morire silenzio piangere

 alleanza militare islamica SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo perché tu ti devi fare uccidere da me, senza un valido motivo? [ non avere paura di rinunciare alla sharia, perché, con le sue autolesionistiche norme morali, Gesù di Betlemme è un antipatico odioso per gli abitanti di questo pianeta, quindi, i veri cristiani non potranno mai essere numerosi!  ECCO PERCHé, QUANDO IO ENTRO IN QUALCHE CLASSE, MI SEMBRA DI PARLARE AL MURO, NEL SENSO CHE GLI ALUNNI PARLANO TRA DI LORO COME SE IL DOCENTE NON ESISTESSE IN CLASSE, E POI, POTRANNO DIRE CHE IO NON HO DETTO NIENTE! perché da noi, già, a 17 anni, le ragazze danno: sia il lato B, che il lato A, e per loro GESù? è peggio di un terrorista islamico!
SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo [ Gesù di Betlemme ed il terrorismo psicologico! ] ovviamente, il CREATORE ONNIPOTENTE, ti ha creato per amore della tua felicità, e questo amare LUI e tutti, è il tuo scopo! e se, tu fallisci questo tuo scopo, tu andrai maledetto all'inferno, e questo è inevitabile, perché tutti sanno che c'è un giudizio! e non ha nessuna importanza quanta merda religiosa o ideologica tu puoi avere nella tua testa, perché, tutte le creature, senza eccezione, sono sottomesse alla legge naturale.
SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo [ Gesù di Betlemme ed il terrorismo psicologico! ] NESSUNO VIENE A ME, SE IL PADRE NON LO CHIAMA! [ Gesù di Betlemme: ha detto questa frase, SOLTANTO, in riferimento alla DIVINIZZAZIONE, circa, la partecipazione alla vita TRINITARIA in DIO, cioè, tu puoi ricevere la stessa NATURA DIVINA di DIO JHWH. In questo modo, come LUI è stato prima: VERO DIO, e poi, successivamente, vero uomo, così, per, te avviene l'ordine inverso: tu sei prima vero uomo, per diventare: successivamente, vero Dio! MA QUESTO è IMPOSSIBILE DA OTTENERE ATTRAVERSO LA RELIGIONE, PERCHé, è IL PADRE JHWH CHE TI DEVE CHIAMARE PERSONALMENTE! Al contrario anche se, ogni salvezza e redenzione vengono da Cristo, tuttavia, nella Sua Onniscienza, Dio ha voluto collegare questa salvezza circa la vita eterna alla LEGGE NATURALE, quindi, se la tua religione non ti spinge ad avere una amore universale, ma, fa di te un razzista, poi, in questo caso, la tua religione ti sta spingendo all'inferno! Perché la LEGGE NATURALE e la LEGGE UNIVERSALE, posti a fondamento della CREAZIONE dell'Universo, hanno la precedenza, su ogni religione, e su ogni teosofia, gnosi, che sono sempre il frutto della perversione e dell'egoismo dell'uomo!
SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo [ Gesù di Betlemme ed il terrorismo psicologico! ] è chiaro che il messaggio di Gesù è il nemico di questo ordine temporale. ][  CHI DESIDERA PIACERE A QUESTO MONDO, NON POTRà PIACERE A DIO! IN QUESTO MOMENTO, GESù HA RINUNCIATO AL SUO CALIFFATO MONDIALE! PERCHé, NON HA CONCESSO AL PENE SERPENTE CIOLA, UNA MINORENNE, E NEMMENO 4 MOGLI! ] le sue esigenze morali sono totalizzanti ed interiori, quindi non sarà una norma religiosa che li potrebbe soddisfare! Gesù non è una FATWA! è lo Spirito SANTO stesso che dichiara al tuo spirito che tu sei gradito a Dio! Tu puoi fare l'ARCIVESCOVO efficiente zelante, ma, la tua anima è già all'inferno con i demoni!
SALMAN SAUDI ARABIA ] tranquillo perché tu ti devi fare uccidere da me, senza un valido motivo? [ credi che, il tuo esercito potrebbe essere PER TE, una protezione contro di me? SEI UN PRIMITIVO! I CAVERNICOLI ERANO INTELLETTIVAMENTE SUPERIORI A TE! i miei alunni mi ascoltano e mi comprendono meno, di come mi ascoltano i sacerdoti di satana della CIA, ecco perché https://www.youtube.com/user/YouTube/discussion è la mia docenza cattedra universitaria! e non fa niente, che, youtube, mi abbia nascosto completamente, con i suoi filtri! perché, proprio loro: i sodomiti culto, e le bestie di satana,con tutti i servizi segreti del mondo? loro si, mi possono leggere sempre! .lol. e tu sai che divertimento!
SALMAN SAUDI ARABIA ] e vabbé, ma quando è troppo è troppo! [ e sai cosa ha detto, QUEL FALLITO di Gesù di Betlemme? HA DETTO: "TUTTI QUELLI CHE IO AMO? IO LI FLAGELLO!" ci sono molte citazioni, con parole diverse, E DIVERSE VARIANTI DISCORSIVE, e con la testimonianza dei mistici anche: TUTTI LORO che attestano tutta questa merda: IDEOLOGICA di Gesù di Betlemme ] POI, TU E NESSUNO, SI DOVREBBE MERAVIGLIARE, SE, come minimo: il 60% DEL GENERE UMANO intero, INSIEME A TE FINIRà dentro un INFERNO di disperazione: senza speranza!
SALMAN SAUDI ARABIA ] e vabbé, ma quando è troppo è troppo! [ lol. e poiché, io SONO stato molto flagellato da Gesù di Betlemme: perché io ero al Tempio con i cambia valute SpA Bildenberg, proprio perché lui mi ha molto amato? poi, LUI MI HA ANCHE FLAGELLATO MOLTO! ECCO, lol. COME IO HO CONOSCIUTO L'AMORE! poi, è normale, che, sulla scorta di tale esempio, poiché io amo molto tutte le bestie di satana, del pianeta come te? poi, è normale che io vi debba flagellare tutti quanti, attraverso 1000 tribolazioni! lol. dico SE, UNO può CONOSCE IL VERO AMORE, come lo hanno conosciuto i sacerdoti di satana cannibali della CIA? loro non se la prendono a male! ecco perché mi piacciono i satanisti, perché loro MI possono CAPIRE! insomma, IO FARò DI TUTTO AFFINCHé UN PEZZO DI MERDA COME TE NON DEBBA SCENDERE ALL'INFERNO INSIEME A ROTHSCHILD!
=========================
le SANZIONI ALLA RUSSIA E LA DISTRUZIONE DELLA EUROPA! di Manlio Di Stefano, portavoce M5S Camera ] [ In una fase di gravissima crisi economica e di dignità politica del nostro paese, il Movimento 5 Stelle si è sempre battuto in Parlamento contro le sanzioni imposte alla Russia dall'Unione Europea, misure alle quali ha dato il suo contributo anche il governo italiano e che ad oggi pesano fortemente sul nostro tessuto economico. Noi consideriamo la Russia un partner commerciale, economico, culturale e storico imprescindibile per l'Europa e per l'Italia, nonché un interlocutore internazionale fondamentale per la risoluzione delle gravi crisi internazionali. Per questo abbiamo deciso di recarci ad ottobre in visita a Mosca e in Crimea, per ribadire il nostro chiaro no alle sanzioni, come segnale di pace e distensione per la costruzione di nuovo mondo multipolare nel rispetto della sovranità, dell'autodeterminazione dei popoli e per un modello di globalizzazione più giusto e bilanciato. [ Una guerra commerciale per compiacere gli USA ] Nel tentativo goffo di compiacere Barack Obama, l’UE ha iniziato una dannosa guerra commerciale con la Russia a seguito della crisi ucraina, dove, dallo scorso aprile, è in atto una guerra civile tra esercito regolare e separatisti filorussi per il controllo del Donbass, (ex) capitale industriale del paese, oggi ridotta a non più che un cumulo di macerie. [ VIDEO I bambini del Donbass non vogliono la guerra ] Tra pochi giorni le contro-sanzioni varate da Putin su alcuni prodotti europei, in risposta alle azioni dell’UE, “compiranno” un anno. E’ dunque lecito domandarsi quanto ci sia costato tutto questo e quanto ci costerà in futuro. Nel 2014, secondo la Direzione Studi e Ricerche di Intesa San Paolo, che nel marzo scorso ha presentato i dati durante un incontro bilaterale dedicato alle relazioni commerciali tra Italia e Russia, l’interscambio commerciale tra Italia e Russia è calato del 17%, con una perdita di 5,3 miliardi di euro rispetto al 2013 e con una contrazione del nostro export dell’11,6%, che tradotto in euro fanno circa 1,2 miliardi. [ I danni al Made in Italy ] Diversi i settori del made in Italy che hanno subito danni. Si è visto un crollo nel settore del tessile e dell'abbigliamento (-16,4%), oltre che dei prodotti alimentari oggetto delle sanzioni (-38%). Un trend confermato anche all'inizio di quest’anno. A gennaio, infatti, le vendite italiane in Russia sono scese del 36,7%, mentre a febbraio si registra un -28,5%. «In poco tempo abbiamo bruciato anni di lavoro delle imprese italiane – ha sottolineato Antonio Fallico, presidente di Conoscere Eurasia e di Banca Intesa Russia - che aveva portato a un picco del +327% dal 2000 al 2013». Anche l’ICE, l’Agenzia per la promozione all’estero delle imprese italiane presieduto da Riccardo Monti, durante l’ultimo Forum di San Pietroburgo, ha provato a stimare i danni di questa accettazione passiva delle politiche sanzionatorie nei confronti di Mosca. Meccanica (-18%), Semilavorati (-19%), Moda e accessori (-22%), Alimentare (-45%), Arredamento ed edilizia (-22%), Mezzi di trasporto (-59%). "Questi settori costituiscono l’85% di quanto la Federazione Russa importi dall’Italia – ha spiegato Monti il mese scorso – e il nostro paese ha perso il 25% in termini di export nel primo trimestre 2015 rispetto al 2014". Dati che preoccupano anche in chiave futura, perché le prospettive non sono del tutto rosee se l’UE non invertirà immediatamente la rotta. [ VIDEO Sanzioni alla Russia: l’Italia deve dire di no! ] "L’agroalimentare è un settore particolarmente colpito dalle sanzioni russe”, ha ammesso tempo fa il Vice Ministro dello Sviluppo Economico Carlo Calenda, parlando all’assemblea dell’Associazione Industriali delle Carni e dei Salumi. «In generale – ha precisato - stiamo parlando di un rischio di perdite di esportazioni totali di circa 3 miliardi di euro su un totale di esportazioni di beni italiani di 400 miliardi". [ Oltre al danno la beffa ] Oltre il danno economico, per le aziende italiane c’è stata una doppia beffa. La prima consiste nel rischio di perdere ulteriori quote di mercato consistenti a vantaggio di altre economie. La Russia, infatti, non sta rimanendo con le mani in mano nella speranza che il duo Merkel-Juncker consenta ai suoi cittadini di ritornare a mangiare il nostro Parmigiano, ma sta sostituendo progressivamente tutti i prodotti europei con quelli dei mercati orientali, come Cina, Vietnam, India e Pakistan. Prodotti che comprendono ovviamente anche tarocchi made in Italy, che negli ultimi mesi hanno registrato un vero e proprio boom sugli scaffali dei supermercati russi. La seconda riguarda il blocco sul settore finanziario di Mosca, che impedisce alle banche russe di poter operare e garantire i pagamenti dei compratori russi nei confronti dei fornitori italiani, con risultati pressoché immaginabili. [ Con le sanzioni ci perde tutta l'Europa ] Non siamo soli a subire le conseguenze disastrose di tutto questo. Recentemente l’Istituto austriaco per la ricerca economica (WIFO) ha reso noto uno studio dove si sottolinea che la politica delle sanzioni potrebbe costare ai paesi UE circa 100 miliardi di euro e 2 milioni di posti di lavoro in una prospettiva di lungo termine. Entrando nel dettaglio i numeri sono spaventosi. La sola Germania, secondo il calcolo dell’Istituto austriaco, a lungo andare potrebbe perdere 27 miliardi di euro e qualcosa come mezzo milioni di posti di lavoro. Subito dietro c’è l’Italia. Nel breve periodo (ossia il primo trimestre di quest’anno) rischiamo di mandare in fumo 80.000 posti di lavoro e quattro miliardi e 140 milioni di euro in valore aggiunto creato dall’export, mentre nel lungo periodo si perderanno 200.000 posti di lavoro e un valore aggiunto della produzione di 11 miliardi e 815 milioni di euro. In questo quadro drammatico non se la passerebbe bene nemmeno la Francia, che salirebbe sul podio di questa “speciale” classifica. Il paese di Hollande rischia di dire addio a 150.000 posti di lavoro e allo 0,5% della propria produttività. [ La sudditanza della UE ] Oggi, l'Europa non è indipendente. Gli Stati Uniti stanno trascinando l'Ue in una crociata contro la Russia, che contraddice gli interessi storici del nostro continente. Il cieco allineamento alle politiche americane ha creato un danno incommensurabile dal punto di vista economico e una situazione di elevato rischio geopolitico per l’Europa. L’attivismo USA in Ucraina e la crescente militarizzazione dell’est Europeo, dove la NATO gioca alla guerra con il Cremlino, sono sempre più intensi e alimentano una guerra, per ora fredda, che presto potrebbe diventare molto calda e scottante per l’Europa intera. A tutto questo noi ci opponiamo e ci opporremo con forza. VIDEO Russia – Usa: prove di guerra mondiale. La nuova Banca di Sviluppo dei BRICS costituitasi con gli accordi di Fortaleza del luglio 2014 e formalizzata nell'ultimo vertice ad Ufa è un importante passaggio di emancipazione del mondo dal predominio del dollaro, che ha creato negli ultimi anni un mondo di guerre e instabilità finanziaria nonché il commissariamento delle democrazie e delle sovranità nazionali da parte del capitale internazionale. Osserviamo molto da vicini questi sviluppi epocali in corso, anche come possibili strumenti da utilizzare a sostegno del nostro obiettivo: spezzare le catene dell'euro e dell'austerità. Manlio Di Stefano PS: Oggi e domani è disponibile il download gratuito dell'e-book #MuriamoEquitalia! Scaricalo subito!
=================
INNO ALLA MASSONERIA NATO CIA BILDENBERG ROTHSCHILD SPA TRUFFA BANCHE CENTRALI: ALTO TRADIMENTO COSTITUZIONALE! In morte di fratello Gelli. [ Un dì, s’io non andrò sempre fuggendo di gente in gente; mi vedrai seduto, su la tua pietra, o fratel mio, gemendo il fior de’ tuoi gentili anni caduto (*) "Ieri è morto Licio Gelli. ] [ Ieri è morto il gran maestro degli insabbiamenti e delle logge segrete, delle tangenti e delle stragi impunite, dei tentati golpe e dei fondi neri. Ieri è morto il manovratore dell'unità di crisi del sequestro Moro e il depistatore delle indagini sulla strage di Bologna. Ieri è morto un repubblichino travestito da partigiano senza mai rinnegare il fascismo. Ieri è morto il re dei criminali dal colletto bianco, il tessitore occulto che infiltrava governi e trattava con la mafia. Ieri è morto l'amico di Peron, il sodale di Sindona e Andreotti, il luogotenente italiano della Cia. Ieri è morto un grande mecenate e archivista, lodato in vita dalla prof.ssa Linda Giuva in D'Alema. Ieri è morto il capo di quella loggia segreta cui aderì, con tessera 1816, il giovane Berlusconi. Ieri è morto il teorico di quel Piano di Rinascita, puntualmente attuato dai suoi epigoni, fino alle leggi su misura di Berlusconi, fino alla controriforma costituzionale di Renzi. Fino allo svuotamento della democrazia per progressiva erosione dall'interno. Ieri è morto il custode degli inindagabili segreti di questa Repubblica fondata sul ricatto. Ieri è morto il teorico della manipolazione dei media, della corruzione dei partiti, dell'esautorazione del parlamento, dell'asservimento della giustizia. Ieri è morto il visionario di una democrazia senza popolo e senza regole, gestita da pochi e dall'alto. Ieri è morto un grande impunito, che non ha pagato in vita per i suoi molti torti. Ieri è morto una figura esemplare, lo spirito guida dell'italiano che sfrutta gli altri e si serve delle istituzioni per mai sazia avidità di denaro e di potere. Per la solita ipocrisia italiana non gli verranno concessi i funerali di Stato, come in quest'Italia, in gran parte fondata sul suo esempio, meriterebbe. Se fossero per una volta sinceri, i figlioli Berlusconi e D'Alema e il nipotino Renzi, andrebbero domani al suo funerale con grandi corone e discorsi commossi, per grazia ricevuta. Perché ieri è morto il padre della patria che loro amano e che hanno continuato a saccheggiare. Ma non lo faranno, per discrezione, per non dare nell'occhio, perché certi sentimenti è meglio coltivarli in privato: in fondo nemmeno Gelli - se potesse - andrebbe al suo funerale. Serenamente nel suo letto, ieri è morto il padre ignobile dell'Italia che abbiamo sempre combattuto. L'Italia che premia i furbi, i vigliacchi e i disonesti. Ma c'è un'altra Italia, lo sappiamo bene che c'è, e prima o poi prevarrà". Piero Ricca. (*) In morte del fratello Giovanni di Ugo Foscolo http://www.beppegrillo.it/2015/12/in_morte_di_fratello_gelli.html
Equitalia è un Mostro perché?  #muriamoequitalia: Storie di ordinaria persecuzione Formato Kindle. Perchè tratta i cittadini contribuenti come un numero senza cuore ne volto.
Perchè ha fallito nella sua missione originaria di aumentare gli introiti dalla riscossione dell'evasione. Perchè costruita da tanti pezzettini con diverse identità e modi di lavorare.
Perchè utilizza metodi che portano le persone dall'esasperazione e, purtroppo, anche al suicidio. Per questi motivi, da qui in poi sostituirò la parola Equitalia con la parola Mostro.
Ma per capire il Mostro sanguinario che spaventa, perseguita, sevizia, stritola e uccide bisogna fare qualche passo indietro e conoscere i passaggi che hanno portato alla sua genesi... -Carlo Sibilia (Deputato M5S) Un libro con storie di ordinaria persecuzione raccontate dal più famoso blog al mondo beppegrillo.it.
“Ho detto a un impiegato in Equitalia di avere già rate in corso e di posticipare la nuova cartella. L’impiegato mi ha detto di fare un secondo lavoro per fare fronte ad altre rate!” - M. F. 15.03.2015 Vai alla pagina "#muriamoequitalia: Storie di ordinaria persecuzione"
#muriamoequitalia: Storie di ordinaria persec… (Formato Kindle) di beppegrillo.it, Maurizio Di Bona (TheHand) Per capire perchè Equitalia oggi sia associata all’immagine di un Mostro sanguinario che spaventa, perseguita, sevizia, stritola e uccide bisogna fare qualche passo indietro e conoscere i passaggi che hanno portato alla sua genesi. Equitalia Servizi spa nasce con il nome di Consorzio nazionale obbligatorio tra gli esattori delle imposte dirette, previsto dalla legge 13 giugno 1952, n. 693, e dal dpr 2 agosto n. 1141, con il compito di svolgere l’attività di “meccanizzazione dei ruoli” per conto dell’amministrazione finanziaria. Dal momento che le cose semplici sono quelle più vicine all'intelligenza, cerchiamo di spiegare cosa significa il termine meccanizzazione. Meccanizzazione: sostituzione del lavoro manuale con una macchina in una o più fasi di un processo produttivo allo scopo di incrementare la produttività del lavoro (http://it.wiktionary.org/wiki/meccanizzazione). Quindi, già nella sua origine Equitalia ha come obiettivo quello di mutare in un processo meccanico un gesto molto umano ovvero quello di pagare le tasse che servono proprio a contribuire ai servizi per tutti i cittadini. Contribuzione sana se uno Stato si rifacesse ai principi dettati dalla Costituzione all’articolo 53 che sancisce chiaramente che tutti sono tenuti a concorrere alle spese pubbliche in ragione della loro capacità contributiva e che il sistema tributario è uniformato a criteri di progressività. In soldoni vuol dire che ognuno paga per quel che può e chi più ne ha più contribuisce. Certo è che, dopo il prelievo di Amato sui conti correnti e la tassa di Prodi sulle moto oltre i 350cc nel ’97, per non parlare dell'IMU sui terreni agricoli di Renzi, imposta nata per coprire gli ormai noti 80 euro in busta paga distribuiti evidentemente senza criteri di equità, è difficile pensare al governo italiano come quello rispettoso dell'articolo 53. Qualche sfrenato sostenitore parlerà delle misure appena descritte come straordinarie e necessarie ma poco eque, dico io, perché colpiscono il possesso di un bene senza alcuna relazione con la capacità contributiva del possessore. Tralasciando l'aspetto romantico del pagamento delle tasse, sembra che, dopo 15 anni circa di attività, Equitalia abbia fallito anche nell'altro aspetto della meccanizzazione ovvero nell'incremento della produttiva del lavoro. Ad Equitalia sono stati assegnati 894 miliardi di euro di carico di riscossione per il periodo 2000-2014, "il 7,7% è stato riscosso - per un valore di circa 60 miliardi - e il 7,8% è il carico residuo su cui lavorare, cioè altri 60 miliardi teoricamente riscuotibili". Parola di Benedetto Mineo AD dal 26 novembre 2012 . In pratica, un flop totale.
