Kim Jong-un hangul

https://www.youtube.com/user/UniusKingREI

 Kim Jong-un hangul
Kim Jong-un, in hangul, 김정은; in hanja, 金正恩, --- distrutto negato, dalla società parassitaria massonica, Bildenberg, il fondamento morale ebraico-cristiano, poi, tutta la società mondiale deve crollare, soltanto 1/10 del fondo monetario internazionale, è spendibile, cioè, può acquistare dei beni reali, ecco perché, almenno 8/10, del genere umano deve morire, infatti, la massa monetaria, eccede enormemente, i beni che possono essere prodotti e comprati,.. e perché, Rothschild ha fatto stampare tutto questo denaro, se ,non serviva a corrompere i ricchi? ecco perché, l'ammiraglio della marina italiana, riceve uno stipendio mensile di 360.000 euro al mese.

Unius kingREI

Kim Jong-un, in hangul, 김정은; in hanja, 金正恩, è un politico, militare e dittatore nordcoreano ---- dalla lettera a Diogneto, noi comprendiamo, che, l'obiettivo dello Stato non è il Governo, o la politica. NO! ma, lo Stato cercando il controllo sulle anime, ha una religione satanica, ed è questo, che, perché, cristiani biblici fondamentalisti, nati di nuovo, ed ebrei di Mosé, che, rinnegano il talmud dei farisei devono essere messi a morti sistematicamente! Le uniche religioni veramente trascndenti che, permettano la realizzazione di un autentico e personale rapporto con Dio, sono il Cristianesimo e l'Ebraismo ( senza massonico talmud)  ecco perché, lo Stato cerca, di uccidere questi meravigliosi cittadini del Regno di Dio, proprio perché, loro sono nel mondo, ma, non sono del mondo! .. dove nasce la minaccia per lo Stato? quando loro dicono, che, l'uomo è ad immagine di Dio, la vita di ogni uomo è sacra, di fatto, loro dichiarano che, la persona è più importante dello Stato idolo! poi, lo Stato si vuole servire delle persone, e le usa come degli oggetti, perché, lo Stato massonico è funzionale al potere e non alle persone!
Rispondi
 ·
Unius kingREI
4 ore fa

uniusrei lorenzojhwh ] sorry my JHWH --- perché mi hai fatto così buono, e dolce, come un dolce panettone? lol. se mi mangiano tutti, poi, a me, di me stesso, cosa rimarrà? lol. ] [ open letter to José Manuel Durao Barroso abiut Ucraina. -- nel diritto internazionale, è più importante la integrità Nazionale, o la sovrana autoderminazione dei popoli, da cui la Carta Costituzione viene accreditata o abolita? ] tu sei il nazista che, ucciderà Israele
Rispondi
 ·
uniusrei lorenzojhwh
3 settimane fa

sorry my JHWH --- perché mi hai fatto così buono, e dolce, come un dolce panettone? lol. se mi mangiano tutti, poi, a me di me stesso cosa rimarrà? lol. ] [ open letter to José Manuel Durao Barroso -- nel diritto internazionale, è più importante la integrità Nazionale, o la sovrana autoderminazione dei popoli? ] tu sei il nazista che ucciderà Israele
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

#Siria, Ucciso dalle schegge dei colpi di mortaio lanciati dai terroristi sul quartiere Dwela'a, ex-portiere della nazionale, Salah Matar. #Siria, fornito dagli #USA via Turchia, Missile TOW in mano al terrorista Jamal Marouf, ex-muratore, ora a capo del del cosiddetto fronte "Ribelli della Siria", in periferia nord di Idleb, #Siria, L'esercito arabo siriano prende il pieno controllo su Tallet Halab a ovest della città industriale Sheikh Najjar ad #Aleppo #Siria, Video, 18 vittime tra cui 11 bambini sono stati uccisi nel duplice attentato terroristico di ieri contro le località Jedreen e Al-Hmeri in sobborgo di #Hama, oltre al ferimento di 50 civili e l'enorme danno materiale
http://youtu.be/swuQlCfaFqo #Siria, 16 civili uccisi in attacchi terroristici con colpi di mortaio in Aleppo e Damasco
Serie di attacchi terroristici con colpi di mortaio hanno colpito il quartiere di al-Aziziyeh nella città di Aleppo costato la vita a 12 civili.
Una fonte della provincia ha detto al giornalista di SANA che i colpi di mortaio sono precipitati sul quartiere di al-Tal, al-Neel Street, Università di Aleppo, Ospedale al-Salloum e Planet Hotel nel quartiere al-Aziziyeh, uccidendo 12 cittadini e ferendone altri 52.
Nel frattempo, quattro cittadini, tra cui una ragazza di 16 anni, sono stati uccisi di un colpo di mortaio sparato da terroristi sul quartiere di al-Dweil'a a Damasco.
Una fonte della polizia ha detto che il colpo ha centrato un microbus in al-Dweil'a, causando la morte di 4 cittadini e ferendone altri 4 oltre al danno materiale a una serie di automobili.
Lo scorso aprile, un bambino è stato ucciso e altri sono rimasti feriti, tra cui donne e bambini, in una serie di attacchi terroristici condotti dai gruppi terroristici armati sul quartiere di al-Dweil'a.#Aleppo: 20 studenti feriti nell'attacco terroristico con colpi di mortaio sulla facoltà di economia presso l'Università di Aleppo, oltre al danno materiale.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

