
Non-Syrian terrorists killed in Lattakia countryside. A military source said that Units of the armed forces destroyed a terrorists' rocket launcher and a warehouse full of weapons and ammunition, in addition to killing large number of terrorists in northern countryside of Lattakia, most of them were non-Syrians.
Among the dead terrorists were Mta'ab al-Harbi, Abu Taha al-Iraqi, Abu Lkhair and Saoud al-Khalil. the source added that other army units killed and injured scores of terrorists in the villages of al-Rawda, al-Kbeir and Marej Khukha, inflicting heavy losses upon them. Terrorists' attacks thwarted, many killed in Homs
Army units eliminated armed terrorist groups in the neighborhoods of Juret al-Shayyah, al-Qarabis, Bab Hood and al-Qussour in Homs city and the villages of al-Khalediyeh and al-Ghassibiyeh in the countryside, a military source told SANA.
The source added that terrorist groups' attempts of attacking the residents of al-Hasawiyeh near al-Dar al-Kabira and Abu al-Alaya villages in the eastern countryside of the province were thwarted, as many of the terrorists were killed and others wounded. Also, an army unit clashed with terrorists who attempted to attack a military checkpoint near Talbisa town, killing many of them.
The source said that terrorists' gatherings were destroyed with all weapons and ammunition inside in al-Sheikh Ibrahim al-Hakim Farms and near al-Mahmoud Mosque in the countryside of al-Rastan city in the central province.
Army thwarts terrorists' infiltration attempts in Aleppo
The army units foiled attempts of terrorists to infiltrate safe areas in Aleppo old city, eliminating scores of terrorists in the neighborhoods of Hanano, al-Inzarat, al-Shahba, al-Salheen, Traitan, al-Haydaryeh and al-Sheikh Haidar.
A military source told SANA that the army also targeted terrorists' hideouts in the areas of Ma'rasat al-Khan, Tal Qarah, Ma'arat al-Irteeq, Nasrallah and Kifr Da'el in Aleppo countryside and killed and injured dozens of terrorists.
Army destroys Jabhet al-Nusra hideouts in Hama. A military source said that the army units targeted and destroyed several Jabhet al-Nusra hideouts in the area of Zoor al-Haysa in Hama northern countryside and obliterated their weaponry and munitions.
The source added that the competent authorities, in cooperation with the families, nave been able to seize a den for terrorists at al-Sakhana neighborhood in Hama, arresting a big number of the terrorists. It affirmed that that the army found different weapons, rifles and RPGs inside the den. Army eliminates terrorists in Daraa
The army units clashed with terrorists in the area of Daraa al-Balad and killed and iinjured scores of them, among them was Jaafar Saleh al-Mahameed, leader of the so-called "Liwaa Tawheed al-Janoub".
SANA – English Bulletin

IMAGES of the Cleaning of Der Attiyeh from Obama's Thugs (Text + Video English subt.) 30 Saturday Nov 2013. Posted by syrianfreepress in +All Articles, Syrian Arab Army, Syrian Army, Syrian Free Press, Terrorist killed, Terrorists, Terrorists Gangs, Terrorists surrender, War Against Terrorism, War Criminals, War on Syria, Weapon Smugglers. Armed Gangs, Armed Terrorists, Damascus, Syria, Syrian Arab Army, Syrian Army, Syrian Patriots, Syrian People, SyrianFreePress, Terrorism, Terrorisme, Terrorist attack, Terrorists, Terrorists Gangs, Terrorists Killed in Syria. Syrian Arab Army General Command: Armed forces vanquished terrorist groups that sneaked to Deir Attieh. The General Command of the Army and Armed Forces said that army units have managed Thursday to vanquish terrorist groups that sneaked to Deir Attieh city and stationed in a number of building blocks and state institutions.
In a statement released on Thursday, the General Command said that the operation has left big numbers of terrorists of several nationalities killed.
"Our forces' operations are rolling on successfully, pursuing the residual terrorist groups in the adjacent areas in order to fully ensure the safety of the international road," the statement pointed out.