Equitalia, quindi, nasce per uno scopo che ad oggi non sembra in grado di giustificare la sua genesi. Un altro dei motivi per cui Equitalia è un Mostro è che si è “fisicamente costituita” come Frankenstein. Infatti, l'agenzia è nata grazie all'accorpamento di tante piccole equitalia in giro per lo Stivale. Capirne la nascita significa anche rispondere alla domanda: ma prima di Equitalia come si faceva? Oggi sembra che ogni struttura, ogni istituzione esistente sia sempre esistita e che, nonostante le evidenti mancanze, i conclamati problemi o gli indiscutibili danni che essa può causare, non sia mai possibile abolirla. E non viene mai neanche preso in considerazione un ritorno al sistema precedente perché ci viene detto di pensare che sarebbe come fermare il progresso. “Bisogna andare avanti”, ci ripetono. Certo è che, se qualcuno si prendesse il fastidio di spiegarci “avanti” o “indietro” rispetto a cosa, ci farebbe un grande piacere. La riscossione prima dell'avvento di Equitalia è sempre stata di natura territoriale, affidata ad una pluralità di soggetti privati che operavano in ambiti molto piccoli, a volte anche più di uno all'interno di un territorio provinciale. Si è pensato, circa a metà degli anni ’90 con l'entrata in vigore del dpr 43/88 di unificarli tutti. Guidati da un pensiero, oggi rivelatosi fallimentare, secondo il quale l'accentramento della riscossione avrebbe incrementato l'efficienza della stessa e l'efficacia contro l'evasione fiscale. Purtroppo è accaduto l'esatto contrario perché l'accentramento ha creato dei centri di potere senza controllo. Risorse recuperate mai distribuite in maniera proporzionale ed adeguata alle esigenze del territorio. Una preoccupante rete di clientele e favoritismi interni, ma soprattutto un intervento settoriale che ha finito per favorire i grandi evasori. E' noto che il fenomeno delle "sospensioni fittizie" e degli insabbiamenti dei ruoli ha interessato a vario titolo molte inchieste giudiziarie. Negli ambienti giusti si parla addirittura di un "Disco per l’estate", in gergo dei servizi, un file in cui ci sarebbero gli elenchi dei "graziati" dall’ente. Si tratterebbe di migliaia di nomi. Pare che il Mostro statale per la riscossione dei tributi abbia una lunga lista di miracolati a cui non si può e non si deve far nulla. Tutti schedati in una lista. Insomma con la scusa dell'"evasione fiscale", si toglie il pane di bocca alle vecchiette, l'appartamentino alle famiglie e i macchinari alle aziende, invece, di contraltare, esisterebbe una lista di soggetti intoccabili rispetto ai quali Equitalia è obbligata a disinteressarsi. L'elenco pare fosse nelle mani di un certo Paolo Oliverio, arrestato con l’accusa di aver riciclato soldi della ‘ndrangheta. Il suo archivio svela i rapporti riservati con alti prelati, funzionari dell’intelligence, militari della Guardia di Finanza, imprenditori e politici. Oliverio era il commercialista di fiducia di esponenti delle istituzioni e uomini d’affari ma anche il "riciclatore" dei soldi della malavita calabrese e di alcuni esponenti della criminalità romana. Nei suoi file, penne usb e hard disk ci sarebbero nomi eccellenti. Pare che al momento del sequestro del suo pc abbia detto: "Se li aprite viene giù l’Italia". Qualche nome trapelato? Paolo Berlusconi, Claudio Lotito, Marco Squatriti, Lorenzo Borgogni. Con gli ultimi due, Oliverio avrebbe tentato scalate finanziarie a suon di milioni di euro per ripulire soldi 'sporchi'. Legami anche con la Guardia di Finanza "tanto da poter orientare verifiche fiscali su imprenditori e grandi società. Ma anche poter influire sull’attività di ispettori di Equitalia". Il compito di Oliverio era spingere per sospendere la cartelle esattoriali dei soliti noti. Si chiamano "sospensioni fittizie" e si possono fare con una password che solo i dirigenti di Equitalia hanno: in pratica viene fermato il processo tributario e la lavorazione delle cartelle esattoriali che scaturiscono dall'accertamento. Questi fatti, più che semplici sospetti, rendono l'attività esattoriale non equa e fanno venir meno ai principi che l'ente ha nel suo stesso nome: “Equa Italia”. Avete già abbastanza elementi per dire giudicare da soli se sia così o meno. Equitalia è un Mostro perché? Perchè tratta i cittadini contribuenti come un numero senza cuore ne volto. Perchè ha fallito nella sua missione originaria di aumentare gli introiti dalla riscossione dell'evasione. Perchè costruita da tanti pezzettini con diverse identità e modi di lavorare. Perchè utilizza metodi che portano le persone dall'esasperazione e, purtroppo, anche al suicidio. Per questi motivi, da qui in poi sostituirò la parola Equitalia con la parola Mostro. I metodi meritano due parole a parte. Equitalia, il Mostro, colpisce gente che non evade, gente che dichiara tutto il debito tributario. E che per definizione, dunque, non nasconde (non evade appunto) la propria situazione allo Stato. Persone che dicono allo Stato: “Questo è ciò che ho. O scelgo di vivere o scelgo di pagare le cartelle esattoriali”. Quando interviene Equitalia la sanzione passa dal 10 al 30%, interessi per il ritardo del 4%, aggio del 8%, interessi di mora 5,14%, interesse per rateizzazione 4,5%. Voci che fanno crescere l'ammontare del debito in maniera insostenibile per chiunque. Ciò dimostra che non si può affidare la riscossione a una spa che punta, comunque, al proprio profitto. Quindi se, come abbiamo detto, le persone non pagano le tasse perché non riescono, con questi metodi, il Mostro dimostra di non avere intenzione di risolvere la situazione... ma di averti catturato. Ne uscirai mai? Sicuramente non lavorando onestamente. Il Mostro chiede sette milioni di euro dopo che sei in pensione già da otto anni, porta al suicidio decine di persone e poi chiude un occhio di fronte ai debiti erariali di imprenditori e professionisti disposti a fare regali e ad allungare mazzette.
Ad Olbia manda ad una bambina di soli sette anni, rimasta orfana, una cartella esattoriale di 170 euro. Al centro del procedimento, c'è il mancato pagamento delle tasse sulla liquidazione versata dall'azienda per cui lavorava il padre. L'uomo è deceduto in un incidente stradale nel mese di maggio 2008. Il Fisco, non potendo far affidamento sulla madre, si è diretto sulla bambina. Per non parlare invece di tutte quelle storie che influiscono direttamente sulla vita delle imprese e dei lavoratori. Ormai celebre una cartella Equitalia da 200 milioni di euro, poi annullata. Un gruppo nel frattempo fallito anche a causa di quel maxi debito contestato dal Fisco ma, a quanto pare, non dovuto. Infine, l’impugnazione che rischia di tramutarsi nella possibilità di una richiesta di risarcimento danni. Sono gli elementi di una vicenda paradossale che ha come protagonista il gruppo friulano di abbigliamento e intimo Bernardi, in amministrazione straordinaria dal gennaio 2014. La commissione tributaria di Napoli ha, infatti, ribaltato il verdetto di primo grado annullando la cartella milionaria recapitata alla Life collection, controllata di Bernardi che aveva sede legale nel capoluogo campano e fu poi trasferita a Barcellona. Lavoratori autonomi che raccontano che dall'entrata in "funzione" di Equitalia arrivano le cartelle più assurde. Tanto per fare un esempio riporto uno stralcio di una storia vera: “Mi hanno messo il fermo amministrativo sulla moto per una cartella Inps che non solo era pagata ma mi vedeva anche in credito... beh... quasi tre anni con la moto ferma, un sacco di giri e di tempo e soldi buttati e poi arrivederci e grazie... scusi per l'errore; per un errore di pagamento nel 2009 di nove euro su una rata di 6.000 euro di Irpef (quindi 6.000 euro pagati a fronte di 6.009) a fine 2010 mi è arrivata una cartella con sanzioni e varie da 1.360 euro... vi sembra normale? Vi assicuro che ce l'ho sempre messa tutta a pagare le tasse ma sta diventando veramente come avere uno strozzino alle calcagna, anzi peggio... è insostenibile... figuriamoci mantenere dei dipendenti”. Eh sì, perché poi, se arriva la “cartella pazza” dal Mostro, lo puoi sapere solo alla fine del tuo calvario. Sei sempre tu che devi prenderti la briga di verificare, controllare, calcolare. Impiegando tempo e soldi che si sottraggono alle già esigue finanze disponibili. Passano gli anni, tu soffri l'angoscia di un pagamento che vedi gonfiarsi giorno dopo giorno senza riuscire a fermarlo... Poi si scopre che è tutto sbagliato. Hai vinto sì, ma nessuno ti ripagherà dei farmaci e dei malanni psicofisici veri e propri causati dal Mostro. Il Mostro paga? Il Mostro risarcisce? No, il Mostro è sempre impunito e protetto. Questi metodi sono un motivo in più per cui abbatterlo. Questi metodi spingono a delinquere. E siccome non tutti ne siamo capaci, di delinquere intendo, qualcuno viene preso dall'esasperazione. Qualcuno finisce per aggredire qualche funzionario (disordine sociale), qualcuno finisce per volersi “costituire” e farsi tramutare il debito in anni di galera (disordine psicologico), qualcuno non ce la fa e si toglie la vita. Forse anche per questo l'ISTAT ha smesso di rilevare statistiche sui suicidi economici dal 2011. C'è invece chi, come Link Lab, il laboratorio di Ricerca Socio-Economica dell’Università degli Studi Link Campus University, ci fornisce dei dati allarmanti proprio sui suicidi per motivi economici che tra il 2012 ed il 2014 sono raddoppiati (+50%): in 439 si sono tolti la vita schiacciati da debiti, fallimenti, licenziamenti e disoccupazione, 201 nel 2014 in salita rispetto ai 149 del 2013 e agli 89 del 2012. E se il 45% sono imprenditori e titolari di aziende, il 42% sono disoccupati mentre aumenta il malessere giovanile che porta al 5,5% il numero di suicidi di chi ha tra i 25 e i 34 anni, il 4% solo nel 2014 e all'1,4% quelli di chi ha meno di 25 anni (era 0 nel 2012). Nei tre anni della crisi più profonda in Grecia la statistica faceva segnare un + 35%. Quando ci chiedono se “faremo la fine della Grecia” mi vengono in mente questi numeri. La parola d'ordine per i media pare sia quella di non parlarne. Nascondere le morti sotto il tappeto e andare avanti. Quindi perché nasce Equitalia? Forse perché questi metodi criminosi non avrebbe mai potuto utilizzarli un Ente come l'Agenzia delle Entrate direttamente? Forse perché serviva colpire i piccoli e lasciare indisturbati gli amici degli amici? Tutti interrogativi inevasi. Fine dell'estratto Kindle. © 2010-2015, Amazon.com, Inc. o società affiliate.
========================
MA, IL PROBLEMA CHE I DEPOSITI DEL GAS, che sono limitati, NO!! NON è UN PROBLEMA REALE PER ERDOGAN, PERCHé LA RUSSIA è UNA DELLE 8 NAZIONI, CHE SALMAN GLI HA DETTO, cioè, che ROTHSCHILD HA DETTO A SALMAN, CHE LUI, ERDOGAN DEVE CONQUISTARE RAPIDAMENTE!
my Israel ] nessuno dovrebbe dire che Unius REI è un ragazzo cattivo! e come potrebbe? [ come fanno quei morti di fame dei turchi, a conquistare il puttanato Madre Erdogan: cagna vagina pecora di nove anni Maometto, contro, quei morti di fame Europei, se SpA Banche Centrali, corporations Rothschild NWO e Bush Massone il Coglione ladro assassino, hanno rubato il Signoraggio Bancario a tutto il mondo? è chiaro a tutti, ogni guerra fa soltanto gli interessi dell'unico banchiere mondiale! Ecco perché SALMAN è l'uomo più stupido della storia del Genere umano! Perché, non fa niente che farà morire 5 miliardi di persone, ma, lui, tutto da solo, ha deciso che, il mio Santo ISLAM deve sparire dalla stora di questo pianeta, e questa è veramente, una grande ingiustizia contro tutti i miei fratelli musulmani!
==================
YOUTUBE 666 GOOGLE ] piccina mia [ MA, TU CREDI CHE POTREBBE RESISTERE LA TUA PICCOLA VAGINA PECORA DI NOVE ANNI AL MIO IMPETO VIRILE?
LA BESTIA DI SATANA NWO INIZIA A PIEGARSI SOTTO LE MIE SFERZATE! è la prima volta in 8 anni che, youtube ha INCOMINCIATO AD applicaRE contro di me una censura totale! se, io non posso accedere con un account youtube attivo, poi, il motore intelligenza artificiale, di google: la ENTITà Collettiva simbiotica: delle anime maledette all'inferno: CIA NATO, SpA FMI, A.I. Gmos Biologia sintetica: la piramide Torre di Babele, lui non mi può conoscere, ed io non posso vedere nessuno dei miei commenti, ECCO PERCHé, L'ATTUALE SISTEMA DI FILTRI "intelligenti" RENDE INVISIBILI A TUTTI I MIEI COMMENTI, se, non erano elencati in precedenza: come miei lettori abituali. infatti: su "COMMENTI PIù POPOLARI" non si vede nessun mio commento, e la pagina, "COMMENTTI RECENTI" è chiusa per me! in questo modo, se io non ricordo il mio ultimo canale con cui ho scritto gli articoli ultimi? io non ho più il modo di poterli recuperare! Ormai il nazismo bancario massonico: Baal JaBullOn il Gufo al Bohemian Grove: la piramide satanica con l'occhio di lucifero, regime Bildenberg soffoca sempre di più, giorno per giorno, ogni prerogativa costituzionale in un nazismo satanistico ideologia GENDER del Nuovo Ordine mondiale! e questo, è proprio quello che il mio Regno di Dio JHWH e delle 12 Tribù di ISRAELE, andava aspettando, per inasprire le ostilità contro tutte le bestie di Satana: in questo pianeta!
=========================
16/12/2015 ARABIA SAUDITA-ISLAM. Una coalizione islamica anti-terrorismo per “salvare la faccia” a Riyadh IL TERRORISTA. di Paul Dakiki. Vi partecipano 35 nazioni a maggioranza musulmana. Sono esclusi Siria, Iraq, Iran e Afghanistan. Dubbi che la lotta al terrorismo sia usata per soffocare i diritti umani delle popolazioni di questi Paesi. L’approvazione di Al-Azhar, che chiede da tempo un impegno a correggere le interpretazioni letteraliste del Corano. Le critiche di Hezbollah. Beirut (AsiaNews) –  L’alleanza militare lanciata dall’Arabia saudita contro il terrorismo jihadista sembra essere stata composta “troppo in fretta” e forse “per salvare la faccia dei sauditi” noti per aver sostenuto con l’ideologia e le armi gruppi fondamentalisti. È l’opinione dello studioso Farea al-Muslimi, del Carnegie Middle East Centre alla notizia diffusa ieri, secondo cui l’Arabia saudita ha raccolto una coalizione di 35 nazioni a maggioranza musulmane per combattere il terrorismo dal punto di vista militare e ideologico. Oltre a Riyadh, i Paesi che hanno aderito sono: Bahrain, Bangladesh, Benin, Ciad, Comore, Gibuti, Egitto, Gabon, Guinea, Costa d’Avorio, Giordania, Kuwait, Libano, Libia, Malaysia, Maldive, Mali, Marocco, Mauritania, Niger, Nigeria, Pakistan, Palestina, Qatar, Senegal, Sierra Leone, Somalia, Sudan, Togo, Tunisia, Turchia, Emirati arabi e Yemen. Balza subito all’occhio il fatto che da tale alleanza sono esclusi Paesi come l’Iran, l’Iraq e la Siria, oltre che l’Afghanistan. È forte il sospetto che tale alleanza sia in realtà una mossa anti-Teheran, per controllare e sottomettere il mondo islamico, sottraendolo all’influenza iraniana. Il ministro saudita della Difesa, Mohammed bin Salman, ha detto che la coalizione coordinerà gli sforzi per combattere gli estremisti in Iraq, Siria, Libia, Egitto e Afghanistan. Ma l’assenza di Siria e Iraq (e Afghanistan) pone domande su come tale alleanza potrà svolgere azioni militari contro i terroristi dell’Isis in questi territori senza il permesso dei relativi governi. Un’altra questione sollevata dagli analisti è su cosa Riyadh intenda per “terrorismo”. Dalla primavera araba in poi, l’Arabia saudita si è difesa da qualunque movimento di critica sociale e per la democrazia uccidendo e imprigionando attivisti sul suo suolo; è intervenuta militarmente nel Bahrain per sedare rivolte democratiche della maggioranza sciita contro la leadership sunnita; è impegnata in una guerra contro le minoranze Houthi nello Yemen. Secondo Amnesty International la nuova coalizione potrebbe essere per restringere ancora di più i diritti umani delle popolazioni di questi Stati a maggioranza islamica.
L’università di Al-Azhar, massima autorità nel mondo sunnita, ha invitato tutti i Paesi islamici ad aderire alla coalizione, definendo “storica” la decisione di combattere “i mali del terrorismo”. Mesi fa, proprio il grande imam di Al-Azhar, Ahmed al-Tayeb, in un incontro alla Mecca, aveva chiesto una nuova impostazione degli studi coranici per combattere il terrorismo ostacolando l’interpretazione letteralista del Corano. Per ora non sembra che la coalizione abbia questo scopo. Infine, è da notare che nella coalizione è presente il Libano, un Paese che non è musulmano, né cristiano, ma laico e che soffre però di una grande influenza finanziaria e politica dell’Arabia saudita. La decisione di aderire all’alleanza è stata presa dal premier Tammam Salam senza alcuna consultazione: perfino il ministero degli esteri di Beirut era all’oscuro, provocando le ire del partito di Hezbollah, formato da militanti sciiti, alleati di Bashar Assad in Siria. Il dubbio è che tale coalizione, invece che lottare contro il terrorismo, rischi di acuire ancora di più la lotta fra sunniti e sciiti.
======================
Netanyahu: Israel Will Respond to PA with 'Unilateral Moves' [ quale accordo con nazi sharia? di una LEGA ARABA senza reciprocità? islamici sono una truffa e non daranno mai garanzie reali guerra è inevitabile Erdogan e Arabia Saudita diffondono il terrorismo nel mondo con USA E UE che hanno tradito Israele! ] Prime Minister warns PA that their torpedoing talks will not go unanswered.
==========
a tutte la NAZIONI: i satanisti della CIA NSA hanno spiato e continueranno a spiare ed a predare il mondo, attraverso la loro superiore tecnologia. è NOSTRO DOVERE RESISTERE AL LORO BULLISMO! e noi cosa facciamo contro di loro? ] Former CIA Chief: Pollard Relase Only on Humanitarian Grounds. Michael Hayden: If Pollard is released it should be on humanitarian grounds not in a deal that has Israel freeing terrorists. By Uzi Baruch First Publish: 4/6/2014 Protest for Jonathan Pollard's release
===================
DOPO L'INVASIONE JIHADISTA DELLA SIRIA VOLUTA DA ONU CIA UE NATO USA LEGA ARABA? LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE TOTALE è SOLTANTO UN EVENTO TEMPORALE!  Ban Ki-moon è una bestia GENDER scimmia Darwin] [ la UE è una truffa ONU criminale internazionale assoluta! infatti, 50 nazioni naziste islamiche, senza nessun diritto umano, siedono in ONU Bildenberg tranquillamente! Ecco perché al diritto è stato sostituito l'uso della forza: ARMIAMOCI TUTTI, IL FARWEST è ARRIVATO! Putin firma legge anti-sentenze Corte Ue diritti umani - Europa
=========================
LE SANZIONI CONTRO LA RUSSIA, CHE NON è PARTE DEL CONFLITTO NEL DONBASS, ADDEBITANO LA RESPONSABILITà DELLA GUERRA MONDIALE NUCLEARE ALLA NATO! DATO CHE TURCHIA E ARABIA SAUDITA SONO PARTE ATTIVA DELLA DISTRUZIONE DI SIRIA ED IRAQ: E SONO RESPONSABILI DI TUTTI I DELITTI DI GENOCIDIO DEI LORO JIHADISTI! Mosca: UE incoraggia Kiev a far saltare gli accordi di Minsk. (16.12.2015) DOPO L'INVASIONE JIHADISTA DELLA SIRIA VOLUTA DA ONU CIA UE NATO USA LEGA ARABA? LA GUERRA MONDIALE NUCLEARE TOTALE è SOLTANTO UN EVENTO TEMPORALE! IL PEGGIORE TERRORISMO ISLAMICO NAZISTA! il sharia Turchia avrà una base militare in Qatar e viceversa, tutti il sharia terrorismo internazionale galassia jihadista. Accordo cooperazione, 3.000 soldati più unità aeree e navali.
========================