la sharia democratica ONU nazi Bildenberg Obama ] #Siria, L'esercito avanza a Jobar, distrugge tunnel e nascondigli (5 foto)
#Siria, L'esercito continua il suo dovere nazionale, avanza nel quartiere adiacente a Damasco, Jobar, scoprendo e distruggendo una rete di tunnel e nascondigli dotati di illuminazioni e ventilatori, neutralizzando un certo numero di terroristi. #Siria, Neutralizzato a Duma il terrorista più pericoloso, Adnan Khibah, capo brigata "Martiri di Duma" in sobborgo est di #Damasco. CARTONE ANIMATO - DIMOSTRAZIONE DELL'USO DELLE ARMI CHIMICHE DA PARTE DI DEMENTI WAHHABITI CON REGIA CIA (non é necessaria la conoscenza di alcuna lingua)
Wahhabi puppets using chemical weapons in Syria: cartoon, how and who are the puppeteers
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

la sharia democratica ONU nazi Bildenberg Obama ] #Siria, Giovane cristiano di nome, Antoan Hanna, crocifisso dai terroristi takfiri sponsorizzati dagli USA-Occidente, nella località Maskana, in sobborgo Est di Aleppo, accusato di essere empio. #Siria, Ministero Elettricità: Terroristi fanno saltare in area 3 piloni d'alta tensione in sobborgo #Homs.
#Russia: 36 caccia d'addestramento Yak-130 alla #Siria prima di fine anno.
L'esportatore russo speciale delle armi "Rosoboronexport" e la JSC “United Aircraft Corporation” hanno definito il calendario delle consegne degli aeromobili di addestramento Yak-130 per le forze armate della Siria.
Il primo lotto deve essere fornito a Damasco entro la fine di quest'anno e la chiusura dell'intero contratto è prevista per il 2016. In totale la Russia deve fornire alla Siria 36 aerei Yak-130.
Questo contratto, stipulato nel quarto trimestre del 2011, attualmente è l'ultimo tra Russia e Siria, per il resto non sono stati resi noti alcuni accordi bellici tra i funzionari.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_05/La-Russia-prevede-di-fornire-in-Siria-gli-aerei-Yak-130-0965/
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

la sharia democratica ONU nazi Bildenberg Obama ] #Siria, Corte Suprema Costituzionale per le #elezioni #presidenziali: 3 su 21 candidati sono stati approvati. La Corte Suprema Costituzionale per le elezioni presidenziali e dopo aver analizzato le applicazioni presentati dai 21 candidati al ricorso presidenziale, ha annunciato l'approvazione di 3: I candidati ufficialmente approvati, secondo l'alfabeto Arabo sono: Maher Abdel Hafez Hajjar, Hassan Abdallah al-Nouri e Bashar al-Assad.
La corte ha reso possibile il ricorso ai candidati i cui richieste sono stati respinti entro 3 giorni dalla data dell'annuncio ufficiale.
A sinistra Maher Hajjar.
#Siria, In corso, a #Homs, una trattativa d'evacuare i quartieri della città vecchia dai terroristi. Dopo che l'esercito ha stretto l'anello intorno ai terroristi asserragliati nei quartieri della città vecchia di Homs, e nell'ambito del processo della riconciliazione nazionale e per risparmiare ulteriori scontri e distruzione alla città, è stato raggiunto un accordo tra l'esercito e i gruppi armati che si trovano intrappolati all'interno della città che prevedeva il ritiro degli uomini armati dalla città senza alcune armi o munizioni verso la periferia nord di Homs, attraverso un passaggio sicuro concesso dall'esercito con sorveglianza di osservatori Onu.
Il governatore di Homs, Tallal Brazi ha affermato che i negoziati in corso per ripulire la vecchia città di Homs dalle armi e persone armate nel contesto degli sforzi del governo per ripristinare la sicurezza e la stabilità in tutto il territorio Siriano, la città di Homs.
In una dichiarazione a SANA, Barazi ha detto: Questi sforzi non sono nuove, hanno cominciato più di due mesi fa, e cerchiamo attraverso i negoziati tramite mediatori, per rendere la città vecchia di Homs pulita di armi e persone armate.
Fonti locali hanno fatto sapere che l'accordo entrerà in rigore a partire da domani, dopo che il cessazione del fuoco è iniziata da 3 giorni.
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