The General Command reaffirmed faith in victory and pledged full preparedness to carry out its constitutional duties. "The criminal acts and terrorism practiced by bearers of takfiri thoughts and their funders serve to sharpen our resolve to track down the terrorist gangs and eliminate them wherever they are across the Syrian Arab Republic," the statement concluded.
Earlier, The army units restored security and stability to all neighborhoods of Deir Attieh city in Damascus Countryside.
SANA quoted a military source as saying that army units gained full control over Deir Attieh after "swift" and "accurate" operations, having destroyed the terrorists' last gatherings in the city.
An official source told SANA that Abdul-Rahman al-Oteibi, Abdullah Sami al-Fantoukh and Adel al-Shummari from Saudi Arabia were indentified among the killed terrorists, in addition to the terrorist Yaser al-Mustafa, a Jabhat al-Nusra terrorist group's leader.
Some footage might be graphic, viewers discretion advised. The liberation of Der Attiyeh from Obama regime's anti-Islamic Wahhabi mercenary terrorists.
Arabi Souri
Terrorists' boat destroyed, infiltration attempt from Jordan aborted by Syrian Army Forces
Army operations on Friday resulted in the demolishing of several terrorist groups' dens and destroying large amounts of weapons, in addition to thwarting infiltration attempt from Jordan.
Army units kill non-Syrian terrorists in Deir Attieh farms, Damascus Countryside
A unit of the armed forces killed a number of terrorists in the eastern farms of Deir Attieh in Damascus Countryside.
A military source told SANA that among the dead terrorists were  Abu Obaida from Saudi Arabia, who was a leader of an armed terrorist group, Abu al-Braa al-Saudi and another terrorist from Yemen nicknamed "al-Jazrawi".
An official source said that the army units killed and injured scores of terrorists in the city of al-Nabek and Reema Farms, adding that terrorists Ahmad al-Hamami and Amjad Majzoub were identified among the dead.
The source added that the army targeted terrorists hideouts in the areas of Deir Salman in the eastern al-Ghouta and Douma city, killing a number of terrorists, among them were Jamal Haydar, a group's leader and Mamdouh Kabkab.
The army units pursued and clashed with members of an armed terrorist group in the city of Harasta and the town of al-Abbada, killing many terrorists. Terrorists Muhannad Alaya and Khaled al-Qalla' were identified among the dead.
The army units also targeted terrorists in the areas of al-Qaysa and al-Bahharyeh, killing a number of terrorists and destroying their weaponry and equipment. Terrorists Alaa Rashed and Ahmad al-Shayeb were identified among the dead.
Meanwhile, An army unit pursued members of an armed terrorist group in the city of al-Zabadazi, killing a terrorist, Tareq al-Hourani and injuring others.
Terrorists killed, gatherings and hideouts obliterated in Idleb
A military source told SANA that Terrorists hideouts and gatherings were targeted in the areas of Kifr Jales, Jabal al-Arba'een, Shinnan, Bazabour in Idleb countryside, killing and injuring scores of terrorists.
The source added that the army dismantled 4 explosive devices weighing between 25-50 kg on Idleb-al-Mastouma.
Another army unit targeted two vehicles loaded with weapons and ammunition in the town of Failoun, killing all the terrorists in them.
An army unit thwarted a terrorist group's attempt to attack army checkpoint in Maakram in Jabal al-Arbayeen area, killing a number of terrorists and destroying their equipment.
Terrorist groups eliminated in Aleppo
SANA reporter quoted a military source as saying that army units eliminated armed terrorist groups in al-Bab city and in the villages and towns of Handarat, Hreitan, al-Rashdin, Orum, Hilan, Kafr Hamra, al-Wdeihi and al-Mansoura in the countryside of Aleppo.
The terrorists' weapons and ammunition were destroyed in the operations.