NON C'è PIù UN POSTO PER GLI SCIITI NEL CALIFFATO MONDIALE! ] STRAGE PRETESTUOSA: QUESTI SUNNITI SONO ISIS BOKO HARAM SAUDITI [ 16.12.2015. L'accusa da parte di attivisti musulmani nella città di Zaria, considerata la roccaforte musulmana nel nord del Paese. L'esercito replica: reazione a tentativo di assassinare un generale. Attivisti nigeriani di fede musulmana accusano l'esercito regolare di aver compiuto nel corso dello scorso weekend una strage nella città di Zaria, considerata fulcro del Movimento Islamico della Nigeria, gruppo sorto nei primi anni ottanta su ispirazione della rivoluzione iraniana e appoggiato da Teheran.
Secondo quanto denunciato dal portavoce della comunità sciita, Ibrahim Musa, sarebbero centinaia i corpi lasciati senza vita nelle strade della città dall'operazione governativa che, come confermato dai vertici militari nigeriani, si sarebbe resa necessaria per la concreta minaccia di gruppi ribelli nei confronti di un generale dell'esercito. Irritazione da parte del governo iraniano, che ha sottolineato come sia responsabilità del governo nigeriano proteggere le popolazioni sciite presenti nel Paese: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1736615/Nigeria-raid-esercito-sciiti-uccisi.html#ixzz3uVbeZE4N
Iraq chiede il ritiro delle truppe turche E RESPINGE OGNI COALIZIONE MILITARE TERRESTRE SUL SUO TERRITORIO! MENTRE LA RUSSIA è IN ATTESA DEI CACCIA TURCHI! ] OGNI MALEDIZIONE DI GENOCIDIO SHARIA è SOPRA DI TE! 16.12.2015 PERCHé TU NON SEI UN SALAFITA! [ Convocata la Lega Araba su richiesta del governo iracheno, che denuncia i piani ambiziosi della Turchia sulle regioni settentrionali del suo territorio, in particolare sulla città di Mosul. Su richiesta del governo iracheno, la Lega Araba terrà una riunione straordinaria dei suoi ministri degli Esteri la prossima settimana per discutere dello schieramento in Iraq l'esercito turco, iniziativa fortemente condannata dal governo di Baghdad. Ankara ha inviato un contingente di soldati e carri armati il 4 dicembre scorso nella regione di Mosul, ufficialmente nell'ambito della missione di addestramento, presso la base Bashiqa, dei peshmerga curdi che combattono contro Daesh. Il premier iracheno, Hauder Abadi, ha chiesto ad Ankara il "ritiro completo" di tutte le sue forze dal nord dell'Iraq, non considerando soddisfacente lo spostamento di parte delle truppe e dei blindati di Ankara al Kurdistan iracheno: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1740191/iraq-turchia-ritiro-truppe.html#ixzz3uVcyruLk
Migranti, Turchia sotto accusa. 19:41 16.12.2015. Il piano stipulato con l’Ue non funziona. Entrano i fondi, ma Ankara continua a respingere o a trattenere i profughi in centri di detenzione. La denuncia di Amnesty International. Amnesty International accusa la Turchia di non rispettare il diritto internazionale nella tutela e nella gestione dei profughi. Il rapporto "Europe's gatekeep" documenta tre casi di violenza fisica nei centri di detenzione e denunce di maltrattamenti. La Turchia ha prima ammassato centinaia di profughi su autobus affinchè in un secondo momento venissero trasferiti a oltre mille chilometri di distanza nei centri di detenzione dove questi sarebbero stati trattenuti in isolamento, sottoposti a maltrattamenti e in catene per diversi giorni. In alcuni casi a molti profughi sarebbe perfino stato negato il diritto d'asilo e sarebbero stati rimandati nei paesi d'origine. Nell'ambito del 'Piano d'azione' firmato a novembre da Ue e Turchia, Bruxelles, "sempre più desiderosa di assicurarsi la cooperazione di Ankara allo scopo di ridurre l'immigrazione irregolare, sta consentendo l'uso dei suoi fondi per dotare di equipaggiamento e infrastrutture i centri dai quali i rifugiati e i richiedenti asilo vengono spinti a rientrare in Paesi come Siria e Iraq", recita il rapporto. Funzionari dell'Ue ad Ankara hanno confermato ad Amnesty che i sei centri di accoglienza descritti nella bozza del 'Piano d'azione' datata 6 ottobre funzionano di fatto come centri di detenzione. Amnesty chiede quindi a Ue e Turchia di sospendere l'accordo fino alla creazione di meccanismi efficaci e indipendenti di monitoraggio dell'attuazione del 'Piano d'azione': http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1741074/Amnesty-International-accusa-Turchia.html#ixzz3uVeQ2YW6
Opinione: Perché l'Arabia Saudita: LA MADRE DEI TERRORISTI, ha creato una coalizione di paesi musulmani? QUESTO è UN ATTO DI ALTO TRADIMENTO CONTRO ISRAELE! 16.12.2015. La Coalizione di paesi musulmani guidati dall'Arabia Saudita comprende 34 Stati. Essa può iniziare una lotta con tutti quelli che considera nemici, ha detto a Sputnik il capo dell’organizzazione non governativa siriana "Per la democrazia e la libertà", Ribal al-Assad. Il punto di vista del Pakistan è offerto da Masood Vadzhahat, noto politologo pakistano, professore ed editorialista del giornale "Jang": "Prima di tutto bisogna definire chiaramente il concetto di terrorismo. Quello che i terroristi rappresentano da noi, in Pakistan, è diverso dalla rappresentazione che ne hanno Arabia Saudita. Nella nostra comprensione, terrorista è colui che solleva un arma per costringere gli altri a sottomettersi alle proprie richieste politiche o religiose. Ma per i sauditi il concetto risulta essere diverso. Per loro, un terrorista è chiunque rappresenti una minaccia per l'ordinamento esistente in tale Stato. Pertanto, è prima necessario definire ciò che è considerato un gruppo terroristico. Personalmente, non credo che l'Arabia Saudita combatterà il terrorismo che intendiamo noi. Inoltre, non dobbiamo dimenticare che nel corso degli ultimi trenta anni questo paese ha contribuito non poco a spargere per il mondo l'attuale ondata di terrore.  Per quanto riguarda la partecipazione del Pakistan in questa coalizione, non dobbiamo dimenticare, come il Pakistan è stato tirato insistentemente in una coalizione per combattere contro gli Huthi. E solo grazie all'opinione pubblica, e quindi alla decisione del parlamento, il mio paese ha resistito. Dopo tutto, il nostro governo è fortemente dipendente dagli aiuti stranieri, in gran parte sauditi, per risolvere i problemi interni, del bilancio ecc. Anche se il mondo non è convinto della potenza dell'inviolabilità del regime saudita, consentitemi di esprimere dubbi sulla sua stabilità. E forse l'attuale decisione della coalizione  un tentativo di evitare un tale sviluppo. Inoltre, c'è sullo sfondo l'intervento attivo della Russia in Siria. Io vedo questo come un passo verso la creazione di un ordine mondiale multipolare. Inoltre, va detto che i recenti sviluppi, tra cui la storia dell'aereo russo abbattuto, hanno convinto il mondo della superiorità morale ed etica della Russia": http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1738011/opinione-arabiasaudita-coalizione.html#ixzz3uVhSg6lH
Deputato turco accusato di tradimento per l'intervista con RT. 17:50 16.12.2015. Il deputato del Partito Repubblicano del Popolo della Turchia aveva raccontato ai giornalisti che nel 2013, su territorio turco, i militanti dell’ISIS si erano riforniti di gas nervino sarin, che viene utilizzato per la produzione di armi chimiche.  Il procuratore generale di Ankara ha avviato un'indagine contro il deputato del Partito Repubblicano del Popolo della Turchia Eren Erdem, dopo che questi aveva raccontato in un'intervista a RT, che i militanti del Daesh (gruppo vietato in Russia) si erano riforniti in Turchia di gas sarin, utilizzato per la produzione di armi chimiche. Secondo i media locali, la polizia sospetta Erdem di tradimento e può essere privato dell'immunità parlamentare. Erdem dice che, sia in Turchia che in Occidente, si conoscono gli autori degli attacchi chimici avvenuti in Siria nel 2013, per i quali è stato accusato Assad. Armi chimicHE.  La Turchia dietro l'attacco chimico dell'ISIS a Damasco. "Materiali per le armi chimiche sono stati importati in Turchia, e poi trasferiti in un capo del gruppo del Daesh in Siria, allora membri di Al-Qaeda in Iraq", aveva detto in un'intervista con RT Eren Erdem. Abbiamo le registrazioni che lo confermano. L'ufficio del procuratore ha avviato un'indagine, che ha portato agli arresti delle persone coinvolte. Tuttavia, una settimana dopo, il caso è stato trasferito in un altro pubblico ministero, e tutti sono stati rilasciati. Attraversarono il confine turco-siriano e sono fuggiti": http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1739762/turchia-deputato-tradimento-isis-sarin.html#ixzz3uViYMfkT
6/12/2015 INDIA. Karnataka: assolti otto cristiani, accusati di conversioni forzate. I giudici di Puttur hanno stabilito la loro innocenza. Erano detenuti dal 2007 perché incolpati di fare proselitismo tra gli indù. Leader cristiano: “I cristiani sono minacciati, insultati e molestati di continuo da estremisti indù di destra, che interrompono le preghiere anche nelle case private”. Bangalore (AsiaNews) – Un tribunale del Karnataka ha deciso di assolvere con formula piena otto cristiani accusati di conversioni forzate dall’induismo al cristianesimo. I giudici della corte di Puttur hanno stabilito che gli imputati sono innocenti e le accuse contro di loro sono false. Sajan K George, presidente del Global Council of Indian Christians (Gcic), dice ad AsiaNews: “Questa è una vittoria non solo per gli otto cristiani innocenti, ma per l’intera comunità cristiana. Di continuo i cristiani vengono molestati, minacciati e imprigionati dalle autorità con false accuse di conversioni forzate”. Gli otto uomini erano detenuti dal settembre 2007. Alcune persone del villaggio di Balya li avevano accusati di andare di casa in casa e fare proselitismo. La polizia di Kadaba aveva accolto la denuncia e registrato il caso contro T Sebastian, K Varghese, M Thomas, S Babu, V Baby, T Joseph, T Alexander e T James. I giudici della quinta sezione distrettuale di Puttur invece hanno fatto cadere tutte le accuse e rimesso i cristiani in libertà. Il presidente del Gcic commenta: “La conversione è un diritto stabilito dalla Costituzione. Ma la conversione attuata con mezzi fraudolenti o attraverso la coercizione è illegale e illecita: essa non è conversione”. Il leader cristiano conclude: “I cristiani del Karnataka sono spesso minacciati, molestati e insultati dagli estremisti di destra indù, che interrompono le loro preghiere anche nelle case private e li incolpano di presunte conversioni estorte con la forza. Il Gcic accoglie con gioia l’assoluzione degli otto cristiani innocenti”.Queste persone appartengono alla comunità dalit e sono più aperte ad accogliere l'evangelizzazione. Per questo è ancora più importante che le persone votino per difendere e garantire la propria libertà di culto e di coscienza. le nostre famiglie hanno bisogno di libertà religiosa perché la fede le sostiene le nutre e le rafforza. Oltre a questo c'è urgente bisogno di posti di lavoro per permettere a queste famiglie di essere autosufficienti dal punto di vista economico. I bambini che sono il nostro futuro hanno bisogno di un'istruzione di qualità. In queste zone la Chiesa cattolica è la prima a occuparsi di educazione ma anche il governo deve occuparsene investendo in istituti qualificati per la nostra nuova generazione. I nostri giovani hanno il diritto di essere guidati per diventare leader di successo. Hanno bisogno di formazione scientifica per poter diventare bravi agricoltori e allevatori. Il futuro è nel grano non nelle pistole. Le persone non si nutrono con i proiettili. Di recente abbiamo organizzato un laboratorio per alcuni di loro ma questo dovrebbe essere fatto a livello nazionale. Qui nel nord del Karnataka anche la sanità è in condizioni di estrema gravità e causa grande indignazione tra la gente. È di assoluta importanza che le persone vivano godendo di piena dignità umana. Anche la condizione delle donne è critica e i nostri rappresentanti dovranno occuparsi di emancipazione e di fornire alle ragazze adeguati programmi di formazione per il loro sviluppo. È urgente per noi che siamo nella Chiesa migliorare la nostra funzione di guida anche nella società soprattutto in aree come la vita politica e lo sviluppo sociale. Ai giovani voglio dire di proclamare senza paura la loro amicizia con Gesù e di coltivare un senso della Chiesa mettendo a disposizione i loro talenti e le loro energie al servizio della Chiesa che è vostra madre.
===============
è VERO CHE: Arabia Saudita ha dato vita all'alleanza militare islamica, LA cui formale missione sarebbe quella di combattere il terrorismo. [ 16 dicembre 2015 ] ma, in realtà, il concetto di "TERRORISMO" per ARABIA SAUDITA è: esattamente un concetto: opposto del nostro! Per loro è terrorismo il nostro falso diritto di poterci opporre al loro dovere di islamizzazione!
================
e chi ha detto che i sacerdoti di satana: sistema massonico anticristo farisei: cioè, che anche loro non hanno i loro santi rothschild usurai martiri? anche Hitler aveva i suoi! ] ECCO PERCHé, PER IL BENE DELLA LORO ANIMA, IO STO PROGETTANDO DI SOMMERGERLI DI TRIBOLAZIONI INTERIORI ED ESTERIORI! OVVIAMENTE, ALLA CIA LO SANNO, IN TUTTO QUESTO, NON C'è NULLA DI PERSONALE PER ME! [ Rajoy aggredito in Galizia, prende schiaffo e perde occhiali. Colpito al volto questo pomeriggio si trovava in campagna elettorale a Pontevedra in Galizia da un 17enne che si è detto vicino al Movimento Marea, alleato con Podemos.
====================
16.12.2015 ] PERCHé NEL CONTROLLO SUL NUCLEARE SONO STATE INCLUSE LE AREEE COME: commercio, la tecnologia, la finanza e l'energia, che sono le più CARATTERISTICHE DELLA SOVRANITà DI UN PAESE? IO VOGLIO DISTRUGGERE L'IRAN A CAUSA DELLA SHARIA, QUESTO è VERO! PERò QUESTA VIOLAZIONE DI SOVRANITà è UN ABUSO! relative al programma nucleare iraniano, tra cui misure per garantire l'accesso a queste aree, come il commercio, la tecnologia, la finanza e l'energia: Gli Stati Uniti potrebbero imporre nuove sanzioni contro l'Iran, se le sue azioni nel settore nucleare si dimostreranno pericolose. Lo ha annunciato il portavoce della Casa Bianca Josh Ernest. Le regolari dichiarazioni della Casa Bianca sono arrivate dopo la prova che l'Iran ha lanciato un nuovo missile balistico. Il comitato di esperti dell'ONU ha riconosciuto che il lancio del missile a lungo raggio dell'Iran, nel mese di ottobre, è una violazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite. In relazione all'introduzione di nuove sanzioni degli Stati Uniti contro l'Iran, il portavoce della Casa Bianca ha detto: "Io certamente non escludo misure aggiuntive, se i nostri rappresentanti in materia di sicurezza nazionale decideranno che le nuove sanzioni sarebbero utili per contrastare questa attività." Come si comporterà l'Iran di fronte al timore dell'introduzione di nuove misure restrittive dopo il lancio del piano d'azione comune globale (SVPD) sul suo programma nucleare? La posizione ufficiale di Teheran sulla questione è stata espressa in un'intervista con Sputnik Persian dal consigliere del presidente del consiglio dell'IRI per gli affari internazionali Hossein Sheikholeslam: "L'Iran non considera onesta la diplomazia degli Stati Uniti, che fermamente adempiere gli obblighi di trattati e accordi. Tuttavia, l'Iran ha adempiuto a tutti i suoi obblighi e rigorosamente aderisce agli accordi raggiunti con l'Occidente e gli Stati Uniti. Questo vale soprattutto per l'accordo globale su INP e SVPD. Tuttavia, non siamo abbastanza certi che gli Stati Uniti adempiano ai loro obblighi. Vediamo che gli Stati Uniti stanno agendo seguendo solo le condizioni più favorevoli per i loro interessi, non come dovrebbero nel quadro dell'accordo. Pertanto, siamo pronti a tutto. E 'difficile dire se, in pratica, si arriverà al punto che gli Stati Uniti imporranno nuove sanzioni, ma posso sicuramente dire che se ciò accade, da parte dell'Iran seguirà una risposta altrettanto dura". Ricordiamo che i sei mediatori internazionali (USA, Gran Bretagna, Francia, Germania, Russia, Cina) e l'Iran, il 14 luglio di quest'anno, hanno raggiunto un accordo storico sul programma nucleare iraniano. È stato firmato un piano comune globale d'azione (SVPD), che mira a garantire il carattere esclusivamente pacifico del programma nucleare iraniano e la rimozione completa di tutte le sanzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, così come le sanzioni internazionali e nazionali relative al programma nucleare iraniano, tra cui misure per garantire l'accesso a queste aree, come il commercio, la tecnologia, la finanza e l'energia: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1741641/iran-usa-sanzioni-nucleare.html#ixzz3uYt0ZRnn
Gianfranco Menotti · Anzano del Parco
Questo accordo è sostenuto dagli USA con l'intento di innervosire sempre più gli Israeliani in modo che si decidano,una buona volta, ad attaccare l'Iran ,a scopo preventivo del riarmo nucleare,e dare inizio ad un'altra guerra.
==================
i vertici del Governo Turco, IN PIù OCCASIONI, si sono AUTO-riconosciuti la responsabilità materiale, ideologica, economica (nEGAZIONE RISARCIMENTO): di questo atto: premeditato: di terrorismo immorale, di questo delitto internazionale, contro il genere umano. ORA IO PRETENDO CHE LA TURCHIA VENGA DISTRUTTA! Il bombardiere russo Su-24 è stato abbattuto da un F-16 turco sul territorio siriano ed è caduto a quattro chilometri dal confine con la Turchia. Lo Stato Maggiore russo ha detto che il jet non ha attraversato il confine con la Turchia, e questo è confermato sia dai dati della difesa aerea siriana, così come dal Pentagono. La Turchia sostiene che l'aereo russo è entrato nel suo spazio aereo. Il pilota del Su-24 Oleg Peshkov è stato ucciso dopo l'espulsione dal velivolo dai militanti presenti nel territorio controllato dai turkmen siriani. Illeso il co-pilota Konstantin Murahtin che ha riferito che il velivolo non ha attraversato il confine e di non aver ricevuto nessun avvertimento dal caccia turco: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1742596/turchia-russia-relazioni-trucco-ripristino.html#ixzz3uYvHzS47
I media turchi hanno riportato il fermo di 27 navi mercantili russe. ] la presunzione abusiva, pretestuosa, arbitraria: svincolata dal diritto, i turchi rovinerà, perché la NATO è una struttura difensiva! [ 16.12.2015. L'ambasciata russa ad Ankara ha ricevuto denunce per la detenzione illegale di navi russe nei porti della Turchia, ha detto il portavoce dell'ambasciata Igor Mityakov. "Dal momento dell'incidente del jet russo Su-24 del 24 novembre scorso e l'introduzione di misure economiche contro la Turchia, Sono stati segnalati appelli all'ambasciata da armatori russi e dagli equipaggi delle navi russe sui fatti di detenzione illegale nei porti turchi " — ha detto Mityakov rispondendo alla richiesta di commentare le informazioni per il fermo di 27 navi russe nei porti turchi. In precedenza, i media turchi avevano riferito che il paese ha fermato un totale di 27 navi mercantili russe a causa della mancanza di adeguata documentazione in risposta al fermo delle navi turche nel Mar Nero. Secondo i media, le autorità turche hanno preso queste azioni come risposta al presunto dlocco di otto navi turche mercantili da parte dei russi. Questi incidenti hanno avuto luogo presumibilmente nel periodo dal 24 novembre, quando la Turchia ha abbattuto un bombardiere russo Su-24 sulla Siria, e il 15 dicembre: http://it.sputniknews.com/mondo/20151216/1741935/navi-russia-porti-turchia-blocco.html#ixzz3uYwfzfqM