open letter to José Manuel Durao Barroso -- nel diritto internazionale, è più importante la integrità Nazionale, o la sovrana autoderminazione dei popoli? ] tu sei il nazista che ucciderà Israele..] Gli Ambasciatori dell'UE hanno concordato nuove sanzioni contro la Russia. Gli Ambasciatori dell’Unione Europea (Coroper) si sono incontrati lunedì a Bruxelles per una riunione straordinaria sulle sanzioni nei confronti della Russia. Gli Ambasciatori dell’Unione Europea (Coroper) si sono incontrati lunedì a Bruxelles per una riunione straordinaria sulle sanzioni nei confronti della Russia in relazione alla situazione in Ucraina. Ma non si è giunti ad una soluzione generale, ha dichiarato una fonte vicina alla leadership dell'Unione europea. La riunione del Consiglio dei Ministri degli Esteri è prevista per il 12 maggio.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_06/Gli-Ambasciatori-dellUE-hanno-concordato-nuove-sanzioni-contro-la-Russia-0122/
La Russia: gli Usa intensificano lo sviluppo della difesa missilistica. La Russia ha osservato un’intensificazione, da parte degli Stati Uniti, dello sviluppo di vari settori della difesa, sottolinea il vice Ministro degli Esteri russo Sergei Ryabkov.
Questo, secondo il diplomatico, conferma i timori di Mosca che il sistema di difesa missilistica nella sua forma definitiva è stato progettato per contrastare non solo la natura limitata delle minacce, come precedentemente dichiarato, e verrà costruito in modo che "in una certa misura abbia la possibilità di frenare il potenziale nucleare strategico russo". Ryabkov ha detto che la promozione di un dialogo tra Russia e Stati Uniti sulla difesa missilistica è impossibile dopo le posizioni chiuse di Washington su una serie di aspetti delle relazioni bilaterali.
All'inizio di aprile, il Pentagono ha annunciato la sospensione delle discussioni sulla difesa missilistica con la Russia a causa della situazione in Ucraina.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_06/La-Russia-gli-Usa-intensificano-lo-sviluppo-della-difesa-missilistica-1597/
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

open letter to José Manuel Durao Barroso -- nel diritto internazionale, è più importante la integrità Nazionale, o la sovrana autoderminazione dei popoli? ] tu sei il nazista che ucciderà Israele [ A Vienna durante il Consiglio d'Europa possibile incontro sull'Ucraina
A margine della riunione ministeriale del Consiglio d’Europa a Vienna possibile un incontro sull’Ucraina. Sono possibili dei contatti internazionali sulla questione Ucraina "ai margini" della riunione del Comitato dei Ministri degli Affari Esteri del Consiglio d'Europa ( CE ) di Vienna, tra cui l'OSCE, ha detto ai giornalisti a Mosca, il vice Ministro degli Esteri, Sergei Ryabkov. Ryabkov ha sottolineato che la Russia spinge l'OSCE a svolgere un ruolo più attivo nel promuovere il dialogo tra il cosiddetto governo di Kiev e le regioni sud-orientali. Secondo il diplomatico, per risolvere la crisi in Ucraina non c'è bisogno di cercare " eventuali ulteriori siti", la chiave per la soluzione del conflitto è l'adempimento degli obblighi derivanti dalla Dichiarazione di Ginevra del 17 aprile. Il vice Ministro ha riconosciuto quale causa principale della terribile tragedia a Odessa del 2 maggio l’irresponsabilità delle autorità di Kiev.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_06/A-Vienna-durante-il-Consiglio-dEuropa-possibile-incontro-sullUcraina-6382/
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

La Flotta del Mar Nero (BSF) della Russia quest'anno aumenterà il numero di sottomarini e navi di superficie di nuova generazione e creerà nuove unità di difesa aerea e unità marine di collegamento, ha detto il Ministro della Difesa russo Sergei Shoygu.
Secondo il Ministro, questo è dovuto all'entrata della Russia in Crimea e nella città di Sebastopoli, dove ha sede la principale base navale della Flotta del Mar Nero.
Il ministro ha anche detto che fino al 2020 per lo sviluppo della flotta saranno destinati circa $ 250 milioni.
http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_06/La-Flotta-russa-del-Mar-Nero-avra-nuove-navi-0476/
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

Sulla Piazza Rossa di Mosca c’è stata la prova notturna della Parata della Vittoria. L’ha aperta a piedi la formazione di parata. Il 9 maggio in Russia è il Giorno della Vittoria. Quest'anno sul marciapiede di fronte al Cremlino sfileranno 151 unità di attrezzature militari, 50 auto in più rispetto al passato. Tra di loro, i carri armati T-90, i blindati "Tigre" e “Tifone”, i missili " Iskander-M", "Carapace-C1", "Topol M". Inoltre l'ultimo sistema missilistico anti-aerei S - 400 " Triumph ". Mercoledì si terrà la prova generale, alla quale prenderanno parte le formazioni di parata, una colonna di veicoli e l’aviazione.
Per saperne di più: http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_06/Prova-notturna-della-Parata-della-Vittoria-in-Piazza-Rossa-6755/
Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