The source added that intensive army operations were carried out against armed terrorist groups during which all their members were killed and injured on al-Mislmiyeh road and in al-Nairab, al-Lairamoun and in the surrounding of Aleppo Central Prison and al-Kindi Hospital, in addition to Salah-Eddin, al-Marjeh and Sheikh S'eed neighborhoods.
The source said that the army clashed with terrorists who tried to attack a military checkpoint in the area of al-Misherfi in Homs countryside, eliminating 3 terrorists and injuring others.
Terrorists' boat, dens destroyed in Homs
Meanwhile, a terrorists' boat laded with weapons and ammunition was destroyed in al-Rastan Lake in Homs countryside, with all terrorists onboard killed.
An army unit destroyed a terrorists' rocket launcher in the Industrial City in al-Rastan city, while another unit left a number of terrorists dead or injured following an operation against a terrorist gathering in the Sports Complex in the town.
Terrorists' dens were destroyed in the area of Sheikh Ibrahim al-Hakim, while members of an armed terrorist group were killed on the outskirts of al-Dar al-Kabira village in the countryside.
Other army units eliminated terrorist groups in the neighborhoods of Jouret al-Shayah, al-Qarabis and Bab Hood in the city of Homs, in addition to eliminating a terrorist group near Oum al-Zennar Church in al-Hamidiye neighborhood.
On a relevant note, hundreds of people from the town of Talbiseh in Homs countryside protested after the Friday prayers, demanding that the Syrian Army expel terrorists from the town and restore security and stability to it.
Locals said that they suffer on daily basis due to the crimes of terrorists and that they can't take it anymore, noting that the town has been paralyzed after terrorists entered it, forcing many locals to leave and affecting the livelihoods of those who remained.
Large numbers of non-Syrian terrorists killed in Daraa
The army units eliminated huge numbers of non-Syrian terrorists, the majority of them were Saudi, Qatari, Jordanian and Palestinian nationalities, in Daraa western countryside.
A military source told SANA that the army targeted terrorists' gathering in the area of Ghadeer al-Bustan, killing and injuring scores of terrorists.
The source added that an army unit destroyed two vehicles loaded with terrorists and weapons on Qaqas road and killed many terrorists. Among the killed terrorists were Mohammad Saud al-Qadi and Hadi al-Khaledi, of the Jordanian nationality, Mohammad Ahmad Habbari, of the palestinain nationality, Talal al-Etri of the Saudi nationality and Suleiman al-Der'e of the Qatari nationality in addition to terrorists Bassam Ahmad al-Bunni, Ibrahim al-Daher, Yahya al-Khayrat, Yaseen al-Zoubi, Mansour al-Masri and Yamen al-Ta'an.
An army unit prevented terrorist groups from attacking army checkpoints in the village of al-Duwayra near Basr al-Harir, leaving a number of terrorists dead or injured and destroying their weapons and equipment.
Terrorists trying to cross border from Jordan repelled
In the same context, an army unit aborted an attempt by an armed terrorist group to infiltrate from the Jordanian territories into Daraa in al-Mata'iyeh village, a military source told SANA.
The source confirmed that all members of the terrorist group were killed and injured and their weapons were destroyed.
SANA/English Bulletin – 30/11/2013
SyrianFreePress.net Network reloaded

#Netanyahu, #Israele, certo in tanti abbiamo lavorato, per non vedere lo sfacelo della Siria, anche tu lo hai fatto, segretamente, dietro mio consiglio! e l'intervento di tutti, è stato, un intervento determinante. determinante ed indispensabile, l'intervento, di ognuno, quindi, #Bashar #al-Assad, se, non è un ingrato, lui dovrebbe sapere, che, senza di me, lui avrebbe già perso, ogni cosa, perché, io ho un potere soprannaturale, contro, tutti i satanisti del mondo! Quindi se, chiedo io il GOLAN, e tu lavori, con, i tuoi droni, contro, gli jihadisti, poi, lui #Bashar #al-Assad, non dovrebbe più rivendicare, il GOLAN, mai più!