Rothschild IMF Spa -- troia quella Troika di tua madre la lupa! i tuoi escrementi sono più fortunati di te perché non scenderanno con te all'inferno insieme alla tua famiglia maledetta! tu non avresti mai dovuto prendere il posto Dio per rubare il Signoraggio bancario!.. così Dio ha fatto l'Universo per darlo a te a un satanista? fai il mio commercialista contabile e continua a vivere!
Lega Araba, no a 'Israele stato ebraico' [ Israele, Benyamin Netanyahu --- ok, a testa bassa, ora: muro contro muro.. oppure, decidi di morire in silenzio, non piangere! ] Summit in Kuwait dice no a condizione posta da Netanyahu ad Anp. 26 marzo, #IL CAIRO, "La Lega Araba ha rifiutato di riconoscere categoricamente Israele come Stato ebraico", nel comunicato finale del vertice annuale che si tiene in Kuwait". La richiesta é un cavallo di battaglia del governo israeliano a guida di destra di Benyamin Netanyahu ed è stata indicata come una sorta di precondizione aggiuntiva all'Autorità nazionale palestinese (Anp) di Abu Mazen per un accordo di pace definitivo. Per la Lega, Israele è responsabile dello stallo dei negoziati.

Revisiting NATO atrocities [ il califfato della NATO in Cossovo come si illude il criminale saudita prima della morte.. così si illuse Hilter.. e già così i satanisti hanno bisogno di dividere il mondo con i salafiti? voi siete i coglioni! addio Islam ed Israele muoia sansone insieme ai filistei.. addio scemi! ] 15 years on: Looking back at 'humanitarian' bombing of Yugoslavia. 26 Wednesday Mar 2014. Posted by syrianfreepress in Crimes Against Humanity humanitarian wars Kosovo Milosevic NATO NATO bombing Serbia Sergey Lavrov USA USA Crimes USA Military War Strategy Yugoslavia Austerity Bosnia Breakaway regions Conflict Crime Crimes against humanity Europe Hate crimes History Human Rights Humanitarian Wars Kosovo Lavrov Law Military Milosevic NATO NATO bombing politics Pristina Security Serbia Sergey Lavrov The Balkans UN USA USA Crimes USA Military War War Strategy Yugoslavia Pristina in the early hours March 25 1999 after NATO forces launched a missile attack against Yugoslavia. Exactly 15 years ago on March 24 NATO began its 78-day bombing of Yugoslavia. The alliance bypassed the UN under a "humanitarian" pretext launching aggression that claimed hundreds of civilian lives and caused a much larger catastrophe than it averted. NATO bombings of Yugoslavia in 15 dramatic photos. Years on Serbia still bears deep scars of the NATO bombings which as the alliance put it were aimed at "preventing instability spreading" in Kosovo. Questions remain on the very legality of the offense which caused casualties and mass destruction in the Balkan republic.
The Yugoslav Army Headquarters building hasn't been rebuilt after being damaged by cruises missiles in April 1999 during NATO's bombing of Serbia over Kosovo. Belgrade Codenamed 'Operation Allied Force' it was the largest attack ever undertaken by the alliance. It was also the first time that NATO used military force without the approval of the UN Security Council and against a sovereign nation that did not pose a real threat to any member of the alliance. NATO demonstrated in 1999 that it can do whatever it wants under the guise of "humanitarian intervention" "war on terror" or "preventive war" – something that everyone has witnessed in subsequent years in different parts of the globe. Nineteen NATO member states participated to some degree in the military campaign against the Federal Republic of Yugoslavia (Serbia and Montenegro) which lasted for 11 weeks until June 10 1999. More rubble less trouble
In the course of the campaign NATO launched 2300 missiles at 990 targets and dropped 14000 bombs including depleted uranium bombs and cluster munitions (unexploded cluster bombs continued to pose a threat to people long after the campaign was over.) Over 2000 civilians were killed including 88 children and thousands more were injured. Over 200000 ethnic Serbs were forced to leave their homeland in Kosovo.
In what the alliance described as "collateral damage" its airstrikes destroyed more than 300 schools libraries and over 20 hospitals. At least 40000 homes were either completely eliminated or damaged and about 90 historic and architectural monuments were ruined. That is not to mention the long-term harm caused to the region's ecology and therefore people's health as well as the billion-dollar economic damage.
A woman passes a destroyed car March 281999 after a NATO missile hit downtown of Kosovo's capital of Pristina in Saturday night's NATO attack (Reuters)
News correspondents Anissa Naouai and Jelena Milincic the authors of RT's documentary 'Zashto?' – which means "Why?" in English –traveled through former Yugoslavia to Belgrade Kosovo and Montenegro and spoke to people who endured the atrocities and horrors of the war and lost their friends and relatives.
"There is a bridge near the city of Nis which was bombed at the time when a passenger train was passing through it" Milincic recalls.The tragedy on April 12 1999 killed 15 people and wounded 44 others while many passengers were never accounted for.
"We felt the blast and saw flames under the locomotive. The train was blown so powerfully half a meter from the ground. I don't know how we stayed on the rails" recalled witness Boban Kostic. "Our colleague got off the train when I did" he said. "He was really scared. But another rocket hit and blew him to pieces" added another witness Goran Mikic. "Why? Why civilians? Why a train?" said Dragan Ciric. "It still torments me if the first rocket was a mistake what were the next three for?" he told RT.
The Chinese embassy in the Yugoslav capital of Belgrade was also hit and set on fire by NATO airstrikes on May 7 1999. Three citizens of the country were killed. The alliance called the attack "a mistake." China is a permanent member of the UN Security Council and along with Russia did not support a military solution for the Kosovo crisis.
A worker walks in front of the remains of the former Chinese embassy during its demolition in Belgrade November 10 2010. During the NATO offensive against Yugoslavia U.S. warplanes bombed the Chinese embassy in Belgrade on May 7 1999 killing three Chinese nationals and consequently igniting protests outside the U.S. embassy in Beijing (Reuters) Prior to the military assault the Milosevic regime was accused of "excessive and disproportionate use of force in Kosovo." But was the force that NATO used when bombing the sovereign state's territory proportionate and restrained? Rights organization Amnesty International accused the allied forces of committing war crimes. "Indications are that NATO did not always meet its legal obligations in selecting targets and in choosing means and methods of attack On the basis of available evidence including NATO's own statements and accounts of specific incidents Amnesty International believes that – whatever their intentions – NATO forces did commit serious violations of the laws of war leading in a number of cases to the unlawful killings of civilians" the rights watchdog said in a report published in June 2000.
The alliance dismissed the accusations saying that cases involving civilian deaths were due to technological failure or were simply "accidents of conflict." NATO failed to say that they were due to the alliance's own failure to take all necessary precautions.
"We never said we would avoid casualties. It would be foolhardy to say that as no military operation in history has been perfect" said Jamie Shea NATO's chief spokesman the Guardian reported at the time. Bombing background
Former NATO Secretary General Javier Solana ordered military action against Yugoslavia following a failure in negotiations on the Kosovo crisis in France's Rambouillet and Paris in February and March 1999. NATO's decision was officially announced after talks between international mediators – known as the Contact Group – the Yugoslav government and the delegation of Kosovo Albanians ended in a deadlock. Belgrade refused to allow foreign military presence on its territory while Albanians accepted the proposal. A US F-15C Eagle flies a mission over Yugoslavia 08 April 1999 (AFP Photo)
Back then Slobodan Milosevic's forces were engaged in armed conflict with an Albanian rebel group the Kosovo Liberation Army (KLA) which sought the province's separation from Yugoslavia. Former US President Bill Clinton's special envoy to the Balkans Robert Gelbard had earlier described the KLA as "without any questions a terrorist group." (The KLA was later repeatedly accused of being involved in the organ trafficking of Serbs in the late 1990s.) However despite not announcing the link officially NATO entered the conflict on the side of the KLA accusing Serbian security forces of atrocities and "ethnic cleansing" against ethnic Albanians in Kosovo. The main objective of the campaign was to make Milosevic's forces pull out of the province. The fact that there was violence on both sides of the confrontation was ignored both by allied governments and Western media – which stirred up public anger by focusing only on Serbs' atrocities and being far less vocal regarding abuses by Albanians. "All efforts to achieve a negotiated political solution to the Kosovo crisis having failed no alternative is open but to take military action" Solana said on March 23 1999. "We must halt the violence and bring an end to the humanitarian catastrophe now unfolding in Kosovo." A police training centre in Novi Sad in the north of Yugoslavia burns 25 March 1999 after it was destroyed during NATO air strikes according to the official Yugoslav news agency Tanjug (AFP Photo)
Racak massacre controversy An incident involving the "mass killing" of Albanians in central Kosovo's village of Racak – a KLA stronghold – became a major excuse and justification for NATO's decision to start its operation. Serbs were blamed for the deaths of dozens of Albanian "civilians" on January 15 1999. However it was alleged that the accusations could have been false and the bodies actually belonged to KLA insurgents whose clothes had been changed. Kosovar families enter Racak mosque where the coffins of ethnic Albanians killed on January 15 were brought in10 February in southern Kosovo A central role in labeling the events in Racak "a massacre" belonged to William Walker who headed the OSCE Kosovo Verification Mission. He visited the site shortly after the incident and made his judgment. "[Walker] arrived there having no powers to make conclusions regarding what had happened" Russian Foreign Minister Sergey Lavrov said in an interview with Rossiyskaya Gazenta paper in November last year.
Yugoslav authorities accused Walker of going beyond his mission and proclaimed him persona non grata while Western leaders were infuriated over the Racak incident.
Smoke rises over the local red cross office destroyed in last night's NATO air strike on centre of Kosovo's capital Pristina March 29 1999 (Reuters)
"And some time later the bombing started" Lavrov recalled adding that the situation in Racak became the "trigger point." Moscow insisted that an investigation should be carried out. The EU commissioned a group of Finnish forensic experts to prepare a report on the incident. Later the European Union handed it over to the International Criminal Tribunal for the former Yugoslavia Lavrov said. The full version of the document has never been made public said the minister who was Moscow's permanent representative to the UN between 1994 and 2004. "But parts of the report leaked and were quoted in the media saying that [the victims] were not civilians and that all the bodies found in Racak were in disguise and that bullet holes on clothes and bodies did not match. There was also no one who was killed at short range" Lavrov said. "Even though I've repeatedly raised this issue the report itself still has not been shown." An Ethnic Albanian refugee from Kosovo looks at her destroyed kitchen after she returned to her house 22 June 1999 on a road near Orahovac. NATO halted its air campaign with the signing of the Military Technical Agreement in Kumanovo on June 9 1999 with the Yugoslav government agreeing to withdraw its forces from Kosovo. On June 10 1999 the UN Security Council adopted resolution 1244 to establish the UN Interim Administration Mission in Kosovo (UNMIK). In August 2013 Amnesty International accused the UNMIK of failing to properly investigate the abductions and murders of Kosovo Serbs in the aftermath of the 1998-1999 war. "Years have passed and the fate of the majority of the missing on both sides of the conflict is still unresolved with their families still waiting for justice" the organization said. Moscow's former envoy to NATO (1997-2002) Viktor Zavarzin believes the military alliance's aggression was "a crime against humanity" and a "violation of international laws and norms." The event that unfolded 15 years ago laid ground to a new era of the development of international relations – the era of "chaosization of international law and its arbitrary manipulation" Zavarzin an MP for the United Russia party said at the State Duma plenary session on Friday.
Photo released 11 May 1999 by the official Yugoslav news agency Tanjug shows a view of a bridge on the Belgrade-Nis highway 90 km south of Belgrade which was reportedly damaged during NATO air strikes the night before (AFP Photo)
Michael McFaul who recently quit the post of the US Ambassador to Russia tweeted his reaction to RT's NATO bombing anniversary coverage pointing to dramatic growth in Serbia after Milosovic was ousted.