Morti tre sostenitori della federalizzazione a Slavyansk. Almeno 3 sostenitori della federalizzazione sono stati uccisi, mentre 30 sono i feriti e 10 i dispersi in seguito agli scontri tra i sostenitori della federalizzazione ed i militari ucraini e federalizzazione
Almeno 3 sostenitori della federalizzazione sono stati uccisi, mentre 30 sono i feriti e 10 i dispersi in seguito agli scontri tra i sostenitori della federalizzazione ed i militari ucraini e federalizzazione, fanno sapere dal quartier generale della difesa di Slavyansk. In città opera anche gruppo di radicali del  "settore di destra."
All’inizio del tratto di strada Slavyansk-Donetsk nel villaggio Semenivka ha avuto inizio la battaglia. Con quattro mezzi blindati, le forze armate ucraine hanno aperto il fuoco ai posti di blocco. http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_06/Morti-tre-sostenitori-della-federalizzazione-a-Slavyansk-7704/

Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

Chi guadagna in Ucraina oltre al regime tedesco? la definitiva distruzione economica della EUROPA! ] Commissione Europea: la crisi ucraina è uno dei rischi più importanti per l'economia dell'UE. La Commissione Europea ritiene che la crisi ucraina è uno dei rischi più importanti per l'economia dell'UE. Questa previsione è stata fatta dal vicepresidente della CE Siim Kallas. In precedenza il commissario Stefan Fule ha dichiarato necessario prendere in considerazione il potenziale impatto sull'UE delle possibili sanzioni economiche contro la Russia. Ha ricordato che l'UE sarà pronta ad imporre il terzo livello delle sanzioni nel caso dell'ulteriore escalation della situazione in Ucraina. Ora l'UE è al secondo livello: sanzioni mirate contro i rappresentanti della Federazione Russa. http://italian.ruvr.ru/news/2014_05_06/Commissione-Europea-la-crisi-ucraina-e-uno-dei-rischi-piu-importanti-per-leconomia-dellUE-4088/