UniusReiOrWarW666IMF


King Abdullah II [ perché tu hai lasciato gridare me da solo contro il signoraggio bancario rubato da Rothschild? tu mi hai deluso! ] la tua LEGA ARABA ha ucciso troppi dhimmi innocenti ed in 1500 anni il tuo califfato ha sterminato 50 popoli cristiani che vivevano prima di voi con il genocidio voi avete acquistato la vostra eredità quindi è falsa la vostra eredità!.. dove tu pensi di arrivare? tu pagherai tutti i loro crimini anche! [ tu sei scemo e questo per te è il mio ultimo avvertimento!.. se io non vedrò abolita la sharia? la tua vita non vale più niente! non ci sono armi o satanisti americani che per te possono essere utili! ma se distruggerai la Sharia io distruggerò Israele! io sono Unius REI! ] [ perché satanisti e massoni farisei Bildenberg Spa FMI hanno distrutto sottomesso soppiantato i cristiani in Occidente tu pensi di poter sopravvivere.. certo avresti potuto sopravvivere se i cristiani avevano il controllo: perché i cristiani sono umani ma ora satanisti e massoni i demoni non daranno a te neanche una tomba! il signoraggio bancario ha reso i popoli come dei cartoni animati tutti voi siete dei cartoni animati.. perché lo Spirito Santo non è in voi se lo Spirito Santo fosse in voi voi denuncereste i crimini che l'Islam commette contro i martiri cristiani innocenti.. ma questa è la verità io ho detto troppe parole inutilmente in questi sei anni in youtube.. ecco perché tutto il mondo che tu conosci? deve bruciare esso non esiste piu tu sei morto come una anima dannata il complice vittima di Rothschild! ] Jordanian king vows to protect Jerusalem. King Abdullah II says Amman will stand up for Arab population in holy city calls for peace deal to uphold Jordan's interests. By Spencer Ho March 26 2014 Jordan's King Abdullah II addresses the 68th session of the United Nations General Assembly Tuesday Sept. 24 2013 at U.N. headquarters. Jordan's King Abdullah II addresses the 68th session of the United Nations General Assembly Tuesday Sept. 24 2013 at U.N. headquarters. Jordan's King Abdullah II said his country will protect Jerusalem and stand up to "Israeli violations" in a speech to the Arab Summit in Kuwait Tuesday. Get The Times of Israel's Daily Edition by email and never miss our top stories Free Sign up! Abdullah's speech to the Arab League Summit in Kuwait came as tensions between Israel and Jordan have bubbled up over demands by Knesset lawmakers that Israel impose sovereignty over the Temple Mount. Jordan "will work to help Jerusalem's Arab population stay on their land support their steadfastness strengthen their presence and stand up to address Israeli violations and measures particularly those targeting Al Aqsa Mosque by all available means and in coordination with our brothers in the State of Palestine" Abdullah said referring to the mosque atop the disputed holy site. A Knesset debate in February on Israeli sovereignty over the Temple Mount set off intense criticism in the Arab world particularly from Jordan where Prime Minister Abdullah Nsur warned that Amman might review its peace agreement with Israel. Jordan considers itself custodian of the holy site which is administered by the Islamic Waqf trust. "Jordan will … continue to carry out its religious and historical duty of preserving Jerusalem and its holy Islamic and Christian sites" he said. Israeli lawmakers have raised hackles over a restriction barring Jewish prayer atop the mount considered the holiest site in Jerusalem for fear that they will provoke a violent reaction from Muslims. Religious Jews visiting the Temple Mount March 27 2013. Abdullah also touted the importance of achieving an Israeli-Palestinian peace accord calling it the basis for "achieving comprehensive peace and enrooting security and stability in the Middle East." He added that any peace agreement needed to "uphold Jordan's higher interests" "Today the international community is required to assume its responsibilities move immediately to compel Israel to stop its unilateral policies and measures and urge it to take advantage of the Arab Peace Initiative and the historic opportunity available now to achieve peace" he said. The Times of Israel staff contributed to this report. Read more: Jordanian king vows to protect Jerusalem | The Times of Israel http://www.timesofisrael.com/jordanian-king-vows-to-protect-jerusalem/#ixzz2x425xzfG
Follow us:@timesofisrael



UniusReiOrWarW666IMF


Arab League [ SORRY ] i am also no recognize masonic state of israel: fake six point star on flag's Rothschild satana Imf Spa but also not recognize your sharia imperialism nazi dhimmi slaves! i am kingdom of JHWH not masonic system scam banking seigniorage! you are maniac crazy religion nazi and i will kill you of couse


UniusReiOrWarW666IMF


Arab League backs refusal to recognize Jewish state [ THIS IS WORLD WAR NUCLEAR! ] Read more: The Times of Israel | News from Israel the Middle East and the Jewish World http://www.timesofisrael.com/#ixzz2x3yvrp6B
Follow us:@timesofisrael


UniusReiOrWarW666IMF


OTHER PRISONERS in criminal country.. Lacheng Ren China
Lacheng Ren a Christian sponsoring a new Christian bookstore in Taiyuan and Wenxi Li a Christian... more
Chhedar Bhote Nepal Pastor Chhedar Bhote Lhomi was arrested for eating beef and sentenced to 12 years in prison. The... more
Alireza Seyyedian Iran (Islamic Republic of)
Alireza Seyyedian is a 37-year-old former Muslim who has been a Christian since 2006. Last year... more
OTHER PRISONERS Farshid Fathi Iran (Islamic Republic of)
Farshid Fathi was arrested on Dec. 26 2010 in a wave of arrests of believers in Tehran and other... more
Nguyen Van Ly Vietnam On Feb. 19 2007 Father Nguyen Van Ly was arrested in Hue Vietnam for distributing material... more
Behnam Irani Iran (Islamic Republic of)
Behnam Irani a 41-year-old pastor from Karaj Iran was convicted of crimes against national... more
OTHER PRISONERS: Tohar Haydarov Uzbekistan
On March 9 2010 a criminal court in Uzbekistan sentenced 27-year-old Tohar Haydarov to 10 years... more
Imran Ghafur Pakistan
On Jan. 11 2010 Imran Ghafur Masih was sentenced to life in prison and fined 100000 rupees... more
Yang Rongli China On Nov. 25 2009 Pastor Yang Rongli and four other Linfen-Fushan church leaders from Shanxi... more
OTHER PRISONERS: Asia Bibi Pakistan
Asia Bibi a 37-year-old Pakistani woman from the village of Ittanwali was arrested by police on... more
Gao Zhisheng China Since 2005 Gao has been repeatedly arrested imprisoned and severely tortured by Chinese... more
Alimujiang Yimiti China In September 2007 Chinese government officials closed Alimujiang Yimiti's business and accused... more
OTHER PRISONERS: Dr. Kiflu Gebremeskel Eritrea
Dr. Kiflu Gebremeskel a leading figure of Full Gospel Church of Eritrea founder and senior pastor... more
Kidane Weldou Eritrea Pastor Kidane Weldou disappeared and is presumably detained by Eritrean security forces. His... more
Haile Nayzgi Eritrea During the early morning hours of May 23 2004 Haile Nayzgi was arrested and taken to Police... more
my JHWH -- io li ho denunciati tu falli morire!



UniusReiOrWarW666IMF


Wenxi Li. Arrested December 2012 in China
A Christian bookstore employee Wenxi Li and another man associated with the bookstore Lacheng Ren were arrested and sentenced to prison terms for their role in the Enyu Bookstore in Taiyuan. On June 17 2013 Wenxi Li was sentenced to two years in prison by the court of Xiaodian district of Taiyuan in central China.
In 2012 Wenxi Li a book store worker in Beijing traveled to Shanxi province to help local Christians there open a new book store in the capital city of Taiyuan. But police raided the new business Enyu Bookstore and confiscated hundreds of books that Wenxi had brought with him from Beijing.
According to the South China Morning Post one security worker allegedly shouted at Wenxi and his co-workers "Don't you dare bring Christian culture here. This is our turf."
On Dec. 19 2012 Wenxi was asked to come to a police station to retrieve the $6000 worth of books that police had seized. But when he arrived at the police station he was immediately arrested and sent to prison. Police were quoted as saying Wenxi was denied bail because of the seriousness of his "crime."
His wife Cai Hong Li said police told her that her husband was arrested because he was involved in an "illegal business." However Cai Hong said the bookstore had a legal license to operate and that her husband was not involved with managing the business. He was "just sent to find a rental place for a new store" Cai Hong said.
Since her husband's arrest Cai Hong said she and her two children have received harassment from anonymous sources. She added that she fears for her children's safety.
While in prison awaiting trial Wenxi led three people to Christ. His family is planning to appeal his case.
Wife and Family Visited Husband
The wife of Wenxi Li reported that she and her family were able to visit with her husband in January 2014 in the central China prison where he is confined. He has been sentenced to two years in prison for his involvement with the Enyu Bookstore a Christian book store in Taiyuan. His wife said that he is doing well and is excited because several more prisoners have become Christians. Pray that God will continue to use Wenxi Li during his prison sentence.



UniusReiOrWarW666IMF

Volunteer Ministries. Global Response. PrisonerAlert is a ministry of The Voice of the Martyrs. Find out more about VOM at Persecution.com. Users of PrisonerAlert have sent encouraging letters to prisoners and petitioned officials at an amazing rate.
Are you ready to begin serving our persecuted family? Consider joining The Voice of the Martyrs as a volunteer! We have several ways that you can get involved.
VOM Ambassador
VOM Church Representative
VOM Envoy
VOM Office Volunteer
Want to find out more? CLICK HERE to fill out our Volunteer Interest form or contact our office at 1-888-298-6423.
"If anyone serves Me him My Father will honour." John 12:26
VOM Ambassador
Join our growing number of Ambassadors across Canada and receive the opportunity to raise awareness of worldwide persecution of Christians. You will have opportunities to present to congre-gations youth groups small groups Bible studies Sunday school classes Christian schools and other group settings in your local area. You will also distribute VOM literature and encourage others to get involved in raising awareness. As an Ambassador you will be fully supported with training resources advice and prayer.
Back to top
VOM Church Representative
Church Representatives are crucial links between the persecuted Church worldwide and the local Church in Canada. As a Church Representative you will raise awareness and encourage your church to support persecuted Christians by providing literature information and prayer alerts. You will also encourage participation in VOM campaigns. Like our Ambassadors Church Representatives are fully supported with training resources advice and prayer.
VOM Envoy
VOM Envoys serve the vital role of sharing the message of the persecuted Church with believers in their sphere of influence. They serve by distributing VOM materials in their community organizing VOM speakers for their prayer group or church and encouraging other Christians to get involved in supporting persecuted believers. VOM Envoys are supported with training resources advice and prayer.
VOM Office Volunteer
Do you live within driving distance of our office in Mississauga Ontario? Do you have some free time each week through which you can serve the Lord? Perhaps you work part-time or are retired and have interest in serving your brothers and sisters. Join other office volunteers at VOM's headquarters!
VOM is looking for committed volunteers who can serve in our office weekly. We'll provide required training. A variety of functions including the following are just some of the ways you can help serve our persecuted brothers and sisters in Christ.
Database entry
Prepare pack and ship orders and resources
Prepare response envelopes and write thank-you notes to supporters
Prepare pack and ship resources to various conferences and events
Process and stock received materials
Prepare items for sale
Stock and count inventory
Answer telephones
Index photographs and images
Participate in prayer and devotions
UniusReiOrWarW666IMF
Ucraina: le verità non dette e gli interessi occidentali. mar 22nd 2014 di C. Alessandro Mauceri – da alcuni mesi l'attenzione della gente viene distolta dai problemi concreti legati ai modi di gestire il Paese negli anni passati e concentrata sul problema "Ucraina/Crimea". Purtroppo però sempre più spesso si tende a modificare (il termine corretto sarebbe "mistificare") le informazioni prima di diffonderle. Della questione "Ucraina" e "Crimea" si è detto che c'è stata l'invasione dell'Ucraina da parte della Russia. Della volontà di Putin di estendere il dominio sovietico alla Crimea e per contro un plauso è stato volto agli sforzi che Stati Uniti e Unione Europea starebbero facendo per salvare i "poveri" ucraini da una "minaccia" che metterebbe a rischio la democrazia nel Paese. A salvaguardia dei diritti dell'Ucraina sono intervenute Onu Unione Europea Fondo Monetario Internazionale e Nato che per bocca di Rasmussen ha sostenuto di voler garantire "l'integrità territoriale e la sovranità dell'Ucraina" e il "diritto dei suoi cittadini di decidere il loro futuro senza ingerenze esterne". Il nuovo premier Arseni Iatseniuk da settimane ormai riempie le prime pagine dei giornali e chi lo ascolta pare non vedere l'ora di poter fare qualcosa per accogliere i suoi appelli. La Russia "ci ha dichiarato guerra siamo sull'orlo del disastro" ha affermato "questa è una dichiarazione di guerra contro il mio Paese". Per Iatseniuk il referendum della Crimea per l'annessione alla Russia "è illegittimo". "La Crimea è e resterà Ucraina la Russia ritiri i militari e non supporti le forze che vogliono dividere l'Ucraina". Il premier ucraino (come del resto molti altri diplomatici e imprenditori occidentali) in realtà pare aver dimenticato che il suo è un mandato ad interim conferito non da un parlamento normale ma da un parlamento provvisorio gestito dai rivoltosi. La sua nomina avvenuta il 26 febbraio in teoria sarebbe dovuta servire solo a portare il Paese alle elezioni presidenziali di maggio. E non a istigare un assalto da parte dei Paesi occidentali alla Russia. Invece da quando è entrato in parlamento il premier "ad interim" non ha fatto altro che accusare la Russia di voler invadere militarmente l'Ucraina. E per dimostrarlo ha detto che Putin avrebbe inviato truppe in Crimea. Su questa base è stato invocato l'aiuto di tutti i Paesi occidentali e di tutte le organizzazioni internazionali. Che ovviamente non aspettavano di meglio per sentirsi legittimati ad intromettersi nelle questioni ucraine. "Le autorità ucraine mi hanno informato oggi della loro richiesta di aiuto dal Fmi. Siamo pronti a rispondere e nei prossimi giorni invieremo un tema a Kiev per un dialogo preliminare con le autorità. Questo consentirà al Fmi di effettuare la sua consueta valutazione tecnica e indipendente sulla situazione economica in Ucraina e allo stesso tempo avviare il dialogo sulle riforme alla base per un programma del Fmi" ha detto la Lagarde sottolineando che il Fmi sta inoltre "discutendo con i nostri partner internazionali su come meglio aiutare l'Ucraina in un momento critico della sua storia. Siamo incoraggiati dalle dichiarazioni di appoggio che sono state espresse". La richiesta di intervento "urgente" è stata accolta immediatamente anche dall'ONU dalla NATO dagli USA e dall'Unione Europea. La verità però è ben diversa da quella presentata da molti giornali. Innanzitutto poco o niente è stato detto su cosa sia realmente la Crimea e quali siano i suoi rapporti con Ucraina e Russia. La Crimea è una penisola posta sulla costa settentrionale del Mar Nero. Buona parte del suo territorio è amministrata dall'omonima repubblica autonoma. La maggioranza assoluta della popolazione il 585% è russa e solo una minoranza (244%) è ucraina. Con la caduta dell'URSS nel dicembre 1991 la Crimea proclamò l'autogoverno. In seguito accettò di rimanere all'interno dell'Ucraina seppure come repubblica autonoma. Fu proprio per questo motivo che nel 1997 Russia e Ucraina sottoscrissero un accordo che consentiva alla Russia di avere un proprio avamposto militare e una propria presenza navale militare in Crimea. L'accordo prevedeva anche una sorta di spartizione delle basi militari e navi in Crimea (alla Russia andavano l'817% delle navi della flotta che in cambio avrebbe corrisposto al governo ucraino un pagamento in denaro) e concedeva alla Russia di poter utilizzare i porti in Crimea e le frequenze radio per scopi militari. Gli accordi sottoscritti nel 1997 da Leonid Kuchma e Boris Eltsin prevedevano che la Russia potesse posizionare in Crimea fino a 25.000 uomini oltre a numerosi armamenti di ogni ordine e tipo. L'accordo aveva scadenza nel 2017 ma nel 2010 Dmitri Medvedev e Viktor Yanukovich in rappresentanza di Russia e Ucraina hanno sottoscritto la proroga fino al 2042. Quindi stando agli accordi internazionali sottoscritti dai due Paesi la Russia aveva e ha tutto il diritto di posizionare le proprie truppe in Crimea. E il nuovo premier "ad interim" non ha alcun diritto di invocare l'aiuto delle organizzazioni internazionali e di rischiare di far scoppiare una guerra di dimensioni planetarie per di più basata su falsità. La verità è che il problema "Ucraina" non ha niente a che vedere con i "diritti umani" degli abitanti della Crimea (i risultati dell'ultimo referendum lo hanno provato al di là di ogni ragionevole dubbio) né con la presunta "invasione militare sovietica" né tanto meno politico (il presidente ucraino rimosso infatti aveva mostrato una grande apertura verso l'Europa). Per contro come sempre l'interesse delle grandi potenze (UE inclusa) poco niente ha a che vedere con la tutela del diritto di autodeterminazione della Crimea come pure i giornali continuano a ripetere nella speranza che qualcuno ancora ci creda. La verità è che il motivo per cui l'Ucraina desta grande interesse in molti Paesi occidentali sta nelle sue enormi potenzialità economiche. L'Ucraina è uno dei più grandi operatori al mondo per il transito di gas (37.600 km di tubature il più grande sul continente europeo dopo quello russo) ed è una fonte di approvvigionamento energetico di importanza cruciale per molti Paesi europei. Ma anche le ingenti risorse minerarie ucraine sono appetibili. Un quarto delle "terre nere" del mondo si troverebbe proprio in Ucraina che occupa un ruolo leader tra i fornitori di alcune risorse minerarie primarie. Dal carbone (principalmente nel bacino di Donezk) ai giacimenti di ferro dal nichel al cromo e poi al titanio al mercurio (di cui è il secondo fornitore mondiale). E non basta. In Ucraina operano otto grandi produttori di concimi sei dei quali specializzati in concimi azotati (l'Ucraina è uno dei principali esportatori di concimi minerali azotati al mondo). Anche l'industria aerospaziale è molto avanzata e il paese partecipa a decine di progetti internazionali.
Il volume totale degli investimenti stranieri effettuati in Ucraina al 31 dicembre del 2012 ammontava a 545 miliardi di dollari. Cifra più che sufficiente a giustificare l'interesse degli USA nel Paese. E più che sufficiente anche per giustificare la scelta di Arseni Iatseniuk alla guida del Paese. Colui il quale con i suoi ingiustificati allarmismi potrebbe autorizzerebbe l'intrusione di diversi soggetti internazionali nelle scelte di politica interna del Paese. "Sono preoccupato per gli sviluppi in Crimea. Sollecito la Russia a non intraprendere azioni che possano accrescere la tensione o creare equivoci" così il segretario generale della Nato Anders Fogh Rasmussen. A fargli eco il portavoce della Commissione Ue che ha detto: "L'integrità territoriale dell'Ucraina deve essere rispettata da tutti". Quindi mentre si fa rivolgere l'attenzione della gente sui movimenti di truppe sovietiche (legittimi e autorizzati da accordi tra i due Paesi) c'è chi fa di tutto per intromettersi nella vita degli ucraini: secondo un giornalista indipendente all'inizio di marzo sarebbero atterrati in piena notte all'aeroporto internazionale Boryspil di Kiev tre aerei con a bordo oltre trecento mercenari (anche se oggi si preferisce chiamarli eufemisticamente "contractor") della Greystone Limited la più grossa agenzia di "soldati a pagamento" del mondo. Nessuno sa ufficialmente chi li abbia inviati. Il fatto stesso però che truppe straniere invadano in un Paese libero dovrebbero essere vista come una vera e propria dichiarazione di guerra. Quanto al mandante poi pare non possano esserci molti dubbi. L'agenzia per cui lavorano questi mercenari ha sede in Virginia e solitamente lavora per multinazionali e governi (pare che in questo momento è sotto contratto del Pentagono e della Cia contratti di miliardi di dollari l'anno); in una conversazione tra il ministro degli Esteri estone Urmas Paet e Catherine Ashton a proposito di cecchini presenti sui tetti di Kiev il ministro ha detto: "È brutto sapere che la nuova coalizione non voglia chiarire cosa sia successo esattamente. Esiste il forte sospetto che dietro agli sniper (i cecchini n.d.r.) non ci fosse Yanukovich ma qualcuno della nuova coalizione". Se si guarda ai fatti quindi e non a menzogne ed omissioni mediatiche la verità è che a Kiev un presidente eletto legittimamente è stato defenestrato e a capo del governo è stato messo qualcun altro non eletto da nessuno ma comodo a molti personaggi esteri. Un nuovo premier che non ha perso tempo e non ha aspettato regolari elezioni (previste fra un paio di mesi) ma ha subito dato la scusa a chi non aspettava di meglio i termini per un ingresso forzato e unilaterale del Paese nell'Unione Europea e nella NATO. A ben guardare si tratta di un copione ormai vecchio (e gli italiani dovrebbero saperlo bene): viene rimosso un governo legittimo e messo il potere nelle mani di un soggetto non eletto democraticamente ma nominato da chi non avrebbe dovuto (perché eletto con un sistema incostituzionale). E appena nominato (non eletto) questa persona non perde tempo e travalicando i propri diritti e doveri si dà da fare per attuare misure che facciano gli interessi non dei cittadini ma di chi ha deciso di metterlo su quella poltrona. Rasmussen ha tenuto a sottolineare che la Nato "sostiene l'integrità territoriale e la sovranità dell'Ucraina" e il "diritto dei suoi cittadini di decidere il loro futuro senza ingerenze esterne". http://www.notiziegeopolitiche.net/?p=39413
L'Ucraina la propria sovranità l'ha persa non a causa dell'invasione sovietica ma nel momento stesso in cui multinazionali assetate di denaro hanno messo gli occhi sulle risorse naturali del Paese. Le stesse multinazionali che per appropriarsi di queste ricchezze hanno già dimostrato di essere pronte a scatenare una guerra mondiale (che tra l'altro per loro sarebbe un'ulteriore fonte di ricchezza ovviamente si parla del sistema di farisei anglo-americani Spa FMI che hanno rubato la sovranità monetaria ).