Rispondi
 ·
Unius kingREI
3 settimane fa

Chi guadagna in Ucraina? la definitiva distruzione economica della EUROPA! ]  [ Il pesante peggioramento dei rapporti causato dalla questione ucraina tra Europa, Stati Uniti e Russia è oggettivamente negativo per tutti e tre i maggiori protagonisti. La Russia corre il rischio di doversi privare o, nel migliore dei casi allontanare nel tempo, il contributo di know-how e investimenti che dall’Occidente potrebbero arrivare sul suo territorio. L’Europa oltre ad accentuare i dissidi interni tra i Paesi membri, nonostante cerchi di dissimularli, sta mettendo a rischio i propri rifornimenti energetici, gli enormi scambi commerciali e gli investimenti già effettuati nel Paese euroasiatico. Gli Stati Uniti subiscono in tutto il mondo l’accentuarsi del sentimento di antiamericanismo soprattutto in coloro che cominciano a non poterne più del loro “doppio standard” di comportamento. Senza contare che l’apparente consenso sulle sanzioni stenta a nascondere il rift sempre più evidente tra gli interessi europei e quelli americani.
A latere dei tanti Paesi e popoli che stanno soffrendo conseguenze negative per la crisi ce ne sono, comunque, anche alcuni che vedono con malcelato favore la rottura, per lungo tempo potenzialmente irreversibile, tra La Russia e l’Occidente.
Tra costoro, la Siria di Bashar al Assad: il despota siriano ha solo da guadagnare dal venir meno della collaborazione mediatrice russa con gli USA perché ciò favorisce le possibilità della sua permanenza al potere, obbligando Mosca a proteggere ancora di più questo suo baluardo in Medio Oriente. Anche l’Iran, per motivi diversi, potrebbe trarne un beneficio: gli americani, privati della “sponda” russa in altre aree, saranno obbligati ad allargare il ventaglio delle proprie disponibilità nella negoziazione con Teheran e spingeranno ulteriormente sui riluttanti sauditi affinché accettino un qualche “modus vivendi” con l’ingombrante vicino. Un altro Paese che potrebbe approfittare delle nuove contrapposizioni è l’Egitto. Il Cairo non potrà certo rinunciare agli aiuti americani per molti anni ancora ma, anche a causa dei rapporti non ottimali che Washington ha con Al Sissi, il corteggiamento di Mosca potrebbe diventare ancora più pressante e generoso col fine di proporsi come una possibile, futura, alternativa.
Chi, però, più di tutti sta gongolando delle nostre difficoltà relazionali, presenti e future, con la Russia è la Cina. Qualora la situazione peggiorasse ancora, le possibili nuove sanzioni economiche avrebbero serie conseguenze sia sulle vendite di gas e petrolio russe sia sugli investimenti europei in quell’area. Sarebbe quindi naturale la volontà di Mosca di superare l’isolamento cercando un nuovo mercato di grandi dimensioni che supplisca al venir meno del ruolo che l’Europa ha svolto finora. E chi meglio della Cina potrebbe soddisfare questa esigenza? La sua fame di energia aveva già trovato una piccola risposta sia dalla stessa Russia sia dal Kazakhstan e dal Turkmenistan ma la reciproca diffidenza tra russi e cinesi e una discussione sui prezzi d’acquisto rendeva ancora marginale, rispetto alle reali esigenze, la quantità di quanto ottenuto. La necessità di un nuovo sbocco per gli idrocarburi che garantisca Mosca davanti al rischio di veder diminuire i propri introiti favorisce il potere negoziale cinese che vedrebbero, inoltre, diminuire l’ostilità’ russa alle ulteriori forniture dagli altri Paesi Centro-Asiatici.
In più a quanto sopra, la rinata aggressività americana in Europa li distrae dal “pericolo cinese” nel Pacifico, in Africa ed in America Latina, aprendo nuove prospettive per l’espansione di Pechino nell’Estremo Oriente. Il gigante asiatico ha in atto da tempo un pericoloso contenzioso con Giappone, Vietnam e Filippine in merito a rivendicazioni territoriali finalizzate a stabilire il controllo sulle principali vie di transito della navigazione. Senza doversi preoccupare della “protezione” americana su questi Paesi, sarà più facile per la Cina accentuare le pressioni, fin qui prudentemente contenute.
In altre parole, nei prossimi anni potremo assistere alla riedizione di un mondo diviso in due blocchi che ci riporterebbe in una realtà molto simile a quella che esisteva prima della rottura tra Stalin e Mao Tze Tung e prima della opera diplomatica di Kissinger e del viaggio di Nixon a Pechino. Certamente non sarà, esattamente, la stessa cosa perché la Cina di oggi in grande sviluppo è un concorrente per l’Occidente ben maggiore di quanto lo fosse stata quella agricola ed arretrata dell’immediato dopoguerra e anche la Russia non è più l’Unione Sovietica. Si tratta, comunque, di un notevole passo indietro, frutto di quanto i soloni che hanno alimentato Maidan e continuano ad incoraggiare i golpisti di Kiev non avevano tenuto in considerazione sottovalutando la naturale reazione russa e i dettami della geopolitica. Se a tutto questo aggiungiamo che i fobici polacchi e lituani hanno deciso, cosa che i giornali italiani sembrano aver sottovalutato, di aggirare l’impossibilità di un accordo Nato-Kiev con un accordo militare trilaterale con l’Ucraina (vorrebbero far nascere una Brigata congiunta dei tre Paesi), il futuro che noi europei abbiamo davanti si prospetta tutt’altro che roseo.
http://italian.ruvr.ru/2014_05_06/Chi-guadagna-in-Ucraina-2863/
Unius kingREI

all criminal nazi ONU sharia ] Autopsy raises questions whether Christian's death was suicide. Published: May 02, 2014. Young man’s dead within 24-hours of his refusal to convert to Islam. Haroon Haidar. World Watch Monitor. The autopsy report on a Pakistani Christian killed by gunshots raises questions whether the death was a suicide, as the owner of the weapon has claimed. The Punjab state medical examiner’s report on the April 16 death of Haroon Haidar potentially indicates he suffered two injuries to his skull, raising questions whether the 24-year-old married father of two could have killed himself. Surviving relatives have asked the examiner, Dr. Rizwan Naseer, to clarify whether the two injuries are the result of two separate gunshots, which would indicate someone else fired the first, and fatal, shot. Haroon Haidar’s father, Haidar Masih, said his son had been threatened a day earlier by a coworker angered by his son’s refusal to convert to Islam. It was about 9 a.m. on April 16 when Haidar Masih, working at Pakistan Printing Press, received news that his son, Haroon, had been killed. He rushed to the spot in Lahore where a Bank Islami Pakistan is under construction, and where Haroon worked as a sweeper. Police already had cordoned off the area. There, Haidar Masih said he learned from police that a security guard, Umar Farooq, the only person present with Masih in the building at the time of incident, had told police he had left his pump-action shotgun on the table and had gone upstairs to the washroom, where he heard the gunshot. "The police told me that the guard says that as soon as he heard the noise he rushed downstairs where he saw Masih had killed himself by shooting in the forehead with his gun," Haidar Masih told World Watch Monitor. Five hours later, the family and relatives were allowed to view the body. "The entire skull above the eyebrows had been blown off while the body was lying in the sitting posture on the sofa," said Khalid Shehzad, who runs a registered center in Lahore that provides food, education and legal assistance to Christians. He lives near Haidar Masih’s home. Shehzad told World Watch Monitor that Haroon Haidar’s surviving relatives and friends told him he showed no signs of depression or leaning toward suicide. "Rather, they said that he was happily married and a well composed person," Shehzad said. He said Haroon Haidar had a 2-year-old daughter and 1-year-old son. His widow, Hina Bibi, said her husband was a faithful man and they were leading a happy life. "I cannot believe my husband can kill himself," she said. "We had plans for the children’s better future, sending them to school for a respectable life in society."
Shehzad said that the police, regarding the death as a suicide, originally did not want to register a case. They relented late that night after dozens of Christians blocked the road.
In the police report, lodged in the Naulakha Police Station, Haidar Masih said his son told him the day before he died that he had been threatened at his workplace on account of his religious beliefs. "The security guard, Umar Farooq, at the Islami Bank has forced him to convert to Islam and in case of refusal he would kill him," Haidar Masih testified in the report. Police Investigation Officer Muhammad Arif said Farooq claimed he couldn’t have pulled the trigger. "Farooq says that he had left the gun on the table and had gone to the washroom upstairs," Arif told World Watch Monitor. The autopsy of Haroon Haidar, April 2014. World Watch Monitor. The autopsy report concludes that "the cause of death in this case is total injuries (1, 2) to brain with firearm weapon." "The post-mortem report doesn’t explain much so we have submitted another application to the doctors (to) clarify whether one shot was fired, or two," Arif said. He also said the gun is being inspected for fingerprints. Haroon Haidar’s cousin, Parvaiz Babloo, who was on duty as a sweeper at the Mayo Hospital at King Edward Medical University when the body of his cousin was brought in, said police asked the authorities to declare the death a suicide.
"The duty doctor plainly refused and asked the police to first register a criminal case, then the autopsy could be conducted," Babloo told World Watch Monitor. He said the doctors were sure that it was not a suicide case and later they were being pressured by the police. "If we hadn’t protested and blocked the road then the police would have succeeded in suppressing this case," he said. 
Unius kingREI

all criminal nazi ONU sharia ] What Sharia law may bring for non-Muslims in Brunei
Published: May 01, 2014. Punishments such as flogging, the cutting of limbs and being stoned to death will be phased in over time. Sultan Hassanal Bolkiah's image posted on shops in Brunei. October 2011. World Watch Monitor
The Sultan of Brunei has announced a controversial new law based on Islamic criminal punishments criticised by UN human rights officials and other human rights groups.
"I place my faith in and am grateful to God the Almighty to announce that Thursday May 1, 2014, will see the enforcement of Sharia law phase one, to be followed by the other phases," Sultan Hassanal Bolkiah, leader of the country’s absolute monarchy government for nearly 47 years, said in a speech the day preceding the implementation of the law. Brunei, a tiny country of just over 420,000 people nestled in Southeast Asia, has already been practicing Islamic laws to regulate civil affairs such as personal and family issues, but now the laws will be extended to cover criminal offences.
The new Islamic penalties will be introduced over time, at least another year or two, and will eventually include severe bodily punishments, such as: flogging for adultery, cutting of limbs for theft, and stoning to death for rape and sodomy.
The first phase includes laws for offences against eating or drinking in public during Islam’s fasting month, which are punishable by fines and imprisonment.
Parts of the law also apply to non-Muslims. In February, Sharia law experts from the Ministry of Women wearing hijabs in Brunei. October 2011
World Watch Monitor Religious Affairs announced that non-Muslims could be punished for wearing indecent clothing that ‘disgraces Islam’. The offender could be jailed for up to six months, fined a maximum penalty of BN$ 2,000 (US$ 1,600), or both. Even now, it is mandatory for women of all religions—including Christians—to wear a hijab (head covering) if they work for the government or are attending official functions. However, now that the Sharia penal code is enacted, a violation against these religious instructions will be criminalized. In the past, church leaders claimed to receive heavy monitoring by the government so the new penal code is expected to add pressure, anxiety, and fear upon Christians who make up 8.7 percent of the population.
“Brunei’s decision to implement criminal Sharia law is a huge step backwards for human rights in the country. It constitutes an authoritarian move towards brutal medieval punishments that have no place in the modern, 21st century world,” said Phil Robertson, deputy director of the Asia division at Human Rights Watch.
Another restriction aimed at Christians who converted from a Muslim background includes a law that prohibits any Muslim parents from letting non-Muslims care for their child. The act is punishable by a jail term of up to five years, a fine of up to BN$ 20,000 (US$ 15,600), or both. Consequently, people who convert to Christianity can lose custody of their child should their new faith come to light. “All parental rights are awarded to the Muslim parent if a child is born to mixed-faith parents and the non-Muslim parent is not recognized in any official document, including the child’s birth certificate,” wrote the US Department of State in the 2012 International Religious Freedom Report. What’s more, once Sharia law takes effect, the restriction may be extended to daycare services operated by non-Muslims. The new penal code also cites that non-Muslims can no longer share their faith with Muslims and atheists. Offenders are at risk of being fined of up to BN$ 20,000 (US$ 15,600), sent to jail for five years at most, or both. Bruneian little girl. February 2014. World Watch Monitor. Teaching other religions outside Islam to a child of Muslims or atheists carries the same punishment. Because of this, the few Christian schools will receive a setback as many of their students are non-Christians; the school day normally begins with a reading from the Bible. “Even now, parents have started demanding that we begin every gathering with a Muslim prayer instead,” an unnamed school official told WWM. Lastly, following the lead of neighboring Malaysia, the penal code claims 19 words to belong solely to Islam. Therefore, Christians are banned from using words like Allah (God) and Firman Allah (God’s Word), which are found in the Malay language Bible commonly used by Bruneians. Christian materials also cannot be brought into the country. The extent to which the laws may affect non-Muslims is hard to predict given the fact that it is early in the implementation stage. The government admits lacking the infrastructure to support Sharia law. For one, there is a shortage of specialized judges in Sharia courts. However, with a budget of BN $2 million (US$ 1.5 million) for the 2014-15 fiscal year , it is only a matter of time before it puts the system in order. Once this is accomplished, Sharia law can be easily enforced to the small Bruneian population. By then, the above scenarios could become the reality of many Christians in Brunei, which ranks as the 24th most difficult country to be a Christian, in an annual list of 50 countries on the World Watch List.
Unius kingREI