UniusReiOrWarW666IMF
2 ore fa

Zeidan in Libia rischio base Al-Qaida. Per operazioni terroristiche all'estero inclusa l'Italia [ tutta la maledizione dei massoni Bildenberg 322 e dei satanisti anglo-americani farisei Illuminati Spa Fmi FED BCE per diffondere gli islamici nel mondo e uccidere Israele. ] 26 marzo #ROMA [ se io penso che in Libia non si pagavano le tasse e quasi tutto era gratis? mi viene da piangere! ] "La Libia potrebbe essere una base per Al-Qaida per qualsiasi operazione in Italia Gran Bretagna Francia Spagna Marocco o dovunque. Le armi sono dappertutto le munizioni sono dappertutto": lo ha detto l'ex premier libico Ali Zeidan nel corso di un'intervista al quotidiano The Times pubblicata oggi. Zeidan sfiduciato l'11 marzo in seguito allo scandalo della petroliera che tentava di esportare greggio per conto di un gruppo separatista e poi espatriato è fuggito in Germania.


UniusReiOrWarW666IMF
2 ore fa

Marò:DeMisturainiziativa internazionale "Effetti concreti in un mese" Italia non va a processo il 28/3. 26 marzo #ROMA [ perché tu non hai illustrato la tua motivazione giuridica? ] E' in campo "un'iniziativa internazionale che dovrebbe produrre i propri effetti in termini concreti nel giro di un mese": cosi' alla Camera l'inviato del governo per la vicenda dei marò Staffan De Mistura sottolineando che l'Italia non accetterà alcun "processino" poichè punta alla "internazionalizzazione della vicenda". De Mistura non ha dubbi: "Qualunque cosa accada nell'udienza del 28 marzo a New Delhi noi al processo non andiamo. La posizione italiana è fermissima: niente processo".


UniusReiOrWarW666IMF
2 ore fa

Aereo sparito: a Perth familiari vittime [ se non sono stati mangiati dai satanisti Cia sull'altare di satana? poi saranno certamente tutti ritrovati! ] Sperano ricerche consentano di recuperare corpi dei loro cari 26 marzo SYDNEY 26 MAR - Centinaia di familiari dei passeggeri del volo Malaysia Airlines MH370 sono attesi nei prossimi giorni a Perth nella speranza che le ricerche in corso consentano di recuperare i corpi delle vittime. Dopo oltre due settimane di incertezze le autorità malesi hanno annunciato che l'aereo è con ogni probabilità precipitato nell'Oceano Indiano a circa 2500 km dalla capitale dell'Australia Occidentale. Australia ha accettato di esentare i familiari dei passeggeri dal costo dei visti.


UniusReiOrWarW666IMF
2 ore fa

25 marzo 2014 [ Merkel 322 Obama.. sono gli stessi che hanno sparato con i cecchini per realizzare il golpe? ] L'Ucraina si affida a mercenari occidentali per l'ordine pubblico.A soffocare gli umori della protesta nelle regioni orientali dell'Ucraina sarà impegnata la Società militare privata Greystone Limited. La notizia è del Servizio di Sicurezza del Paese (SBU). Si prevede che mercenari occidentali verranno a fungere da polizia politica e da Corpo delle Guardie di Pubblica Sicurezza. Intanto il Ministero dell'Interno dell'Ucraina ha dato notizia che al momento del fermo è stato ucciso Alexandr Musychko coordinatore dell'organizzazione radicale "Praviy Sektor" -Settore di destra. Le autorità autoproclamate ucraine andranno ad imporre alla parte orientale del Paese le loro idee sulla democrazia e sui valori europei con l'aiuto di militari occidentali. Il Servizio di Sicurezza dell'Ucraina a quanto pare ha deciso che essendo esso incapace di far fronte da solo all'ondata di malcontento nelle regioni sarà meglio che il compito di soffocare gli umori svantaggiosi per le autorità di Kiev sia affidato alla Società militare privata Greystone Limited figlia della Società Blachwater la cui fama scandalosa è dovuta ai massacri della popolazione civile e al contrabbando di armi. A giudicare dai fatti i suoi collaboratori hanno già operato in Ucraina durante le azioni praticamente militari al Maidan. Ora i mercenari occidentali che hanno partecipato ai disordini pubblici in piazza Maidan sotto le sembianze di forze di autodifesa verranno a subentrare le organizzazioni nazionalistiche ucraine del tipo di Settore di destra ad opera delle quali è stato realizzato il colpo di Stato. A quanto pare gli ex oppositori che finalmente hanno sentito gli appelli rivolti a loro ancora durante la sanguinosa contrapposizione hanno deciso di prendere le distanze dai radicali. Ma lo stanno facendo a modo loro. Ieri nella città di Rovno è stato ucciso il coordinatore del Settore di destra Alexandr Musychko personaggio odioso che si è imposto all'attenzione del pubblico mondiale per le sue vedute radicali e per la sua passione per le armi. Come ha comunicato il Ministero dell'Interno dell'Ucraina il nazionalista è stato mortalmente ferito al momento del suo fermo. Era sospettato di avere creato un raggruppamento criminale. In Russia nei suoi confronti è aperto un procedimento penale per l'uccisione di militari russi in Cecenia è ricercato dalla Polizia Internazionale. Per le attuali autorità di Kiev Sashko Bilyj è diventato un personaggio estremamente scomodo - ritiene il colonnello del Servizio di Intelligence Lev Korolkov veterano dell'unità speciale "Vympel":
Secondo il piano originario la forza d'urto provvede a risolvere i problemi di presa del potere e poi si inizia a difendere questa forza. Ma il "Settore di destra" ed un'ulteriore decina di organizzazioni simili hanno preso consapevolezza della propria forza e della possibilità di influire sulla situazione. Ora non desiderano perdere il potere. Alcuni giorni fa l'associazione radicale "Settore di destra" è stata ufficialmente registrata come partito politico. I radicali hanno chiesto di indire elezioni parlamentari anticipate ed hanno avanzato il capo dell'organizzazione Dmitry Jarosh come candidato alla carica di Presidente. Il Comitato d'Investigazione della Russia ha fatto avviare la ricerca internazionale del leader del "Settore di destra" accusandolo di incitazioni al terrorismo e all'estremismo.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_03_25/Mercenari-occidentali-saranno-impegnati-a-fronteggiare-le-rivolte-in-Ucraina-5442/


UniusReiOrWarW666IMF
2 ore fa

[ questo è vero rubare per fame? non è peccato! ] TUTTO LO SCHIFO MASSONICO DEI BILDENBERG E DELLA LORO POLITICA PARASSITARIA DI VIOLAZIONE DI SOVRANITà MONETARIA.. LA DISTRUZIONE DELLA CIVILTà UMANISTICA PER L'ERA DI MOSTRI OBAMA GENDER kERRY 322 BUSH ROTHSCHILD FARISEI SPA fMI Nwo Spa USURAI ASSASSINI TRADITORI.. ] Marco Fontana [ In Italia conviene finire in carcere ] non arrivi a fine mese e hai terminato gli ammortizzatori sociali? Da questa settimana in Italia è più conveniente finire in carcere che rimanere a casa. Il Governo Renzi infatti è dovuto correre ai ripari dopo la condanna della Corte europea dei diritti dell'uomo per il sovraffollamento delle carceri. La soluzione prospettata è pirotecnica: risarcire i detenuti con una paga di 20 euro al giorno fino a quando l'emergenza non sarà superata. Stiamo parlando di 600 euro al mese. Una "paghetta" per la quale molti cittadini comuni non stenteremmo a crederlo farebbero la firma. A quest'idea balorda il Governo ne accompagna in alternativa una ancora più orripilante: uno sconto di pena fino al 20%. Una proposta assolutamente scellerata perché ancora una volta mette in ginocchio il principio della certezza della pena che sta alla base di una società democratica. D'altra parte questa scelta non dovrebbe nemmeno stupirci visto che coi Governi Monti e Letta sono intervenuti due decreti "svuota-carceri" che garantiscono una riduzione di 300 unità al mese e che vi è stata una semplificazione nell'applicazione delle misure alternative al carcere. Si pensi ad esempio che nel 2009 quest'ultime riguardavano solamente 12.455 detenuti oggi invece toccano quota 29.233. Insomma gli ultimi due Governi sono stati più occupati a studiare misure per mandare i delinquenti fuori dalle galere che a redigere un sensato piano di edificazione di nuove carceri e a consegnare alla giustizia coloro che commettono reati. L'importante è che i criminali stiano fuori dalle patrie galere al fine di evitare le temibili reprimende europee. Tra luglio-dicembre del 2005 e luglio-dicembre del 2006 (periodo dell'ultimo indulto di cui possiamo aver già apprezzato i risultati) i reati sono aumentati: furto con destrezza (+1969) furto con strappo (+1793) furti in abitazione (+ 863%) rapine in banca (+ 1830) omicidi volontari (+419). E stiamo parlando di appena cinque mesi dal provvedimento che ha avuto effetti per i quattro anni successivi. Una ricerca dell'ABI condotta subito dopo l'indulto del 2006 dimostra poi come siano aumentati reati quali spaccio di stupefacenti furti d'auto borseggi e omicidi preterintenzionali e volontari. Riferendoci sempre all'indulto del 2006 osserviamo alcuni fatti di cronaca. Salvatore Buglione rapinato mentre chiudeva l'edicola da due delinquenti di cui uno già indultato: è morto con una coltellata nel cuore. Antonio Pizza 28 anni sposato e padre di un bimbo di pochi mesi deceduto dopo una lunga agonia durante una rapina commessa da un criminale uscito pochi giorni prima grazie all'indulto. Aniello Scognamiglio 16 anni investito e ucciso a Torre del Greco da un ubriaco e drogato al volante: l'omicida libero grazie all'indulto in carcere ci era entrato per spaccio di stupefacenti violenza resistenza a pubblico ufficiale e reati vari contro il patrimonio. Paolo Cordova farmacista ammazzato durante una tentata rapina da un losco personaggio che prima dell'indulto era dentro perché aveva commesse altre sei rapine. Luigia Polloni morta strangolata per mano di un tossicodipendente indultato che aveva alle spalle ben venticinque rapine. Antonio Allegra ucciso da Pietro Arena fuori grazie all'indulto nonostante un tentato omicidio. Barbara Dodi 46 anni due figlie strangolata in camera da letto con una cinta dal marito già condannato per tentata rapina e libero grazie all'indulto. Guido Pelliciardi eLucia Comin: torturati seviziati e poi uccisi in provincia di Treviso da un rumeno e da due albanesi irregolari che avevano già commesso rapine e violenze sessuali ma che erano in circolazione grazie all'indulto.
Antonella Mariani 77 anni aggredita e scippata cade a terra e sbatte la testa. L'assassino (eroinomane) aveva da pochi mesi beneficiato dell'indulto. Florinda De Martino mamma di 35 anni uccisa a colpi d'ascia il 23 luglio del 2009 in un villino del quartiere Camaldoli a Napoli. Il fidanzato assassino aveva tentato nel 2002 di uccidere l'ex moglie: tentativo fallito solo perché la lama del coltello si spezzò nell'addome della donna. Condannato a sei anni con sconto per indulto (nonostante la recidiva) è arrivato a tre da cui vanno decurtati nove mesi di sconti automatici.
Insomma si tratta di un vero e proprio bollettino di guerra che troverà la sua reiterazione grazie alla brillante mossa del neo ministro di Grazia e Giustizia Andrea Orlando a cui forse sarebbe più corretto togliere la Giustizia e lasciargli solo la Grazia. L'unica speranza è che in questa nostra Italia del 2014 i carcerati preferiscano ricevere 600 euro al mese piuttosto che rischiare la tranquillità in quella tremenda giungla che è diventata la vita quotidiana delle persone lavoratrici.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_03_26/In-Italia-conviene-finire-in-carcere-9872/


UniusReiOrWarW666IMF

Un quinto del debito pubblico dell'Ucraina in mano ad una società d'investimento USA
11 novembre 2013
CIA e Mossad addestrano truppe mercenarie per rovesciare il regime di Assad
2 agosto 2012 Mosca aspetta le reazioni di Kiev USA e UE per le minacce dei nazionalisti ucraini alla Russia
8 marzo L'esercito USA è pronto a difendere i Paesi NATO dalla Russia
9 marzo
La CIA gestisce i rifornimenti di armi ai ribelli siriani
21 giugno 2012
Gli USA hanno rifiutato di biasimare l'attentato in Siria
22 febbraio 2013
Senatori USA chiedono sanzioni contro le banche russe per la Siria
18 settembre 2013
Lavrov: l'unione all'OPAC rende inutile il raid contro la Siria
12 settembre 2013 23:36


UniusReiOrWarW666IMF

Igor Siletskij [ MA LA SIRIA AVENDO CONTRATTATO LA CESSIONE DELLE SUE ARMI CHIMICHE HA FATTO PERDERE A: USA NATO TURCHIA OGNI DIRITTO DI POTER FARE UN ATTACCO CONTRO I LUI.. PERCHé QUESTA EVENTUALITà SAREBBE DI UNA INFAMIA IDELEBILE OLTRE CHE UNA VIOLAZIONE EL DIRITTO INTERNAZIONALE! ALTRE NAZIONI QUINDI ANCHE LA CINA ENTREREBBERO NEL CONFLITTO.. ] 20 marzo Dopo la Crimea gli USA cercano una rivincita in Siria.
Mercoledi' scorso gli aerei dell'aeronautica di Israele hanno sferrato un attacco contro le postazioni dell'esercito siriano sulle Alture del Golan. Alcune ore prima gli USA avevano annunciato la sospensione dei rapporti diplomatici con il regime di Damasco ordinando al personale dell'ambasciata e dei consolati della Siria di lasciare il paese. Secondo alcuni analisti in Siria Obama ha deciso di rifarsi con Mosca per quanto e' successo in Crimea.Il Dipartimento di Stato ha spiegato che i rapporti con la Siria non sono stati rotti e saranno riaperti quando Damasco avra' un nuovo governo ma gia' nella notte fra martedi' e mercoledi' Israele ha mandato i suoi aerei sulle Alture del Golan. Secondo la versione ufficiale il blitz e' la risposta di Israele all'attacco contro un veicolo dell'esercito israeliano ma questa volta la sincronia e' perfetta: prima l'espulsione dagli USA dei diplomatici siriani poi le bombe di Israele sulle Alture del Golan e l'assalto del carcere di Dar'a da parte dei ribelli. A quanto pare in Siria Obama ha deciso di prendere la rivincita per la sconfitta subita in Ucraina dice l'esperto dell'Istituto di studi orientali dell'Accademia delle scienze Boris Dolgov. La decisione degli USA di sospendere le relazioni con la Siria e le minacce a questo paese dimostrano che Washington vuole una rivincita per quanto accaduto in precedenza in Siria e per quello che sta succedendo adesso in Ucraina e in Crimea. E' un tentativo di far pressione sulla Russia e sulla Siria. Quando e' stato raggiunto l'accordo sulla liquidazione delle armi chimiche siriane Obama ha dichiarato che l'intervento militare e' stato rinviato ma rimane all'ordine del giorno. Non escludo che prima o poi l'America possa decidere di attaccare. Trovare un pretesto non e' difficile: non tutte le armi chimiche della Siria sono state portate all'estero.
Ultimamente infatti sempre piu' spesso Washington manifesta il suo disappunto per la lentezza con cui procede l'operazione sebbene l'OPAC (Organizzazione per la proibizione delle armi chimiche) abbia dichiarato che la meta' degli arsenali chimici ha gia' lasciato il suolo siriano. Damasco avrebbe potuto spedirne di piu' se non venissero attaccati i convogli che trasportano le sostanze tossiche. Ad attaccarli sono i ribelli che Washington sostiene con tanto impegno. Il leader dell'opposizione Ahmed al-Jabra gia' da tempo sta invocando la chiusura dei cieli della Siria. Questa volta potrebbero dargli retta.
Evidentemente Washington crede che in questo momento Mosca abbia troppo da fare in Ucraina. Quindi sarebbe un momento buono per intraprendere un'azione militare. Ma anche se gli USA si decidono ad attaccare la Siria devono essere preparati a parecchie sorprese. La prima sara' il veto durante la votazione al Consiglio di sicurezza dell'ONU. Certo il veto non potra' fermare gli USA e la NATO ma in questo caso sara' difficile ritenere legittime le loro azioni.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_03_20/Siria-gli-USA-vogliono-una-rivincita-1469/