all criminal nazi ONU ] Christian and Muslim clerics pledge to tackle insecurity in N. Cameroon. Published: May 03, 2014 by Illia Djadi. About 40 Christian and Muslim leaders met in Maraoua, Cameroon on April 23-24, to promote a culture of peace and tolerance between members of different religious communities.
World Watch Monitor. The focus of the search for the missing Nigerian girls has moved across the Nigerian borders – to Cameroon and Chad, with some reported sightings. As if almost in anticipation of the world’s spotlight falling upon them, and in response to incidents shortly before the girls’ kidnap, locals have been attempting to be pro-active, rather than reactive, to such unsettling events. Christian and Muslim leaders in Northern Cameroon, fearful that their region may become another area of sectarian violence, have opted for preventive measures. ‘‘We want to say no to what is happening, unfortunately, in neighboring Central African Republic and Nigeria. We want to live here in good relationships between Muslims and Christians. We say no to all those who want to come from outside to disturb our current climate of peace'' said Mgr Philip Stevens, Bishop of Maroua-Mokolo, in a telephone interview with World Watch Monitor. The long standing peaceful cohabitation witnessed by religious communities in Northern Cameroon has been challenged in recent months following the abduction of the girls, and of several Europeans, by Boko Haram militants. On April 4, a Canadian nun and two Italian priests were kidnapped in Tchéré, 18 km from the Diocese of Maroua – Mokolo. So far nothing has emerged about their whereabouts. In November 2013, the French priest Georges Vandenbeusch was abducted and then freed at the end of the year. Earlier in February 2013, seven members of a French family, including four children, were kidnapped following a visit to the Waza National Park near Lake Chad. The Moulin-Fournier family was released after two months. Due to terrorist threats and the risk of kidnapping, Westerners are advised against all travel in the region. The far-north region of Cameroon is a vast semi-desert area bordered notably by Nigeria, Chad and the Central African Republic. Despite military reinforcement, the region has become a safe haven for Boko Haram, whose violent campaign for the installation of Islamic Law in Nigeria has claimed more than 1500 lives in early 2014 (warning, hyperlinked document contains graphic imagery). Islamist insurgency and Nigeria’s military crackdown have pushed thousands to seek refuge in Northern Cameroon and elsewhere. The arrival of thousands fleeing the ongoing inter-communities’ violence in the Central African Republic to the south-east has added to the current economic and social pressures in the region.
Such issues were debated by Christian and Muslim leaders as they met in Maraoua on April 23-24. The 40 attendees included Mgr Philipe Stevens, Bishop of Maroua-Mokolo, Rev. Samuel Heteck, President of the Protestant Churches Council in Northern Cameroon and Sheikh Mahmoud Mal Bakary, the Imam of Maroua’s Great Mosque.
The conference, entitled "Christians and Muslims together for Peace: Fruit, challenges and prospects of interreligious dialogue in the Far-North region" pointed up the need to promote a culture of peace and tolerance between members of different religious communities. To make this happen, Christian and Muslim leaders in Northern Cameroon have pledged to set up a center for dialogue which will be equipped with documentation aimed at promoting better understanding of Islam and Christianity. A forum is also scheduled for next August in order to raise awareness of peaceful cohabitation among youth regardless of their religious background. Training centers, particularly Christian schools, constitute an important framework for promotion of better understanding, notes Mgr Stevens. ''Many Muslim students attend Christian schools. So this will help to create a strong friendship between Christian and Muslim students. That’s the kind of friendship environment we want to develop.'' The choice of the youth as the target group aims also to prevent eventual negative drifts, Mgr Stevens explained.
‘‘Many unemployed people may be tempted to embrace this extremist view [Islamist] which constitutes a real threat to our society. If the young ones have a stable economic future, they will turn away from that violent group [Boko Haram].’’
Nevertheless, the Catholic cleric recognizes that economic programs are needed in order to alleviate poverty in the region. "The promotion of peace is a long process and has a number of challenges" says Bakary Bouba, the traditional leader of Maroua.
‘‘What we have started is a social project. As in all laboratory experiments, there may be some errors, failures and even risks. Let us, therefore, be patient, careful and never rush because it is a long process’’ he warned.
This view is shared by Rev Samuel Heteck, who called on all religious communities to remain vigilant in order to safeguard peaceful cohabitation among them.

all criminal nazi ONU ] Argentina´s fight to hold onto religious freedom. Published: May 05, 2014. Baptist pastor says pressure on Church is increasing. Share on facebookShare on twitterShare on google_plusone_shareShare on redditMore Sharing Services10
Marcelo Nieva, 34 leader of Pueblo Grande Baptist Church in Río Tercero, a city in Argentina´s central Cordoba region. World Watch Monitor
An Argentinian pastor subjected to death threats says his country is facing a fight to retain its religious freedom. Marcelo Nieva, 34, leader of Pueblo Grande Baptist Church in Río Tercero, a city in Argentina´s central Cordoba region, says the pressure on his church has increased following the introduction of a law last year that was supposed to safeguard religious freedom but that the pastor says is having the opposite effect.
"The law is a threat to all Christian freedom in Argentina," Nieva told World Watch Monitor. "At first it is affecting only our church, so people don´t understand the danger of it. But we know how dangerous it is because we are living through it."
Although it is only a provincial law, meaning it only applies to the state of Cordoba, Argentina’s Law 9891 was created as ‘a programme to achieve early detection and prevention of any situation of psychological manipulation, and to provide assistance to victims of manipulation.’ On the surface it seems helpful but Nieva says that since the introduction of the law in August last year, the lives of his wife Janet, 23, and their one-month-old daughter Marta have been threatened, and that the pressure on his church, the majority of whose members are former drug addicts and prostitutes, has increased. The law is intended to prevent the psychological manipulation of others, but Nieva says that it is being abused and applied to religious organisations. For example under Article 3 the law states ‘Groups that use psychological manipulation techniques: [include] all organizations, associations or movements that exhibit a great devotion or dedication to a person, idea or thing, and which employ, in their dynamic recruitment or indoctrination, coercive persuasion techniques that promote the destruction of the previous personality’. Following the introduction of the law, Nieva says his church continues to be denounced by politicians, the police and local newspapers as a "controversial sect". As a result, Nieva says "hatred" is growing against his church in the local community and that in response the police regularly attack the church, smashing windows and ransacking church property. However, Dennis Pastoor, an analyst for Open Doors International, which works to support Christians under pressure for their faith worldwide, said. In this case there is an increasing lack of understanding what religion is about, and that government authorities should not interfere too much in the church sphere. Pastor Nieva says the pressure on his church existed before the introduction of the law, but that it has since increased. He says that in the past three years, 100 of the church´s 150 members have fled because of the pressure against them.
In November last year, protests were staged by a support network for the Protestant Church in Argentina (Confederación Evangélica Bautista Argentina) against the law and against the pressure on Pueblo Grande. But Nieva says these protests only increased the pressure on the church. Now, the pastor says he no longer prays for an end to the pressure on his church. Rather, he says he prays for peace and joy in the midst of his anguish. "For a long time we hoped that a miracle would happen: that the persecution would stop," he said. "But the true miracle is that we can have peace and joy in our hearts while it continues." And Nieva, who has changed address many times to safeguard his family, says that nothing will stop his work. "I really love people and believe that the pastor´s role is to father people," he said. "There is a generation of people here without fathers. God needs people to father them, to embrace them and to cry with them."

Abu-bakar Shekau:"Ho rapito le vostre figlie". IN UN VIDEO DI 57 MINUTI dice: ":"Ho rapito le vostre figlie le venderò al mercato in nome di Allah, appartengono a Lui" ( EPolis BARI 6 maggio 2014 p.4) [ particolare occultato, dal sistema del regime massonico bildenberg ANSA]." ha detto di tenere le ragazze come schiave, perché " perché l'educazione occidentale deve cessare" proprio le stesse sante parole che io ho sentito dire al King SAUDIA ARABIA .. il finanziatore della galassia jihadista nel mondo!