UniusReiOrWarW666IMF
2 ore fa

21 marzo Un'altra Crimea in Bosnia Banja-Luca chiede l'indipendenza
Col tempo sulla mappa mondiale può comparire un nuovo Stato sovrano: la Repubblica Serba. Attualmente questa formazione fa parte della Bosnia-Erzegovina ma il leader della Repubblica Serba Milorad Dodik sta perorando l'idea della indipendenza.
Precisando che come dicono gli esperti i motivi giuridici per la proclamazione dell'indipendenza di Banja-Luca sono di gran lunga più numerosi rispetto al caso del Kosovo. Se la comunità mondiale aveva dato al Kosovo il diritto di essere indipendente ciò apre la possibilità perché un giorno diventi indipendente anche la Repubblica Serba. Una dichiarazione in tal senso aveva fatto un anno fa Milorad Dodik che si era espresso in modo analogo anche in precedenza. Ancora all'inizio del 2008 quando Dodik era il primo ministro il Parlamento della Repubblica Serba aveva adottato la risoluzione in cui è detto in particolare che i serbi bosniaci possono uscire dalla compagine della Bosnia-Erzegovina se la maggioranza dei paesi-membri dell'Onu e degli Stati dell'Ue riconosca l'indipendenza del Kosovo. Alla fine del 2012 queste condizioni si sono verificate. In tale contesto Banja-Luca ha anche degli altri motivi formali per la proclamazione della sovranità- dice il collaboratore dell'Istituto di slavistica Petr Iskenderov:
Lo sviluppo degli avvenimenti può seguire lo scenario kosovaro. Anzi se nel caso del Kosovo gli albanesi kosovari agivano ad onta della volontà delle autorità centrali a Belgrado essendo stato il Kosovo solo un territorio autonomo ma non una repubblica autonoma nell'architettura della Bosnia-Erzegovina invece gli ampi poteri della Repubblica Serba sono fissati ufficialmente e sono convalidati a livello internazionale. In tal modo la decisione della Repubblica Serba di uscire dalla Bosnia-Erzegovina dal punto di vista giuridico internazionale sarebbe di gran lunga più legittima e fondata rispetto al caso del Kosovo. Per Banja-Luca i motivi di volere il distacco da Sarajevo non mancano. La Bosnia-Erzegovina stessa appare come struttura artificiale alla maggioranza dei serbi che vi abitano. Si noti che la Repubblica Serba è la parte economicamente più sviluppata di questo Stato. La necessità di concordare tutte le decisioni importanti non solo a livello federale ma anche con rappresentanti dell'Ue gli abitanti della Repubblica Serba la considerano come un inutile fardello. Ci sono anche delle altre circostanze che spingono Banja-Luca a proclamare la sua sovranità.
A Banja-Luca sono stati osservati con grande interesse gli avvenimenti in Crimea. Milorad Dodik ha dichiarato che la proclamazione della sovranità della Crimea è legittima essendo questa la decisione del popolo sull'autodeterminazione. Secondo le parole di Dodik gli abitanti della Crimea hanno espresso la loro opinione in conformità a tutte le norme internazionali.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_03_21/Al-posto-della-Jugoslavia-puo-comparire-un-altro-Stato-5119/


UniusReiOrWarW666IMF
2 ore fa

21 gennaio Smascherata Damasco sul finanziamento degli islamici. Il governo di Bashar al-Assad sostiene di nascosto i ribelli islamici per mostrare agli altri Paesi che dietro la rivolta in Siria ci sono i terroristi scrive The Daily Telegraph questa incredibile clunnia senza pudore.. riferendosi alle fonti nei servizi segreti. Il governo di Bashar al-Assad sostiene di nascosto i ribelli islamici per mostrare agli altri Paesi che dietro la rivolta in Siria ci sono i terroristi scrive The Daily Telegraph riferendosi alle fonti nei servizi segreti. La cellula di Al-Qaeda in Siria Il Fronte Al-Nusra riceve mezzi sia dalla vendita del petrolio e gas ( alla Turchia? ancora peggio! ) estratti nelle zone da loro controllate sia direttamente dal governo. Damasco permette senza ostacolare agli islamici il trasporto del petrolio attraverso i territori controllati dal governo e paga per salvaguardare il petrolio e i gasdotti. Inoltre il governo di Assad ha liberato dalle carceri un grande numero degli detenuti islamici. il sistema mediaatico Occidentale è senza pudore! tutti gli omicidi degli islamici è loro che li pagheranno anche!
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_01_21/Smascherata-Damasco-sul-finanziamento-degli-islamici/



UniusReiOrWarW666IMF
3 ore fa

Gli islamisti di Arabia Saudita Turchia NATO Onu sharia imperiallismo. hanno aperto un campo di addestramento terroristi per bambini in Siria. Il gruppo terrorista fondamentalista autodichiaratosi "Stato islamico dell'Iraq e del Levante" ha organizzato nel nord della Siria un campo di addestramento in cui si preparano alla morte in attentati dei bambini facendoli muovere in condizioni di combattimento reale.
Nel campo sono addestrati fino a 50 ragazzi di età compresa tra 7 e i 13 anni. La preparazione dei bambini-terroristi dura 25 giorni. Durante questo periodo imparano le basi della jihad moderna e il possesso di armi da fuoco. Dopo le esercitazioni i ragazzi andranno ad ingrossare le fila del gruppo terroristico dello "Stato islamico dell'Iraq e del Levante" uno dei gruppi anti-governativi più estremisti.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_03_26/Gli-islamisti-hanno-aperto-un-campo-di-addestramento-terroristi-per-bambini-in-Siria-8844/



UniusReiOrWarW666IMF
3 ore fa

25 marzo 2014 A L'Aia suggerito un modo "insolito" per sanzionare la Russia. I partecipanti alle discussioni informali nel vertice sulla sicurezza nucleare a L'Aia hanno proposto di influenzare la politica estera della Russia cercando di ottenere una riduzione dei prezzi dei combustibili lo ha detto il vice primo ministro della Repubblica ceca Pavel Bělobrádek alla presentazione dei risultati del vertice. "Si tratta di discussioni informali non di negoziati ufficiali e in linea di massima sono state espresse opinioni inerenti la necessità di raggiungere la massima indipendenza energetica possibile dalla Russia per l'Europa e di cercare di ridurre i prezzi dell'energia in modo da interessare il reddito russo. Questo è un metodo inusuale ma molto interessante" ha detto il vice primo ministro. Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_03_25/A-LAia-suggerito-un-modo-insolito-per-sanzionare-la-Russia-7801/


UniusReiOrWarW666IMF
3 ore fa

tutto il nazismo di UE spa USA Rothschild -- Le nuove autorità ucraine naziste golpiste che nessuno ha eletto non hanno autorità per operare questi cambiamenti! riscrivono il calendario negano la linbgua russa portano in Europa l'Ucraina censurano le TV russe ecc.. voi siete nazisti bildenberg.. questa non è la democrazia di un governo golpista cosstruito su tante persone innocenti che sono state ammazzate dai cecchini di Bush 322 CIA Kerry... ] [ Le nuove autorità di Kiev hanno deciso di rifare il calendario. Ora gli ucraini smettono di riposare l'8 marzo e il primo maggio queste feste saranno trasformate in normali giornate di lavoro. Ma ce ne saranno altri: il Giorno del ristabilimento dello statalismo ucraino e il Giorno dell'esercito ucraino.


UniusReiOrWarW666IMF
3 ore fa

Cina warning. tu non puoi uccidere nessuno per motivi di religione pacifica per ragioni di coscienza per libera discussione di idee e opinioni!


UniusReiOrWarW666IMF
3 ore fa

youtube 666 stop you bullismo tu non puoi tenere questo materiale qui! questa non è informazione ma apologia del crimine! --- 'Gang bang organizer' busted as woman tries to screw 45 men. TomoNews US·4.320 video 78.131 Gang bang organizer' busted as woman tries to screw 45 men TomoNews US·4.320 video 4.696.652
Pubblicato in data 07/ago/2013 'Gang bang organizer' busted as woman tries to screw 45 men
Gang bang thank you ma'am: A middle-aged sex party organizer from Minnesota who made the mistake of printing his occupation on business cards and accidentally dropping one in a motel parking lot was arrested when police busted up a birthday party for a woman we'll call "Wendy" who wished to celebrate her 45 years on Earth with an equal number of pen-ses. Trouble started when a Quality Inn manager found the man's card in the motel's parking lot. He Googled details on the card and called police after learning a gang bang was scheduled at his very motel the same night.
Host of the festivities Scott Pollock ran afoul of the law when he charged $20-a-head to cover the costs of 'Wendy's' birthday gang bang. Police burst in and shut the party down just as she'd been owned by the 31st dude according to a counter beside the bed. In fairness to Pollock an orgy isn't cheap what with all the towels wet-wipes Prince CDs condoms cheap champagne and lube. Pollock says the $20 fee was merely a contribution to cover said costs but the cops saw differently and arrested him for solicitation and promotion of prostitution. Wendy was also arrested.
Welcome to TomoNews where we animate the most entertaining news on the internets. Come here for an animated look at viral headlines US news celebrity gossip salacious scandals dumb criminals and much more! Subscribe now for daily news animations that will knock your socks off.
Check out our official website: http://us.tomonews.net/
For news that's fun and never boring visit our channel:
https://www.youtube.com/user/TomoNewsUS



UniusReiOrWarW666IMF
3 ore fa

Eih Obama cosa è questa storia? 9 febbraio Ibridi Gmos Gender biologia sintetica Morgellons scie chimiche truffa signoraggio bancario: Spa FMI FED BCE NWO 322 truffa Spa signoraggio bancario rubato al popolo pecora monsanto ibridi tra esseri umani e animali: ibridi: schivi di uomini maiale per tutti gli schiavi goym dalit dhimmi. sono una catastrofe dei nostri giorni: tu sei 1000 volte peggio di Hitler! cosa si mangia e si beve nel tuo boschetto del Dio Gufo bohemian Grove Baal peor JabullOn come sono felici i tuoi satanisti cannibali all'altare di satana CIA NSA DATAGATE aliens abductions agenda? ] [ Gli scienziati in diversi paesi stanno creando fantasiosi ibridi tra esseri umani e animali che possono seminare il panico nella società. Soltanto negli ultimi 10 anni il progresso nel campo dell'ingegneria genetica ha sbalordito gli scienziati e i semplici osservatori. Oggi la creazione delle nuove forme di vita è a portata di mano perfino per gli studenti a casa. Le leggi non fanno in tempo a seguire i giochi degli scienziati. Tuttavia gli scienziati di tutto il mondo aspettano soltanto il momento opportuno per svelare al mondo la loro nuova creatura – scoprire ciò che fino a poco tempo fa sembrava una pura fantasia. Nello stesso tempo queste nuove forme di vita non sono illegali ma possono rappresentare un pericolo per la società. E' impossibile prevedere ciò che accadrà se cominceranno a moltiplicarsi.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/2014_02_09/Ibridi-tra-esseri-umani-e-animali-sono-una-catastrofe-dei-nostri-giorni-2583/


UniusReiOrWarW666IMF


Nigeria: duplice esplosione 11 morti. A #Maiduguri esplode un'autovettura poi viene lanciata una bomba. 25 marzo #KANO ( #NIGERIA) [ a chi la storia chiederà il conto per tutti questi tuoi crimini sharia nazi imperialismo sotto egida Onu Amnesty? alla tu falsa religione esoterica del tuo falso profeta assassino sterminatore che è perché tu sei amico di tutti i satanisti e di tutti gli assassini peggiori che sono nel mondo! ] Undici persone tra cui cinque poliziotti sono stati uccisi oggi in due esplosioni nella città di Maiduguri capitale dello Stato di Borno nel nord-est della Nigeria. Lo ha reso noto la polizia. Un veicolo - ha riferito il portvoce Gideon Jibrin - é saltato in aria verso le 7:50 uccidendo tre civili poi una bomba é stata lanciata contro un'auto della polizia uccidendo cinque agenti che erano a bordo e altre tre persone di cui ancora non si conosce l'identità.


UniusReiOrWarW666IMF


Corea Nord: lancio missili preoccupa Usa. Dipartimento di Stato "escalation provocatoria e preoccupante" 26 marzo #WASHINGTON [ Obama Gmos GENDER --- dove non c'è da rubare qualcosa? oppure dove c'è da salvare cristiani innocenti? tu non andrai! perché tu sei un assassino ladro massone anticristo traditore assassino di Israele: soltanto! ] Gli Stati Uniti hanno definito "un'escalation provocatoria e preoccupante" il nuovo lancio di due missili balistici effettuato stamattina da parte della Corea del Nord dopo una serie di test militari effettuati nelle scorse settimane. Il dipartimento di Stato Usa "in stretta cooperazione con gli alleati e i partner tra cui il Consiglio di sicurezza Onu per adottare misure appropriate" in risposta alla recente "violazione delle risoluzioni Onu" da parte di Pyongyang.


UniusReiOrWarW666IMf

Frana Seattle, bilancio sale a 24 morti. Ancora 176 dispersi. 26 marzo, #WASHINGTON, [ Obama, mi dispiace di queste persone innocenti, ma, invece di pensare ai tuoi satanisti Gmos, e a fare il mostro gender, umanità sintetica, perché, tu non pensi al dissesto idrogeologico, di cui tu sei il responsabile? tu smetti di pensare a rubare il signoraggio bancario al popolo... Kennedy, ordine esecutivo 11110, lui si, che era un vero presidente, ed è stato ucciso, tu sei il traditore! ] Ventiquattro morti e ancora 176 dispersi: si aggrava ora dopo ora il bilancio delle vittime della frana che ha devastato un ex villaggio di pescatori vicino Seattle, nello Stato di Washington, nel nordovest degli Stati Uniti. Altri due corpi sono stati recuperati dalle macerie e altri 8 sono stati localizzati nella massa di detriti che si è staccata da una montagna sabato scorso, dopo i 14 trovati nelle prime ore, ha reso noto Travis Hots, capo dei pompieri di Snohomish County.

Obama Merkel [ la democrazia della merda ] MA, la cosa che, questo governo golpista ucraino, non avrebbe mai dovuto fare: era: 1. proprio lui di abolire la lungua russa; 2. offuscare, le televisioni russe, sul territorio ucraino, voi non siete la democrazia, voi siete un ca*zo nel culo, di lavaggio del cervello, delle persone pecore, di signoraggio bancario stuprato, per il satanista Rothschild!... io lo giuro, sul Trono di JHWH, io verrò a pisciare sui vostri cadaveri!
Obama Merkel [ la democrazia della merda ] avete ottenuto il vostro GOLPE in Ucraina, avete ucciso tante persone innocenti: bravi! ora, vi do una sola settimana, per pagare tutti i debiti della Ucriana alla Russia, dopo di che, ALTRIMENTI, IO ucciderò mezza Europa!
Obama Merkel [ la democrazia della merda ] non avreste mai dovuto, permettere, ad un governo Golpista Ucraino ( senza legittimazione popolare), di portare la Nazione ucraina, in Europa.. in questo modo, voi avete dichiarato, noi abbiamo mandato i cecchini ad uccidere la gente!